In Questo Articolo:

Gli standard di inclinazione del tetto sono necessari per garantire la sicurezza di una casa. Ma i calcoli che chiedono non sono sempre accessibili per l'individuo. Meglio rivolgersi a un professionista come un roofer o un architetto. Ecco alcuni elementi per capire meglio gli standard sulle pendenze del tetto...

Norme sulle pendenze del tetto

Norme sulle pendenze del tetto

Pendii sul tetto: quali sono gli standard?

La pendenza del tetto ha una grande importanza perché garantisce la solidità, resistenza al vento ed evacuazione dell'acqua piovana. Il calcolo della pendenza non è sempre lo stesso, dipende da diversi fattori. Questo è il motivo per cui sono state introdotte norme obbligatorie. Sono disponibili in il DTU (Documento tecnico unificato). Esistono clausole di costruzione e regole di calcolo. Attenzione, una costruzione che non è il DTU standard non è coperta dall'assicurazione.

La pendenza del tetto in base alla situazione del tuo habitat

Uno dei criteri per il calcolo della pendenza del tetto è la situazione dell'habitat. Il grado più o meno importante dipenderà dall'esposizione del tetto all'ambiente. Vengono presi in considerazione tre tipi di spazi: protetti, normali, esposti. Le abitazioni protette sono quelle riparate dal vento. Questo è il caso ad esempio di un terreno circondato da colline. Una situazione normale corrisponde a una costruzione in corso un terreno piatto I tetti esposti sono quelli che fanno più vento e tempo, ad esempio, costruzioni in altezza.

La zona climatica

Ci sono tre zone climatiche in Francia che vengono prese in considerazione quando si calcola la pendenza del tetto. Queste aree tengono conto del clima e della posizione geografica.

  • Zona 1 riguarda abitazioni a più di 40 km dalla costa. Devono anche essere a 200 metri sul livello del mare.
  • Zona 2, dista da 20 km a 40 km dalla costa o da 200 metri a 500 metri sul livello del mare.
  • Zona 3 raggruppa le regioni a meno di 20 km dalla costa e più di 500 metri sul livello del mare, questa zona è la più esposta.

Le pendenze minime si trovano tra 30% e 70%. Più aree sono esposte, maggiore è la pendenza, ma questo dipende anche dal materiale di copertura, dalla forma e dal tipo di nidificazione scelto. Su questo argomento complesso, è consigliabile chiedere il parere di uno specialista.

Il materiale del tetto

Inclinazioni minime sono forniti in base al materiale utilizzato per il tetto. Ad esempio, per un tetto di paglia, deve essere fornito almeno il 40% della pendenza. Per tetti a tegole o tegole, sarà una pendenza del 20% da prevedere. Fai attenzione, queste sono le raccomandazioni di base e dovresti chiedere il parere di un architetto o di un professionista.

Altri criteri dovranno essere presi in considerazione quando si effettua il calcolo. Un tetto piano e una terrazza sul tetto devono anche avere una pendenza. Può andare dall'1 al 5% in base alla dimensione. L'elenco dei materiali utilizzabili è inserito nella DTU. Dal momento che la legge Grenelle, c'è anche il tetto verde.


Istruzioni Video: SKA Poultry Mobile House