In Questo Articolo:

Massoneria, integrata o segnalata? La fornitura di produttori è cresciuta significativamente negli ultimi anni... al punto che è diventato difficile definire i criteri di scelta! Una breve panoramica.

scegli una cabina doccia

Il vantaggio principale di una doccia standard è il suo ingombro ridotto che consente l'installazione ovunque sia fornita una rete adeguata. Per un uso confortevole, contare almeno 80 cm di larghezza per un modello rettangolare e 90 cm di diametro se è curvo. A differenza del bagno, le dimensioni della doccia non influiscono sul consumo di acqua. Non esitate a pensare in grande!

Pensa agli schizzi

Una volta che le dimensioni sono state scelte, definire l'accesso al ricevitore. Il più semplice è l'ingresso libero, senza porta, con possibilmente una tenda per evitare schizzi. I produttori offrono spesso porte e persino camere d'aria.
• La porta rimane un classico. Vengono proposte tutte le modalità di apertura. Una classica porta a battente offre un'ampia larghezza di accesso. Ma dobbiamo tener conto delle sue dimensioni nella stanza.
• Se è in rotazione, la larghezza di accesso viene ridotta (ma anche lo spazio richiesto). Infine, le pieghe pieghevoli sono diventate rare.
• L'accesso può essere da un lato o da un angolo. La seconda soluzione è preferibile se il bagno o il ricevitore sono piccoli.

Prestare particolare attenzione alla tenuta stagna, alla qualità dei giunti e alla modalità di chiusura se si sceglie l'idromassaggio e i getti pressurizzati.

Rubinetti tutto in uno

Nella sua forma più semplice, la doccia è dotata di un miscelatore, possibilmente termostatico, un tubo flessibile e una mela. Ma la tendenza è sulle colonne, con più ugelli e usi altrettanto numerosi. In questo settore, sembra che non ci siano più limiti: numero di ugelli (fino a 17) oltre al soffione e doccetta, programmazione elettronica, pressione del getto regolabile, appannamento, con o senza bolle d'aria... È anche possibile avere l'opzione vapore, fornita per progettare una cabina doccia completamente chiusa per contenere il vapore del generatore e la temperatura, fino a 50° C.

• Soprattutto, ponete la domanda sull'interesse di queste complessità, specialmente se la doccia deve essere utilizzata da tutta la famiglia. Perché i programmi di massaggio sono generalmente pensati per un adulto di media taglia e non per un bambino. D'altra parte, più l'attrezzatura è facile da usare, più sicura è. E i rischi di rottura, ridimensionamento o perdita sono limitati.

• Oltre alle apparecchiature per rubinetteria, i produttori propongono di sollecitare tutti i sensi: l'odore, con i diffusori dei profumi, la vista grazie ai LED incorporati, l'udito con la radio o un lettore mp3. Manca solo il gusto!

• Dal lato del comfort, pensa ai ripiani, sempre utile, o anche al sedile se pensi di prolungare la durata della tua permanenza nella doccia.

Attrezzatura specializzata

Progettato per gli anziani o gli handicappati, questa attrezzatura si è sviluppata e può beneficiare di un credito d'imposta.

I più semplici (barre di sostegno, sedile retrattile) e quelli più specializzati (accessori regolabili, docce pensate per l'uso su sedia a rotelle) sono disponibili presso la maggior parte dei rivenditori di apparecchiature sanitarie.

• Il codice generale delle imposte (in particolare l'articolo 200c A) stabilisce un credito d'imposta per "l'acquisto di attrezzature appositamente progettate
per persone di età o disabili, "installato da un professionista, nella residenza principale. Il credito d'imposta è limitato, per un periodo di cinque anni, a € 10.000 per una coppia, più € 400 per dipendente e calcolato al tasso del 25% delle spese sostenute (materiale e lavoro). Questa misura è stata prorogata fino al 31 dicembre 2010 dalla legge finanziaria per il 2010 (articolo 43).

• Tuttavia, si deve sapere che i prezzi di questi adattamenti sono spesso elevati, anche quando si incorporano le disposizioni del credito d'imposta.

Molti tipi di doccia

Le cabine doccia sono generalmente raggruppate in tre famiglie principali: docce in mattoni, docce dotate di schermi e pareti mobili, cabine integrali. Ma i confini stanno svanendo: alcune cabine integrali non sono più completamente chiuse, i gruppi di pareti sono forniti con i rubinetti (o il ricevitore), la doccia in muratura ha i suoi corredi completi, pronti a rivestire...
Per vedere chiaramente, prenditi il ​​tempo per studiare le diverse soluzioni e visitare le sale espositive di diversi rivenditori di attrezzature sanitarie.

Punti comuni e divergenze

• Il ricevitore

Il piatto doccia può essere installato o incasso. Nel secondo caso, non c'è mercato. Ma la connessione è più delicata e deve essere eseguita contemporaneamente alla soletta. Nel rinnovamento, un trucco è creare un podio in cui è incorporato il ricevitore. I recipienti sono più spesso resina (più o meno caricata con polveri minerali) come il resto delle apparecchiature sanitarie (vasche da bagno, lavandini, lavabi...). La ceramica è ancora proposta per soluzioni murate o murate, ma non in cabine integrali.

• Standard elettrico

I volumi di sicurezza 1 e 2 intorno alla doccia possono essere limitati da una parete fissa o mobile se l'altezza è maggiore o uguale a quella del volume in questione (2,25 m) o, in determinate condizioni specifiche, se misura almeno 1,80 m. Questa regola si applica a tutti i tipi di docce, indipendentemente dalla loro posizione, stanza inclusa.

• Vetro di sicurezza o policarbonato?

Il policarbonato rimane ampiamente utilizzato per realizzare pareti opache, ma è praticamente scomparso per le porte e le partizioni trasparenti. Sì, è sensibile ai graffi. Ma è infrangibile, leggero ed economico. L'offerta è quindi concentrata su vetri temperati di sicurezza da 3 a 8 mm a seconda del modello. Le opzioni sono il trattamento anticalcare e l'arredamento serigrafato. La tendenza è verso la trasparenza a scapito della glassa.

• Hammam, idromassaggio, acqua calda e pressione

Per utilizzare al meglio questa apparecchiatura, è consigliabile collegarli a un serbatoio di stoccaggio (serbatoio dell'acqua) piuttosto che produrre acqua calda istantanea e avere una pressione di almeno tre barre per una portata. almeno quindici litri al minuto.

• Scarico

Se non è incluso nel set acquistato, scegli un flusso ampio, rimovibile e extra piatto. Pulirlo regolarmente, soprattutto con un piatto doccia a filo o incassato per evitare fuoriuscite dal primo ristagno.

Tre tipi di docce con una lente d'ingrandimento

Docce massoneria cabine doccia,
schermi e pareti
Cabine integrali
descrizione• Pareti in muratura fatte di mattoni, piastrelle impermeabili, blocchi di vetro...
• Doccia indipendente o cabina doccia.
• I rubinetti più spesso integrati nei muri.
• In kit, con due o tre lati per docce rettangolari o semicircolari.
• Porte all'unità, per chiudere uno spazio in muratura. Le pareti generalmente vetrate si adattano al piatto doccia esistente e si attaccano alla parete.
• Disponibile anche per docce walk-in e personalizzate, per spazi speciali (soffitte per esempio).
• Set completo pronto per l'installazione con piatto doccia, parete e rubinetto (in genere resina sintetica + vetro).
• Diverse opzioni: l'aspetto della vetratura, la raffinatezza dei rubinetti, l'illuminazione, la musica...
indicazione
di prezzo *
• Da € 200 (rubinetti inclusi).
• Idromassaggio da 400 €.
• Da € 76 (esclusi rubinetti) e fino a € 4.276.
• Prezzo medio intorno a 450 €.
• Da € 209 e fino a € 13.515.
• Prezzo medio tra € 1.500 e € 2.000.
benefici• Scelta di dimensioni e finitura
(piastrelle, tadelakt...).
• La soluzione più economica.
• Numerosi kit per facilitare l'installazione
(rubinetto incorporato, scarico flessibile...).
• Scelta di dimensioni e combinazioni infinite.
• Glazing non maschera la luce.
• Modalità di installazione semplice con ancoraggi a muro e pafois nel pavimento. Prestare attenzione alle impostazioni di allineamento e al peso degli schermi.
• Scelta di tasselli adatti.
• Pareti che possono essere posizionate su una vasca da bagno.
• Assemblare, è giù.
• Nessuna sorpresa, soprattutto per tenuta o allineamenti.
• Cabine molto spesso indipendenti, senza fissaggio a muro.
svantaggi • Sito lungo e complesso, in particolare per l'idromassaggio o il bagno turco.
• Sigillare i difetti che sono quasi inevitabili a lungo termine.
• A metà strada tra la doccia in muratura e l'intera cabina, questa soluzione combina gli svantaggi piuttosto che i vantaggi (tenuta, adattamento, livello di equipaggiamento).
• Il prezzo non include il ricevitore e i rubinetti (alla fine, il completamento della doccia è costoso).
• Nonostante alcuni sforzi nella fascia alta, il design è molto raramente al rendez-vous.
• Ci sono cabine dotate di un vassoio piatto ma nessuna doccia walk-in.
• L'uso di programmi a volte complicati.
• Con accesso diretto senza gradini, la doccia "à l'italienne" è molto di moda.
Ma attenzione alla qualità della realizzazione e ai problemi di tenuta.
• Per prenotare per il bagno principale (una doccia indipendente oltre al bagno, ad esempio).
• Conseguito più facile rispetto alla doccia in muratura e spazio limitato rispetto a una cabina integrale.
• Soluzione ideale per una piccola area doccia, ad un costo inferiore e senza complicazioni.
• High end riservato alle suite dei genitori e ai bagni super accessoriati.
• Importante: l'aliquota IVA ridotta del 5,5% non è applicabile all'acquisto di una cabina pronta per l'installazione ma solo alla sua installazione.

* I prezzi sono estremamente sensibili al grado di equipaggiamento nei rubinetti. Ad esempio, il prezzo della stessa cabina integrale può essere triplicato tra la sua versione
di base (doccia a mano) e quella di alto livello (idro e hammam). (Prezzo anno 2010)

Per sapere: senza perdere nulla nel comfort, l'installazione di un dispositivo "idro-economico" sul rubinetto consente di risparmiare il 50% di acqua suddividendo gocce d'acqua.
In un angolo, le docce a quarto di cerchio portano un notevole risparmio di spazio in un piccolo bagno.

Modello

Le cabine integrali si adattano, sia per le loro dimensioni che per le loro attrezzature, l'idromassaggio, la cromoterapia, l'hammam, la cascata...
Non manca nulla! (Modello "XXM" di Jedo al Cedeo).

Impianti sanitari: quale box doccia scegliere?: scegliere

Le pareti giocano sempre più la carta della trasparenza e della discrezione. La zona doccia è delimitata, con solo quello che serve per materializzarlo. Uno, due o tre lati, dipende da te.

("Jazz Series" di Leda).

Impianti sanitari: quale box doccia scegliere?: doccia

Doppio spazio, sinistra e destra, bagno centrale, materiali caldi, design privilegiato... La doccia è composta a volontà ed è costruita come un pacchetto completo dedicato al relax e al benessere ("Serie Madi", Rete Perene).

Pannelli Wedi

Per semplificare la disposizione del bagno, optare per pannelli di polistirolo espanso rinforzati con un tessuto di vetro rivestito. Fodera, muro, ricevitore, curva: vengono proposte molte opzioni
(Pannelli Wedi).

Per gli indecisi

Cabina e rubinetto

Bagno o doccia, non puoi scegliere? Quindi prendi entrambi. Presso tutti i rivenditori troverete sistemi combinati progettati appositamente per la doccia quotidiana e il bagno del fine settimana. A seconda del caso, si tratta solo di schermi da installare sull'attrezzatura esistente, cabine che associano pareti e rubinetti o set completi, inclusa la vasca da bagno. In ogni caso, prima dell'acquisto, verificare l'accessibilità e il comfort di utilizzo con i modelli esposti presso il proprio rivenditore.

Cabina e rubinetto "Conversion" di Valentin, da € 2.337 a € 2.368 al Cedeo.


Istruzioni Video: Come scegliere i sanitari per il bagno?