In Questo Articolo:

Riforma del codice urbanistico

"Da un'urbanistica di standard a un urbanesimo di progetto! "Il 26 maggio, il Segretario di Stato per gli alloggi, il signor Benoit Apparu ha svelato al pubblico gli obiettivi della nuova riforma del codice di pianificazione urbana francese. Si tratta di semplificare il lavoro di tutti gli attori del settore, sia professionisti che individui, per promuovere la costruzione di alloggi attraverso 72 proposte. Misure apertamente criticate soprattutto dagli architetti. Quindi, per fare la tua opinione, questa settimana HandymanDuanche ti invita a scoprire le proposte chiave di questa nuova riforma del codice urbanistico.


Permesso di costruire

Ancora una volta, questa proposta di riforma ha lo scopo di facilitare le procedure amministrative per i singoli. Pertanto, se si desidera ingrandire o aumentare la propria casa, la domanda di permesso di costruzione sarà obbligatoria da 40 metri quadrati anziché dagli attuali 20. Al di sotto di questa superficie, sarà sufficiente una semplice dichiarazione di lavoro e il tempo di attesa passerà da diversi mesi a uno. Inoltre, tutte le scadenze per ottenere un permesso di costruzione o qualsiasi autorizzazione saranno abbreviate. Infine, tutti i moduli da compilare per ottenere un permesso di costruzione o una dichiarazione di lavoro saranno disponibili su Internet. Una semplificazione dei permessi di costruzione è prevista anche per le suddivisioni. "La proposta principale consiste nel sottoporre a una semplice dichiarazione suddivisioni che non comportano la creazione di nuove strade o spazi pubblici. "

La superficie dell'edificio

calcola l'area di costruzione

La nuova riforma del codice di pianificazione urbana prevede anche una modifica dei calcoli per la superficie dell'edificio autorizzato. Superfici del pavimento lorde (la somma delle aree del pavimento di ogni livello, le superfici del terrazzo sul tetto, i balconi o le logge e le aree non chiuse al piano terra, incluso lo spessore delle pareti e delle partizioni ) o la superficie netta del pavimento (la somma delle aree del pavimento di ogni livello di costruzione) sarà sostituita da "la superficie del pavimento degli edifici" che non terrà conto dello spessore delle pareti o dell'isolamento e consentirà quindi per ottenere il 10% di superficie di costruzione aggiuntiva.

Tassazione.

In termini di tassazione, la riforma prevede di semplificare la pianificazione delle tasse e sostituirle con due imposte: una tassa sullo sviluppo e una tassa "sotto la densità". D'altro canto, nel 2012 si prevede anche una tassa sulla plusvalenza con l'abolizione delle esenzioni alla rivendita concessa al proprietario dello stesso terreno per 15 anni. Quindi, le tasse sulla vendita saranno le stesse sia che tu abbia posseduto un anno o quindici anni di terreno edificabile, che dovrebbe ridurre i guadagni in conto capitale e incoraggiare i proprietari di case a mettere sul mercato nuovi terreni edificabili.

In programma per settembre, queste riforme non sembrano essere unanime tra i professionisti dell'edilizia. Per ulteriori informazioni, HandymanDuanche vi incontrerà la prossima settimana per scoprire l'intervista di un rappresentante dell'Ordine degli Architetti di Ile de France.


Istruzioni Video: 1° PARTE