In Questo Articolo:

Le entrate fondiarie coprono tutte le entrate derivanti dal noleggio di beni immobili. Il regime fiscale applicabile varia a seconda che si tratti di un'abitazione vuota o di un'abitazione ammobiliata. Le agevolazioni fiscali sono diverse a seconda dello stato del locatario e dell'importo del reddito da locazione.

Imposte per fornire un leasing vuoto

Due schemi si applicano a seconda della situazione del padrone di casa.

1- La vera dieta
Questo schema è possibile se il reddito supera i 15.000 euro. È anche possibile optare volontariamente per questo dispositivo che diventa quindi obbligatorio per tre anni. Il calcolo dell'imposta viene effettuato sul risultato del reddito lordo, cioè i canoni effettivamente riscossi durante l'anno, meno le spese deducibili (ristrutturazioni, assicurazioni, spese condominiali...). Le somme devono essere riportate sul modulo n° 2044 (dichiarazione di reddito da terra) da allegare alla dichiarazione n. 2042.

2- Il regime microterra
Questo schema è per i proprietari il cui reddito rimane sotto la soglia di 15.000 euro. Il calcolo dell'imposta sui redditi fondiari viene effettuato solo per il 70% del reddito da locazione, dopo la detrazione automatica del 30% da parte delle autorità fiscali. Non è allora possibile dedurre le spese di comproprietà o lavori.

Tassazione per un affitto arredato

Si ricorda che un noleggio arredato deve soddisfare determinati requisiti in termini di attrezzature e mobili. Ci sono diversi status di noleggio forniti dal reddito da locazione.

  • Schema microimpresa o micro-Bic

Il proprietario è soggetto al regime di microimpresa a condizione che il reddito derivante dal noleggio non superi i 32.900 euro. L'ammontare lordo dei redditi da capitale deve essere indicato sulla dichiarazione n. 2042 C. L'amministrazione fiscale applica una detrazione forfettaria automatica del 50% e non è possibile effettuare ulteriori detrazioni.

  • Piano di benefici reali

Se il reddito supera i 32.900 euro, si applica il vero regime semplificato o il normale schema reale. Lo status fiscale del locatore ammobiliato non professionale (LMNP) apporta un certo numero di agevolazioni fiscali e possibili detrazioni.

Nel caso di una loggia arredata professionale o LMP, lo stato richiede a Registrazione RCS o Registro delle Imprese e delle Imprese. I ricavi devono essere superiori a 23.000 euro, tasse incluse, annualmente. Devono inoltre superare tutte le altre risorse della casa delle imposte. Grazie a numerosi vantaggi fiscali, le tasse sui redditi da terra sono particolarmente vantaggiose per il locatore.

Altre esenzioni a terra

Va notato che in alcune situazioni, può essere il proprietario di un appartamento ammobiliato esenti dalla tassa di proprietà. Questo è particolarmente il caso per gli affitti raccolti per il noleggio ammobiliato di una stanza inclusa in una residenza principale. L'importo non deve superare 760 euro all'anno, un importo definito e rivalutato dalle autorità fiscali. In gergo, si tratta di "piccoli affitti".


Istruzioni Video: La Tassazione degli Investimenti Finanziari