In Questo Articolo:

Quando sottoscrivi un mutuo per la casa, di solito hai una scelta tra un prestito a tasso variabile e un prestito a tasso fisso. Torna sul mutuo a tasso variabile.

Cos'è un mutuo a tasso variabile?

Il mutuo a tasso variabile è un prestito di cui il tasso di interesse varia durante la durata del prestito. Questo tasso di interesse è rivisto regolarmente dalle banche, di solito ogni anno alla data di anniversario dell'abbonamento al credito. Il tasso di interesse è rivisto secondo il punto di riferimento, il più delle volte l'Euribor e un margine aggiuntivo dell'1% al 3% aggiunto dalle banche a seconda della situazione personale. Quindi più garantisci alla tua banca, più si avvicina al tasso Euribor quando il tasso di interesse viene rivisto.

Per sottoscrivere un mutuo per la casa, il tasso di interesse è un elemento chiave. È lui che definisce il costo del credito. E su importi alti come mutui per la casa, questo costo può aumentare rapidamente. La variazione di un tasso di interesse può riflettersi in diverse decine di euro al mese.

Vantaggi e svantaggi di un mutuo a tasso variabile

  • Il principale vantaggio del mutuo a tasso variabile? Quando il tasso di mercato scende, la diminuzione influisce sull'ammontare dei pagamenti mensili e quindi sul costo complessivo del credito. Questo può anche diventare rapidamente uno svantaggio, poiché il tasso di mercato aumenta.

Ma per il credito immobiliare a breve termine a medio termine, è possibile prevedere variazioni dei tassi di mercato.

  • Il tasso di partenza di un prestito a tasso variabile è inferiore a un tasso fisso. La ragione è semplice: questo basso tasso compensa il rischio di fluttuazioni dei tassi di mercato.
  • A differenza dei mutui a tasso fisso, è possibile pagare l'intero mutuo a tasso variabile (o parte di esso) senza pagare penali.
  • Quando il tasso di mercato sale, è possibile modificare i termini del prestito e sottoscrivere un prestito a tasso fisso.
  • Lo svantaggio principale del mutuo a tasso variabile è ovviamente il rischio legato alla variazione di questo tasso. Il mutuo a tasso variabile non è raccomandato per i prestiti a lungo termine, con questioni importanti come il finanziamento di una residenza principale.


Istruzioni Video: Le trappole nascoste dietro i tassi dei mutui