In Questo Articolo:

Quando ci si trasferisce in una casa in affitto, è essenziale essere in grado di sentirsi a casa. È quindi possibile considerare la verniciatura o la pavimentazione. Ma qual è il diritto di fare o non fare in una proprietà in affitto?

Lavorare in un affitto

Il lavoro a spese dell'inquilino

L'inquilino è obbligato aprovvedere alla manutenzione ordinaria dell'abitazione. Si occupa di piccole riparazionia meno che non siano dovuti a un'obsolescenza oa un difetto di costruzione, così come riparazioni. L'inquilino non ha pagato le riparazioni che non sono elencati nel decreto del 1987.
La legge del 6 luglio 1989 afferma che il proprietario non deve " opporsi alle modifiche apportate dall'inquilino, poiché queste non costituiscono una trasformazione della cosa affittata ". Ad esempio, è vietato trasformare una stanza in un bagno o una cucina senza il permesso del proprietario.
Se l'inquilino rompe il vetro di una finestra, fa un buco nel tappeto o strappa un pezzo di carta, deve riparare il danno.

Elenco delle riparazioni degli inquilini per l'inquilino

Il decreto del 26 agosto 1987 definisce le riparazioni che l'inquilino deve effettuare. Ecco alcuni esempi:

  • Drenare la fossa settica
  • Ramon i condotti di scarico del fumo e del gas
  • Sostituire il rubinetto e lavare i giunti
  • Sostituire interruttori, prese, lampadine o fusibili
  • Ingrassare i meccanismi di apertura e chiusura (serratura, porte, finestre)
  • Mantenere il giardino privato (potatura o potatura di alberi e arbusti)
  • Rimuovi il muschio sulla terrazza

Lavori di decorazione in abitazioni in affitto

Applicare una vernice neutra sui muri di una proprietà in affitto

L'inquilino può esibirsi piccoli lavori come quelli di decorazione senza il permesso del proprietario. Può dipingere un muro, sostituire il tappeto, applicare la carta da parati, aggiungere finiture in legno alle pareti o installare una mensola a muro. È necessario riempire i fori nel muro se si rimuove questo ripiano. Lavoro mirato a rafforzare l'isolamento termico o acustico sono considerati semplici aggiustamenti.
Se l'inquilino desidera ridipingere i muri della proprietà in affitto, gli agenti immobiliari consigliano di scegliere colori neutri come il bianco, il beige o il taupe. È sconsigliabile, ma non vietato, applicare un dipinto eccentrico come nero o arancione.
Tuttavia, lo è raccomandato di richiedere l'autorizzazione per tutto il lavoro che si desidera intraprendere con il proprietario della proprietà in affitto.

Griglia di obsolescenza

Dal momento che l'1st A giugno 2016, una griglia di invecchiamento è inclusa nell'inventario degli inquilini dell'inquilino. Deve definire a vita teorica e coefficienti annui di riduzione forfettaria per i principali materiali e attrezzature dell'abitazione locata.
È considerato fatiscente dopo:

  • 25 anni per parquet e piastrellatura.
  • 20 anni per rivestimenti, infissi interni, sanitari e radiatori.
  • 15 anni per persiane in PVC o legno, persiane, porte e finestre, nonché idraulici e idraulici.
  • 10 anni per rivestimenti plastici, fabbri, scaldabagni e serbatoi per l'acqua calda, riscaldatori elettrici e elementi di controllo del riscaldamento.
  • 7 anni per tappeti, carte da parati e dipinti.

Lavoro che richiede un'autorizzazione da parte del proprietario

piscina

Effettuare determinati lavori considerati come lavoro strutturale, è necessario rivolgersi a lettera di richiesta di lavoro al padrone di casa o al proprietario. Queste opere costituiscono a cambiamento irreversibile nelle abitazioni in affitto. Influenzano la struttura stessa delle abitazioni o delle attrezzature essenziali. Ecco un elenco non esaustivo di lavori che richiedono l'autorizzazione:

  • La modifica delle partizioni interne
  • L'installazione di una vasca da bagno in un bagno o una doccia in un bagno
  • La rimozione di un parquet
  • L'ampliamento di una porta
  • La rimozione di una scala
  • La costruzione di una piscina
  • L'installazione di una veranda

Il padrone di casa può impedire al suo inquilino di avere un animale domestico?

Il proprietario non può proibire al suo inquilino di possedere un animale domestico. Il sito web del governo conferma questo: "L'inquilino ha il diritto di tenere uno o più animali domestici nella sua abitazione (affittati vuoti o arredati) purché assicuri il pacifico godimento dei locali e dell'edificioD'altra parte, i danni causati dall'animale sono tutti responsabilità dell'inquilino, nelle parti private come nelle parti comuni della casa. Un proprietario può comunque vietare i cani di categoria 1 nelle abitazioni in affitto. Sono considerati come cani da attacco, che viene notificato nel contratto di locazione.

Manutenzione del serbatoio dell'acqua calda o della caldaia

Scaldabagno elettrico

  • ilmanutenzione di una caldaia deve essere fatto ogni anno Sono interessate le caldaie a olio, gas, legna, carbone e policombustibili.
il inquilino deve assumersi la responsabilità per contratto di manutenzione (circa 150 euro all'anno). Per garantire la corretta manutenzione di una caldaia, alcuni proprietari preferiscono prendersene cura. Questo è notificato nel affitto. Il professionista che interviene verifica il corretto funzionamento della caldaia, pulisce e regola. Valuta anche gli inquinanti atmosferici. Deve fornire un certificato entro quindici giorni dall'intervento. Questo documento deve essere conservato per almeno due anni.
  • il disincrostare un serbatoio di acqua calda elettrico di nuovo alla carica di proprietario perché richiede una rimozione della resistenza del blocco. Questa operazione deve essere eseguita ogni quattro anni circa. L'inquilino deve, nel frattempo, mantieni il tuo scaldabagno risciacquo e pulizia Deve anche fare la manutenzione annuale di uno scaldabagno a gas fatto.

Il lavoro a spese del proprietario

ristrutturazione di una facciata

Il proprietario non ha il diritto di imporre un diritti di visita al suo inquilino. Tuttavia, quest'ultimo deve consentire al locatore di eseguire alcuni lavori come quelli dimiglioramento energetico o lavoro per mantenere un alloggio decente. I lavori non possono essere eseguiti il ​​sabato, la domenica e i giorni festivi senza l'accordo preliminare dell'inquilino. Se durano più di 21 giorni, l'inquilino deve chiedere una riduzione dell'affitto.
Il proprietario deve farsi carico di Spese relative a obsolescenza, cattiva lavorazione e difetti di costruzione. Deve garantire le buone condizioni e la buona manutenzione di apparecchiature come riscaldamento, acqua, ventilazione, elettricità, produzione di acqua calda o illuminazione naturale. Il locatore deve anche gestire il riparazioni importanti come un lifting.

Grazie ad Amanda VANDEWALLE, Advisor di noleggio e sviluppo Century 21 (Parigi 15) e Katia BAUMLIN, agente immobiliare di Gorin (Parigi 3)


Istruzioni Video: #57 - Noleggio Lungo Termine: Come funziona e cosa comprende?