In Questo Articolo:

Addolcitori d'acqua: cosa non ti diciamo.

Presentato come la soluzione a tutti i nostri problemi di calcare, gli addolcitori non sono unanimi con il pubblico. Tra sostenitori e detrattori, gli argomenti si fondono. Comfort, economia e salute sono al centro del dibattito. A favore e contro lo scontro su un argomento delicato: il trattamento dell'acqua. Questa settimana, HandymanDuenchanche è interessato a questa controversia e rivela ciò che i produttori non ti diranno mai.


Al centro del soggetto: la modifica delle proprietà dell'acqua.

Addolcitori d'acqua: cosa non ti diciamo.: acqua

Un addolcitore d'acqua è un dispositivo che mira a ridurre significativamente la durezza dell'acqua che scorre attraverso il sistema idraulico. Per fare questo, di solito è collegato alla linea principale di approvvigionamento idrico, a monte del tuo bagno e dei tuoi elettrodomestici. I depositi di calcio sono la naturale conseguenza della presenza di carbonati di calcio e magnesio in acqua, l'addolcitore d'acqua tratterà il problema alla radice eseguendo una trasformazione fisico-chimica mediante il processo di scambio ionico.

Per dirla semplicemente, l'addolcitore d'acqua funziona con una resina che insegue e momentaneamente intrappola gli ioni di calcio e magnesio (tra due rigenerazioni) mentre saranno sostituiti da ioni di sodio. Questi ioni di sodio sono noti per essere uno dei componenti del sale da cucina. Inoltre, l'acqua trattata e addolcita è allo stesso tempo arricchita con sodio.

I vantaggi dichiarati per l'uso di un addolcitore d'acqua.

Da parte dei sostenitori, avere un addolcitore sarebbe davvero vantaggioso perché riducendo la concentrazione di calcare estendi la vita e prenditi cura dei tuoi tubi, della tua caldaia e di tutti i tuoi elettrodomestici, in termini di resistenza riscaldamento. Infatti, i depositi calcarei prodotti dall'acqua troppo dura vengono aumentati dall'aumento della temperatura, specialmente da 60° C. Questo è il motivo per cui molti prodotti, in compresse o in polvere, vengono venduti per conservare lavatrici e lavastoviglie per calcare. Quindi logicamente non ne avrai più bisogno.

Addolcitori d'acqua: cosa non ti diciamo.: diciamo

Inoltre, meno acqua è una garanzia di piccoli risparmi nella vita quotidiana perché le sue proprietà aumentano l'efficacia dei prodotti per la pulizia e dei prodotti schiumogeni in generale, come sapone, shampoo o bucato. In questo modo è possibile ridurre le quantità utilizzate per ottenere gli stessi risultati. Per quanto riguarda il comfort reale, l'acqua addolcita può anche essere vantaggiosa perché riduce i segni bianchi sulle superfici smaltate e sui piatti, ed è meno aggressiva per un panno più morbido, capelli meno ruvidi e più morbidi, e una pelle meno secco e irritato. Infine, l'acqua addolcita viene riscaldata più facilmente da un punto di vista fisico perché le resistenze non vengono più ridimensionate. Poiché l'addolcitore consuma poco di per sé, puoi sperare di ridurre il consumo di elettricità.

I rischi di acqua addolcita e "troppo" acqua dolce.

Un'acqua molto dura ha molti svantaggi, come abbiamo appena visto, ma il desiderio di cercare un'acqua sempre più morbida può essere contro di voi. Per quanto riguarda l'acqua addolcita da un ammorbidente, nel contesto di un buon uso del dispositivo, non ci sono rischi importanti per la tua casa. Tuttavia, quest'acqua non può essere considerata come acqua potabile, quindi raccomandiamo di mantenere un punto di accesso per l'acqua fredda non trattata (che è obbligatoria anche nelle abitazioni collettive).

Addolcitori d'acqua: cosa non ti diciamo.: diciamo

Infatti, non solo l'acqua addolcita è esaurita nei sali minerali ma è arricchita di sodio. Che gli conferisce un gusto particolare, a volte molto pronunciato. Il calcio e soprattutto il magnesio "mancante", che contribuiscono entrambi al nostro equilibrio, dovranno essere prelevati da altre fonti di cibo. Ma, soprattutto, il carico addizionale indotto dal sale è fortemente scoraggiato per la tua salute! Buono per chiunque e particolarmente pericoloso per chi è a rischio, vale a dire donne incinte, neonati, pazienti affetti da problemi cardiaci, ipertensione e tutti coloro che devono aderire a una dieta senza sale... Anche le affermazioni fuorvianti che a volte tendono a sostenere che possedere un addolcitore d'acqua ti farà risparmiare acqua minerale è completamente sbagliato e particolarmente irresponsabile, in una società che già soffre di un consumo eccessivo di sale dal punto di vista alimentare. L'acqua di un ammorbidente non sarà mai meglio da consumare e non avrà un ruolo igienizzante, senza alcun effetto su nitrati o pesticidi. L'unica garanzia reale di rubinetto dell'acqua potabile, essendo quella fornita dagli operatori dei servizi idrici. Qualsiasi trattamento aggiunto da un invalido non valido allo stesso tempo i test eseguiti da distributori e laboratori indipendenti. Questo ti rende l'unico responsabile per problemi di salute o gastrici che potresti subire in seguito, causati principalmente da una proliferazione batterica nell'unità a causa della mancanza di manutenzione.

Per quanto riguarda l'acqua "troppo", è corrosiva per l'installazione. Infatti, al di sotto di 15° f e sempre più vicino a 0° f, l'acqua acquisisce proprietà corrosive. Attaccerà quindi le tue tubazioni e quindi contaminerà l'acqua mescolando metalli dissolti e depositi di calcare già presenti, rosicchiando le articolazioni del tuo impianto idraulico e causando tutti i tipi di perdite. Quindi è importante effettuare controlli regolari sulle impostazioni del tuo addolcitore per assicurarti che non siano cambiati (fenomeno comune) e correggerli se necessario. Si raccomanda inoltre vivamente di far controllare l'installazione da un professionista almeno una volta all'anno. Inoltre, se hai costruito e vuoi avere un addolcitore, spesso è meglio aspettare almeno i primi due anni, il tempo necessario per un sottile strato protettivo di calcare per rivestire i tuoi tubi.

Quindi, ammorbidire o no?

Addolcitori d'acqua: cosa non ti diciamo.: addolcitori

Dotare la tua casa di un addolcitore d'acqua dovrebbe essere più una questione di necessità che una scelta di comfort, nel senso che non è assolutamente necessario installarne uno nelle aree che beneficiano di una città d'acqua. ragionevole durezza D'altra parte niente impedisce di pensarci da 20-25° f, ma è soprattutto quando il 30° f si avvicina che diventa davvero interessante per i circuiti di acqua calda. Soprattutto in cambio dei vantaggi che offre, l'addolcitore aumenterà inevitabilmente il consumo di acqua attraverso i suoi cicli di rigenerazione. Questi possono utilizzare fino a 200 litri di acqua e letteralmente risciacquare le resine del dispositivo, quando sovraccaricato di ioni di calcio e magnesio, per garantire la sua efficacia. Di solito c'è un aumento del 10% della quantità di acqua consumata, quindi il conto.

A questo proposito, essere consapevoli del fatto che questa acqua di risciacquo deve essere inviata ad un impianto di trattamento e non può essere rifiutata come tale in una fossa settica. Avrebbe inquinato il suolo e aumentato il suo contenuto di sale. L'installazione deve quindi essere collegata alle fogne.

Infine, i proprietari di un addolcitore dovrebbero essere particolarmente attenti in termini di manutenzione disinfettando le resine e / o i filtri più volte l'anno per prevenire la proliferazione di possibili batteri, pulire e riempire i contenitori di acqua salata rigenerante. dispositivo e non dimenticare di avviare un ciclo di rigenerazione se sono assenti troppo a lungo. L'interruzione prolungata dell'operazione può, ancora una volta, essere una fonte di proliferazione batterica.


Istruzioni Video: I 7 Segreti del Caffè | La temperatura dell'acqua di estrazione | EP.11