In Questo Articolo:

La tua bella erba una volta così verde, così densa, ora è tutta gialla? Schiuma Crippled? Eppure gli dai regolarmente il miglior fertilizzante, lo innaffia, lo coccoli... Ma da quanto tempo sei passato attraverso lo scarificatore?
Uno dei segreti per mantenere un prato bello, molto verde e molto buono è la scarificazione.

Perché hai bisogno di scarificare regolarmente il tuo prato?

Il calpestio, la pioggia, i residui di erba e di erba che rimangono sul terreno o le mulinazioni, le radici superficiali che finiscono per ingarbugliarsi, tutto questo crea un infeltrimento.
Forma uno strato fibroso impenetrabile che trattiene l'umidità e favorisce l'aspetto della schiuma. Bloccando lo scambio di gas e il passaggio dell'acqua, questo feltro finisce per soffocare il tuo prato. Permette la scarificazione per eliminare tutte quelle parti morte che ingialliscono il tuo bel prato una volta così verde.

Lo scarificatore sta andando lacerare la superficie del terreno e le radici dell'erba da 2 a 4 mm di profondità. Quindi fa girare il terreno e tira via l'infeltrimento. Stai attento, produce molti rifiuti. E non sorprenderti se dopo il passaggio dello scarificatore il tuo prato sembra squallido e molto meno bello.
Siate certi, liberi da infeltrimento, lei sarà in grado di farlo rigenerare e crescere ancora di più. Cogli l'occasione per portare un fertilizzante organico o possibilmente per effettuare una semina della lamina.

Quando dovresti scarificare il tuo prato?

Un giovane prato non ha bisogno di essere scarificato. È solo dopo 3 o 4 anni che è necessario il lifting!
L'ideale e per effettuare la scarificazione 2 volte all'anno:

  • Alla fine dell'inverno, dopo le ultime gelate, per eliminare l'infeltrimento che si è formato durante l'inverno.
  • In autunno, prima delle prime gelate per rafforzare il prato prima dell'inverno.

E soprattutto, scarificare prima di procedere a ribollire le piantine.
Se l'operazione sembra lunga e noiosa, fai lo sforzo almeno una volta all'anno. La bellezza del tuo prato sarà la tua ricompensa.

Come scegliere uno scarificatore?

Esistono diversi tipi di scarificatori. La scelta di un modello dipende principalmente dalla superficie che devi lavorare.

  • Il sacerdote rastrella: Si presenta come un rastrello ma con i coltelli anziché i denti. È il più semplice e il più economico, ma anche il più faticoso da usare. È possibile solo per aree molto piccole.
  • Lo scarificatore manuale su ruote: Sembra un piccolo clipper e devi spingerlo. È utile per una superficie non superiore a 100 m².
  • Lo scarificatore elettricoÈ perfetto per ringiovanire un prato fino a 500 m². Adatta il suo potere alla tua superficie.
  • Lo scarificatore termico: Essenziale per i supermercati, oltre i 500 m², sia per l'autonomia che per la potenza.

I modelli elettrici e termici sono dotati di due tipi di utensili da taglio: pettini o coltelli. Il vantaggio dei coltelli è che incideranno la terra più profondamente permettendo anche di ventilarla. Ciò migliora lo scambio di gas e facilita la penetrazione dei nutrienti.

La scelta delle larghezze di lavoro (da 30 a 50 cm) e il numero di pettini o coltelli (da 9 a 38) dipendono dalla superficie da lavorare. Più sei grande, più sarà comodo scegliere un'ampia...

Allo stesso modo, non esitare a prendere un modello con un serbatoio di recupero anche se è più costoso. Rimarrai sorpreso dal volume di rifiuti (erba morta, muschio) che genera la scarificazione. E devi raccogliere tutto!

A quale prezzo comprare uno scarificatore? Il prezzo di uno scarificatore elettrico è tra 90 e 350 €. Da una termica va Da 300 a più di 500 €.
Se non vuoi investire in uno scarificatore, perché viene usato una o due volte l'anno, pensa al noleggio.


Istruzioni Video: Arieggiare il Prato. Quando e Come Farlo.