In Questo Articolo:

La vendita di una casa passa inevitabilmente attraverso una serie di controlli amministrativi. Pertanto, è necessario garantire che la proprietà non sia soggetta a un diritto di prelazione. Scopri il principio di base del diritto di prelazione, la sua applicazione in caso di alloggi in affitto e nelle zone DPU.

Il diritto di prelazione, che cos'è?

Per quellouna transazione immobiliare può essere concluso, il proprietario, o più in generale il notaio responsabile delle procedure amministrative, deve prima assicurarsi che l'alloggio non sia soggetto a un diritto di primo rifiuto.

In presenza di tale diritto, l'acquisizione della proprietà deve essere proposta in via prioritaria al suo beneficiario. Quest'ultimo può quindi sostituire (o meno) il potenziale acquirente. Questo approccio è chiamato la "purga".

Esistono molti diritti di prelazione che riguardano ciascuno un beneficiario specifico. L'essere più comune:

  • il diritto di prelazione del locatario;
  • il diritto di prelazione urbana (DPU).

Vendita di un'abitazione: diritto di prelazione del locatario

1. Il locatario beneficia del diritto di prelazione in caso di prima vendita di un'unità che è stata oggetto di una divisione.

2. Il proprietario deve quindi comunicargli il prezzo e le condizioni di vendita della proprietà, mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

3. L'inquilino beneficia quindi di un ritardo di 2 mesi per rendere note le sue intenzioni.

4. Se non desidera acquisire la proprietà, il comune recupera il diritto di prelazione.

5. Se accetta di acquistare la proprietà al prezzo richiesto, l'inquilino ha un ritardo di 2 mesi per chiudere la vendita (aumentato a 4 mesi se in prestito).

Vendita di un'abitazione: diritto di prelazione urbana

Le autorità locali (cioè i comuni) hanno un diritto di prelazione urbana che consente loro di acquisire priorità beni offerti in vendita in una delle aree interessate da questo diritto.

Una procedura che deve quindi consentire l'attuazione di "operazioni di interesse generale", come ad esempio: l'installazione di strutture pubbliche.

Proprietà interessate dalla DPU:

  • qualsiasi costruzione completata per almeno 10 anni;
  • qualsiasi titolo di società immobiliare (alcune condizioni devono comunque essere rispettate qui per far valere la DPU).

Nota: alcuni beni sono esenti dalla DPU, compresi quelli donati o ereditati.


Istruzioni Video: IL DIRITTO DI PRELAZIONE