In Questo Articolo:

Sebbene i convettori abbiano molti vantaggi, come quello di aumentare rapidamente la temperatura, sostituirli con riscaldatori a inerzia può aumentare il comfort ma anche risparmiare denaro.

sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia

Materiale necessario

trapano
perforatore
trapano Ø 10 mm
porta punte e punta PZ 2
contro sega
campana
coltelli da rivestire
depressione
pistola di mastice
ancora di espansione
cacciavite elettricista

difficoltà: 2/4
costo: 550 € (radiatore e materiali di consumo)
tempo: un giorno

Per ragioni di costo, il numero di unità abitative rinnovate dagli anni '60 fino agli anni '90, o anche 2000, era dotato di riscaldatori elettrici di "primo prezzo". Modelli molto economici da acquistare, come ancora oggi troviamo a meno di € 30 per 1000 W.

Una sensazione di disagio

Sotto il loro rivestimento in lamiera d'acciaio c'è una resistenza controllata da un termostato primitivo (elettromeccanico).
Riscalda l'aria circostante che circola naturalmente attorno ad essa per convezione: sale al soffitto mentre si riscalda e poi scende di nuovo durante il raffreddamento.
Oltre a questo movimento perpetuo che trasporta polvere e particelle, la convezione ha anche l'effetto di asciugare l'aria.

Inerzia: un'altra modalità di trasmissione

È tuttavia possibile godere di un maggiore comfort e di risparmiare denaro con il riscaldamento elettrico... A condizione che l'alloggiamento sia adeguatamente isolato. Basta optare per una diversa modalità di trasmissione come l'inerzia: il calore viene trasmesso a un corpo riscaldante che accumula le calorie prima di renderle per irraggiamento. L'aria è quindi molto meno secca, più stabile e la temperatura più omogenea dall'alto verso il basso del volume riscaldato.
Le radiazioni sono ottenute attraverso materiali come la pietra o la ghisa. L'alternativa a questi materiali è il refrigerante contenuto nel radiatore più leggero del radiatore. Come tutti i riscaldatori ad inerzia (qui, modello "Balearic" a 1000 W di Thermor), queste apparecchiature sono adatte a cicli regolari dove i periodi di riscaldamento si alternano con i periodi di sosta, durante i quali l'inerzia prende il relè per mantenere una temperatura costante.
Questo tipo di riscaldamento non è infatti avviato all'ultimo momento e per un breve periodo di tempo, ad esempio in un bagno utilizzato occasionalmente. D'altra parte, può essere oggetto di un pilotaggio piuttosto fine, attraverso una regolazione elettronica i cui programmi si adattano alle abitudini di vita degli occupanti.

Che potere prevedere?

L'energia elettrica deve tenere conto di diversi criteri: la regione, i volumi da riscaldare (altezza sotto il soffitto, qualità dell'isolamento...), le abitudini e le esigenze degli occupanti (bambini, anziani...).
Come regola generale, conta all'incirca:

  • 30 W / m3 in una casa costruita dopo l'anno 2000
  • 40 W / m3 in una casa costruita tra il 1989 e il 2000
  • Da 50 a 60 W / m3 in una costruzione degli anni 1975-80
  • Negli 80 a 100 W / m3 per una casa prima del 1973.

Maggiore è il volume da riscaldare, maggiore è la potenza da distribuire: due radiatori da 1000 W sono migliori di uno da 2 kW.
Non esitare neanche ad aumentare la potenza dei dispositivi: basso costo aggiuntivo al momento dell'acquisto ma nessuno all'installazione (un radiatore di 500 W a piena potenza consuma tanto quanto un modello di 1000 W a 50 \%).

Risolvere il supporto

vecchio convettore

Il convettore originale sparirà a favore di un radiatore ad inerzia.
Questo si svolgerà dall'altra parte della finestra della baia per pulire il muro dietro la porta della comunicazione.

centra un radiatore

Per centrare il futuro radiatore sulla sua superficie di supporto a parete, iniziare disegnando due linee di allineamento verticali corrispondenti alle quantità del suo supporto.

posa di un supporto per radiatore

Usa il supporto dopo aver individuato il suo centro.
Allinearlo a un segno nel centro della superficie e segnare i fori. Qui, il muro è rivestito con cartongesso.

appendere un radiatore

Inserire gli ancoraggi per cartongesso con le loro viti.
Usa le speciali pinze che sostengono sotto le teste delle viti per espandere le caviglie dietro il muro.

Realizzazione del salasso

salasso elettrico realizzato con il cutter

Prima di qualsiasi intervento, spegnere l'alimentazione.
La posizione del nuovo radiatore (da installare sull'altro lato della finestra francese) richiede il disegno delle scanalature (qui nella fresa).

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: sostituire

Per tagliare il taglio iniziale, usa una lama seghetto o, meglio, una sega circolare: i suoi denti affilati e la sua impugnatura ergonomica lo rendono molto efficace.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: inerzia

Dall'altra parte della baia, concludi.
Alla fine, forare l'alloggiamento della scatola di giunzione (qui per il muro a secco) e incassarlo.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: inerzia

Misura e taglia le lunghezze della guaina corrugata che corrisponde alle due scanalature.
Mettili al loro posto e lasciali in attesa del cavo di alimentazione.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: della

Il cavo non è incorporato attorno alla baia ma è passato in scivoli...
Utilizzare uno di questi per tagliare il panno di vetro alla taglierina, a filo con la falegnameria.

3. Installazione di scivoli

3. Installazione di scivoli

Misurare le lunghezze dello scivolo da posizionare su entrambi i lati del vano.
Con un quadrato di 45°, traccia i tagli obliqui alla fine degli scivoli e usa un seghetto.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: convettore

Quindi fare un test e regolare se necessario per ottenere un supporto bianco impeccabile.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: convettore

Scava un muretto sopra le giunzioni a trunking per facilitare le loro connessioni.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: sostituire

Posta la posizione sullo scivolo e taglia un'apertura.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: sostituire

Metti una goccia di mastice sul retro dello scivolo e applicalo al muro.
Praticare uno scivolo e un muro su entrambi i lati dell'incrocio con il taglio per installare due tasselli.

4. Passaggio del cavo

4. Passaggio del cavo

Infilare la guaina nella scatola alla fine della scanalatura di partenza.
Quindi inserire l'estremità del cavo nella guaina e lasciare che il cavo sporga da 10 a 15 cm.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: convettore

Srotolare il cavo e posizionarlo nello scivolo più vicino.
Segui i contorni della baia.
Utilizzare clip speciali per tenere il cavo.

5. Fissare il supporto

5. Fissare il supporto

Lascia solo 15 cm di cavo oltre le scatole.
Scartare per 12 cm, spellare i conduttori di 1 cm e serrare le estremità in un domino.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: convettore

Avvitare la staffa di uscita del cavo sulla scatola da incasso, quindi chiudere accuratamente la scanalatura di avviamento con intonaco o gesso.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: convettore

Finisci l'arrivo sanguinante.
Non è necessario attendere che l'intonaco si asciughi: avvitare il supporto del radiatore direttamente nei perni precedentemente installati.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: convettore

Chiudi gli scivoli montando le loro coperture: basta premere su tutta la lunghezza con il piano della mano.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: radiatore

Sul nuovo lato del radiatore, come per la precedente scatola da incasso, avvitare il supporto del coprimozzo sulla scatola di derivazione del filo.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: della

Collegare il cavo del radiatore (dopo averlo accorciato se necessario) al domino (o terminale di collegamento automatico, tipo Wago).
Quindi installare il rivestimento dell'uscita del cavo.

Sostituire un convettore con un radiatore ad inerzia: della

Posizionare il radiatore sul supporto e mentre lo si tiene, stringere le viti che lo tengono in alto.
Rimettere la corrente nel circuito e testare l'operazione corretta.

trucco

trucco

Un radiatore elettrico può sempre essere rimosso prima della verniciatura... Può anche essere protetto con nastro adesivo e inclinato in avanti per passare dietro un rullo di vernice.

Supplies

• Radiatore inerziale
• Fodero cerchiato grigio ICA-3321 Ø 20 mm
• Scatola di derivazione e uscita filo
• Chute • Sigillante adesivo PU
• Tasselli adattati alla parete
• Cavo rigido rigido 3 x 2,5 mm2
• Domino o chioschi automatici
• Intonaco o riempitivo


Istruzioni Video: Radiatori Svedesi - La mia prova - Parte 1°