In Questo Articolo:

A lungo considerato una semplice attrezzatura utilitaria, il lavandino è ora un elemento funzionale e decorativo che occupa un posto centrale in cucina. Come scegliere il materiale giusto per il tuo lavello della cucina? Segui il nostro consiglio.

I criteri per determinare il materiale del suo lavello della cucina

Mentre l'estetica e il prezzo sono importanti nella scelta del materiale per un lavello da cucina, devono essere considerati altri fattori decisionali altrettanto importanti, come ad esempio:

  • La natura del materiale: È naturale o artificiale? È riciclabile?
  • La sua vita: Si appanna con il tempo? Se lei in tartaruga?
  • La sua robustezza: Lei è fragile? Si rompe e si graffia facilmente? È resistente alle alte temperature? Ha paura di pulire prodotti come detergenti?
  • Le sue caratteristiche igieniche: È poroso? È facile da mantenere o richiede un'attenzione speciale? Conserva le impronte digitali e il calcare?
  • I suoi metodi di installazione: È pesante e delicato da gestire? Ha bisogno di essere chiesto da un professionista?
  • La sua disponibilità: È diffuso e in che colori? È disponibile in molti modelli e / o personalizzati?

Le risposte a tutte queste domande rendono possibile fare la scelta giusta e non rimpiangere l'acquisto.

I diversi materiali per lavelli da cucina

Ci sono molti materiali, 100% naturali, semi-artificiali o sintetici, usati per lavelli da cucina, ciascuno con proprietà specifiche. Distinguiamo:

  • acciaio inossidabile: Dotato della maggior parte delle cucine francesi, il lavello in acciaio inossidabile offre un buon rapporto qualità-prezzo, ma tracce di calcare vi aderiscono;
  • La pietra, come l'arenaria, il granito e il marmo: materiali nobili e qualità superiore, sono i più costosi sul mercato. I lavelli realizzati con questi materiali sono spesso realizzati su misura e installati da professionisti a causa del loro peso;
  • ceramica: Alternativa tra acciaio inossidabile e pietra, unisce qualità e know-how in modo che sia un buon compromesso, soprattutto in termini di prezzo. Tuttavia ha lo svantaggio di scosse mal sopportate;
  • Materiali sintetici, come la resina: contengono materiali naturali in minor propensione (circa il 20%). Semplice da installare e utilizzare, non tutti i modelli sono uguali, alcuni possono annerirsi e sbucciarsi nel tempo;
  • Vetro temperato: l'ultima tendenza in lavelli da cucina, è molto buona costituzione, tranne che può subire graffi. Ancora sottosviluppato, costa comunque molto costoso.


Istruzioni Video: Come scegliere il lavello in cucina: corian integrato | Interior Design