In Questo Articolo:

Progettato per parti lunghe e voluminose, travi o profili metallici, questo tavolo da taglio è completato da due domestiche regolabili in altezza. Offerto da Jean-Marie HASSE, garantisce una lavorazione seriale accurata ed efficiente.

Un tavolo da taglio ben servito

Livello: avviato
Realizzazione: ca. 25 ore
Costo: ca. 99 €
Mini attrezzatura: saldatrice ad arco, smerigliatrice, trapano

Vedi il piano di questa realizzazione (in pdf): Un tavolo da taglio ben servito: il piano

La struttura

L'elemento principale, il tavolo, è fatto di ferri del fabbro di diverse sezioni assemblati per saldatura ad arco. È montato su quattro ruote per facilitarne il movimento. Il piano in truciolare da 19 mm è rivestito con lastre di alluminio spesse 5 mm che possono essere facilmente rimosse per il montaggio di utensili elettrici. Due supporti dotati di guide e arresti offrono una distanza aggiuntiva di 800 mm: è apprezzabile, in particolare per la lavorazione di serie. Entrambe le cameriere offrono una buona stabilità alle parti pesanti e ingombranti. Possono essere disposti per accogliere parti grandi, strette o cilindriche.

Il tavolo

È arroccato su quattro gambe di profilo di 25 x 50 mm, irrigidite nella parte inferiore da due traverse unite da un longherone centrale. Queste tre parti vengono tagliate nel profilo di 20 x 40 mm. Per formare una cornice uniforme, un telaio di supporto del vassoio è saldato alla sommità dei piedi. I suoi quattro lati, 25 x 25 mm di angolo, sono squadrati. Prima della saldatura definitiva, si raccomanda di puntare tutte le parti per correggere eventuali errori.

■ I piedi ricevono ciascuno una piastra di ferro piatta da 6 mm, forata e filettata per il fissaggio delle ruote orientabili. Un truciolato da 22 mm viene avvitato sulle guide inferiori e longherone. È dentellato agli angoli ai piedi. Il tavolo da sega è anche dotato di un ripiano intermedio. In un pannello laminato da 16 mm, poggia su due staffe di supporto (sezione: 10 x 30 mm), avvitate su entrambi i lati sulla base all'altezza desiderata.

■ Il piano del tavolo è tenuto in posizione mediante bulloni di diametro 5 mm, spinti dal basso. Le sue tre placche (centro e estremità) sono fissate con le stesse viti ma dall'alto. La piastra centrale, tre volte più larga delle altre due, consente l'attacco di una sega radiale (sono previsti fori diversi a seconda del modello). Gli altri due, identici, ricevono le parentesi e le diapositive di estensione. Se si desidera rimuovere il gruppo piastra / sega, nella piastra devono essere previsti dei fori sufficientemente grandi da far passare i dadi di montaggio della sega.

Un tavolo da taglio ben servito: taglio

Il telaio del tavolo finito, le ruote sono avvitate sotto le piastre saldate alla base dei piedi. Faciliteranno i movimenti, quelli con la stabilizzazione del freno durante il lavoro.

Parentesi di estensione

Per allargare la superficie di appoggio, due supporti coperti da un ripiano in alluminio vengono avvitati alle estremità della piastra. Realizzati con un pezzo di abete smussato all'estremità, hanno una sezione di 80 x 80 mm, ma il loro spessore deve essere determinato in base alla base della sega per ottenere un piano di lavoro continuo.

■ Una piastra inferiore, realizzata in alluminio da 5 mm, fornisce il collegamento tra il supporto e il tavolo. Per questo motivo ha due fori filettati, per barre filettate Ø M10 le cui teste scompaiono in fori Ø 25 x 15 perforati nel legno. Queste viti devono essere abbastanza lunghe da essere serrate sotto la piastra da un dado, inserendo una rondella.

■ Il fissaggio di ripiani e piastre, forato con fori svasati, viene effettuato con bulloni da 5 mm. Un cursore può essere avvitato sul lato di ciascun supporto per facilitare la lunghezza dei pezzi.

Una lettura semplificata

Una lettura semplificata

Coperto con una piastra di alluminio, il supporto di estensione è dotato di un righello, fissato sul bordo, che consente una lettura diretta delle misure, fornendo un notevole comfort di lavoro.

Il sistema di arresto

Posto all'ingresso del tavolo, è composto da due parti interamente metalliche: una fissa, l'altra scorrevole. Il primo consiste di un "mozziconeØ fisso 10 mm supportato ad un'estremità da un ferro piatto (telaio) saldato verticalmente su una base La parte scorrevole include un altro mozzicone, ma Ø 8 mm, parallelo al primo a cui è collegato da due diapositive regolabili ciascuno per mezzo di due cacciaviti "violinoLa sua estremità, sul lato del tavolo, è inoltre dotata di un fermo piatto. Per memoria, lo stub è un tubo rinforzato, particolarmente utilizzato nella fabbricazione di condotti idraulici.

Un tavolo da taglio ben servito: tavolo

Il dispositivo di arresto intercambiabile, con il suo mozzo scorrevole in solidarietà con la staffa di estensione, facilita regolazioni precise, in particolare per la lavorazione di serie.

■ La base è forata con due fori filettati M8 che ne consentono il fissaggio sul tavolo. I cursori, fatti di acciaio tirato 12 x 20 mm, devono essere forati insieme con un diametro di 2 mm inferiore a quello dei tronchi. Questo rende possibile regolarli all'alesatore e ottenere uno scorrimento grasso.

■ Gli spessori provengono da una barra in acciaio trafilato Ø 20 mm. Come i cursori, sono forati e maschiati al diametro M6 per il bloccaggio con viti di violino. Per aumentare le tue possibilità di lavoro, puoi fornire un secondo stub scorrevole la cui estremità, infilata questa volta, può ricevere diversi tipi di stop: mitra (vedi diagramma) o altro.

Concentrati sui tagli obliqui

Concentrati sui tagli obliqui

Per i tagli obliqui, è sufficiente montare all'estremità del perno scorrevole un arresto con un angolo appropriato (rosso) che garantirà una buona manutenzione dei pezzi.

Le cameriere

La loro realizzazione inizia con la base: una manica di Ø 17/21 mm rinforzata da un treppiede saldato. Quest'ultimo, con un angolo di 20 mm, è composto da tre elementi con estremità smussate. Il tubo ha un foro nella parte superiore dotato di un dado saldato Ø M8 per la maniglia di serraggio di un tubo scorrevole (o candela) di Ø 14/16 mm. La sua lunghezza è calcolata in base alle altezze di lavoro desiderate.

■ Per quanto riguarda il sistema scorrevole, guadagnerete diverse candele intercambiabili, ciascuna dotata di un supporto diverso a seconda delle parti da lavorare. Ad esempio, un piatto girevole smussato saldato con due fori maschiati per il montaggio di una culla "V" rimovibile. Nell'angolo ottonato, ha due luci per fissarlo con viti e dadi sulla piastra. Per pezzi di grandi dimensioni, è stato prodotto un supporto quadrato in ferro da stiro di 20 x 20 mm, dotato a ciascuna estremità di una ruota di Ø 20 mm che sporgeva leggermente dalla sua faccia superiore.

Supporto per tubi e cilindrico

Supporto per tubi e cilindrico

Sormontato da una "V" a culla, fiancheggiata da tacche arrotondate, questo supporto è destinato a tubi e profili cilindrici. Perfettamente bloccato, è facile vederli e modellarli.

finiture

Alla fine della costruzione, la scoria viene rimossa dalle saldature e le corde sono molate. Le parti metalliche vengono quindi sbavate e sgrassate prima di essere coperte con una vernice antiruggine. Le superfici in alluminio sono finemente levigate con un abrasivo metallico e coperte con una vernice spray. Resta da rivestire leggermente i vetrini di un grasso a base di silicone.

Info

Fornire due ruote frenate, per garantire una buona stabilità generale durante il lavoro. Una candela può essere equipaggiata con un supporto a rulli che faciliterà lo scorrimento di pezzi lunghi. Un secondo sistema di scorrimento non sarà inutile: sarete in grado di smaltirlo all'uscita come all'ingresso del tavolo.


Istruzioni Video: FAI DA TE | Come costruire un banco fresa | Parte 1