In Questo Articolo:

Una stufa a legna non è un inceneritore; contrariamente alla credenza popolare, quindi non possiamo gettare nulla per ottenere una bella epidemia. La domanda che sorge allora: quale legno usare per una stufa a legna? E quali sono le insidie ​​da evitare?

Quale legno usare per una stufa a legna?

Quale legno usare per una stufa a legna?

Quali sono i migliori legni da usare per un forno a legna?

Per accendere un fuoco, metti la legna in una stufa. Ma per fare un buon fuoco, dobbiamo prestare attenzione al legno che useremo nella nostra stufa. Ecco le 3 regole d'oro da rispettare sempre:

  • Legno duro I legni duri sono fitti boschi. Ciò significa che bruceranno meno rapidamente dei cosiddetti legni di conifere. L'epidemia durerà più a lungo e, dato che i fitti boschi producono molte braci, a lungo andare genereranno più calore.

Per un fuoco caldo che dura, scegliamo per la nostra stufa: charm, quercia, frassino, acero, betulla, olmo, faggio, salice, ontano, tiglio, noce.

Viceversa, i legni teneri (tiglio, noce, ontano, pioppo, platano) e teneri (abete rosso, abete, pino, cedro, cipresso, larice) avranno tendenza a bruciare rapidamente e poco calore.

  • Un legno secco. Che tu abbia un camino o una stufa a legna, la regola è la stessa: non si brucia mai legna bagnata. Un legno umido è un legno che non brucerà bene, produrrà molto fumo puzzolente ma poche fiamme, dividerà le prestazioni della nostra stufa di due, lo sporcherà rapidamente e inquinerà di più.

Si noti che un legno è considerato secco quando il suo contenuto di umidità residuo non supera il 20%. In generale, ci vogliono 2 anni per raggiungere questo risultato; ad eccezione dei tronchi di grandi dimensioni, che richiedono naturalmente più tempo per asciugare.

  • Un legno di cui si conosce l'origine. Anche se la soluzione "legno di recupero" (rifiuti di mobili, costruzioni...) sembra più economica e più interessante, è fortemente sconsigliato utilizzare questo tipo di legno per la nostra stufa.

Il più delle volte questi boschi sono stati trattati, dipinti, verniciati... Alla combustione, lo faranno rilascia sostanze tossiche e inquinanti. E c'è una buona possibilità che rovinino e danneggino il condotto della stufa.

Soluzioni che continuano ad arrampicarsi: piastrine e granuli

il logs e bastoncini di legno denso, va bene, ma oggi ci sono più soluzioni pratiche in termini di legno da utilizzare per una stufa a legna. Ad esempio:

  • piastrine. Il concetto del wafer: legno triturato, sotto forma di patatine. Poiché i pad sono utilizzati nelle stufe con alimentazione automatica, dimentica il lavoro di rifornimento della stufa! Se le piastrine sono uno dei combustibili legnosi più economici (25 € l'apparente metro cubo), richiedono un grande volume da memorizzare.
  • Pellet di legno (o pellet). I pellet sono piccoli tubi di legno (lunghi 2 cm) ricostituiti dalla segatura. Ovviamente sono più facilmente immagazzinabili e trasportabili dei tronchi o delle piastrine.

Molto economico, il prezzo di questi pellet varia a seconda che li acquisti in grandi quantità o in sacchetti. La tonnellata in massa è meno costosa delle borse.


Istruzioni Video: Guida all’utilizzo della vostra stufa Aduro