In Questo Articolo:

La stufa a gas rimane un classico. Ci piace perché è il più economico sul mercato. Inoltre, il controllo della cottura è visivo e immediato, basta girare una manopola per regolare la fiamma. Un altro vantaggio è che il gas è l'energia meno costosa. Ma quali sono i rischi associati a un fornello di questo tipo?

I rischi associati a una stufa a gas

I rischi associati a una stufa a gas

Stufa a gas, precauzioni da prendere

Perdite di gas sono i più temuti. Infatti il ​​gas naturale è inodore e quindi difficile da rilevare. Se si accumula, il rischio di incendio ed esplosione sono reali. Basta accendere una candela o una sigaretta o usare una bomboletta spray per scatenare un disastro.

Se la stufa è collegata al gas o alle bottiglie della città, è necessario soprattutto monitorare e modificare regolarmente i tubi di collegamento. Un buco anche se non è visibile può emettere gas e avere conseguenze drammatiche.
Secondo Gaz de France, il 98% degli incidenti, perdite e esplosioni di gas attribuibili al gas naturale sono dovuti all'obsolescenza degli impianti e alla mancanza di manutenzione degli apparecchi.

In generale, e soprattutto se si hanno bambini piccoli che sono in grado di gestire i pulsanti della stufa, è necessario chiudere la valvola di alimentazione del gas dopo ogni utilizzo.

È inoltre possibile optare per una stufa a gas con spegnimento automatico, quando la fiamma si spegne inavvertitamente. E se vuoi fare attenzione, installa un dispositivo di rilevamento gas. È una piccola scatola commercializzata su Internet e nei superstore fai-da-te. Il prezzo varia tra 30 e 80 €.

Cosa fare in caso di perdita di gas?

Se il rilevatore ti dice che c'è una perdita di gas o se hai dei dubbi, cercare aiuto al di fuori e aderire alle seguenti linee guida:

  • Non accendere la luce a casa o in sala, nemmeno nel mezzo della notte.
  • Non chiamare una rete fissa o un telefono cellulare.
  • Non toccare l'interruttore automatico.
  • Se vuoi avvisare i tuoi vicini, bussa alla porta senza suonare.
  • Non prendere l'ascensore, prendere le scale.
  • Chiama i vigili del fuoco da fuori casa.

Sapere
Il monossido di carbonio è un gas incolore, inodore e molto tossico. Con una media di 100 morti all'anno, il monossido di carbonio (CO) è la principale causa di mortalità accidentale da parte di sostanze tossiche in Francia.


Istruzioni Video: Intossicazioni da monossido: il vademecum dell’Asl per evitare incidenti