In Questo Articolo:

Non sono solo i lavori di ristrutturazione energetica che possono beneficiare di un credito d'imposta; Le spese per migliorare l'alloggio in modo che possano essere utilizzate dagli anziani o dalle persone con disabilità danno loro diritto a specifici aiuti finanziari e crediti d'imposta.

Il credito d'imposta e l'assistenza per gli anziani o i disabili

Il credito d'imposta e l'assistenza agli anziani o ai disabili

Credito d'imposta per l'assistenza agli anziani o ai disabili: per chi?

Come suggerisce il nome, il credito d'imposta aiuta gli anziani e le persone con disabilità è per gli anziani e / o dipendentiche vivono a casa e che desiderano installare attrezzature specifiche, con l'obiettivo di essere in grado di vivere a casa il più a lungo possibile.
Per usufruire di questo credito d'imposta, la persona deve:

  • Sii il proprietario della casa o l'inquilino o addirittura vivi gratuitamente
  • Esegui il lavoro nella sua residenza principale, che deve essere in Francia
  • Avendo completato i suoi lavori tra il 1 gennaio 2005 e il 31 dicembre 2017 (2014 all'inizio, ma come il PTZ, questo specifico credito d'imposta è stato esteso per 3 anni!)
  • Avere il suo lavoro svolto da una società che lo fornirà un attestato indicando che l'apparecchiatura è destinata all'uso da parte di una persona anziana e / o disabile

Molto buono a sapersi: se si sta pianificando, si possono già eseguire questi lavori di pianificazione in anticipo! Si può effettivamente beneficiare del beneficio fiscale anche se nessun anziano o disabile è ancora installato nell'alloggiamento.

Credito d'imposta per l'assistenza agli anziani o ai disabili: per quali spese e in quale misura?

Lavori o attrezzature che danno origine al credito d'imposta aiuto per anziani o disabili sono:

  • Impianti sanitari, come servizi igienici per persone dipendenti, docce per persone con mobilità ridotta, lavelli con altezza regolabile...
  • Attrezzatura intesa per rafforzare la sicurezza abitativa: tutti gli accessori come maniglione o barra di stiratura, rivestimento antiscivolo nella doccia, montascale...
  • il ascensori trazione elettrica

In termini di tassi, il credito d'imposta rappresenta il 25% delle spese e riguarda sia il prezzo di acquisto delle attrezzature che il costo della manodopera.

C'è un massimale per le spese: oltre 5 anni, non devono superare 5000 € per una singola persona, e 10 000 € per una coppia sposata, con un aumento di 400€ per dipendente.

Da notare: per l'ascensore elettrico, il credito d'imposta è possibile solo se il lavoro è stato fatto entro due anni dalla costruzione dell'abitazione. Inoltre, il credito d'imposta si applica solo al prezzo dell'attrezzatura e non alla manodopera.


Istruzioni Video: Consiglio Comunale del 30 Marzo 2017