In Questo Articolo:

In un'abitazione, succede regolarmente che gli zoccoli del lavello della cucina. Per evitare di dover spendere una fortuna e dover assumere un idraulico, è meglio usare una ventosa per sbloccare il lavandino.

Utilizzare una ventosa per sbloccare un lavandino

Utilizzare una ventosa per sbloccare un lavandino

Perché usare una ventosa?

Se occupi una casa o un appartamento, probabilmente ti sei già trovato di fronte un problema di salute intasato. Che si tratti del lavello della cucina, del lavandino del bagno, della doccia o del gabinetto, l'inconveniente è sempre lo stesso. Inoltre, questo tipo di situazione tende a ripetersi abbastanza regolarmente, se il tutto non viene spesso mantenuto.
Nella maggior parte dei casi, un lavandino si intasa a causa della formazione di un mucchio di capelli, sapone e residui di cibo, nelle tubature o al livello del sifone. Questa accumulo di rifiuti quindi forma un tappo che impedisce all'acqua di fuoriuscire normalmente attraverso il tappo.

Per evitare la rovina sollecitando l'intervento di un idraulico e per preservare l'ambiente vietando l'uso di sostanze chimiche, l'uso di una ventosa per sbloccare un lavandino sembra essere la migliore opzione in ogni modo. Infatti, l'utilizzo di una ventosa per sbloccare un lavandino è sia rispettoso dell'ambiente che economico. Tuttavia, il risultato non è garantito, perché a seconda dei casi, il problema può essere più o meno complesso.

Si noti che per l'adesione ottimale, il diametro della ventosa usato dovrebbe essere appena più grande di quello dello scarico del lavandino per sbloccare.

Come sbloccare un lavandino con una ventosa?

Utilizzare una ventosa per sbloccare un lavandino è un'operazione semplice che rimane alla portata di tutti.

Per sbloccare il lavandino, il materiale richiesto è minimo, vale a dire un ventosa e un asciugamano bagnato.

Per svuotare correttamente il lavandino con una ventosa, è necessario seguire alcuni passaggi.

  • Innanzitutto, riempire il lavandino con acqua calda, in modo che la campana di gomma nella ventosa sia parzialmente immersa.
    Se il lavandino è costituito da due contenitori o ha un sistema di prevenzione del trabocco, è necessario collegare tutte le altre prese attraverso le quali l'acqua può fluire e dove l'aria può fluire, utilizzando esempio di un asciugamano bagnato. Questa tecnica è in grado di ottimizzare l'azione della ventosa.
  • Quindi, dopo aver rimosso il tappo dal tappo, posizionare rapidamente la ventosa sui tubi e perpendicolare alla vasca del lavello, in modo che la campana aderisca al supporto.
  • Usando il manico di legno della ventosa, muoviti su e giù per incoraggiare il flusso dell'acqua. Non smettere di azionare la ventosa, a patto che il lavandino non sembri completamente aperto.


Istruzioni Video: Come sturare lo scarico del lavandino