In Questo Articolo:

Auto, moto, tosaerba... Tutto ciò che inizia senza tirare su un lanciatore ha bisogno di una batteria in buone condizioni. Una piccola ricarica una tantum e alcune operazioni di manutenzione sono sufficienti per conservare l'energia dei tuoi preziosi accumulatori e prolungare la loro vita.

Ricaricare le batterie

Consigli pratici

● I contenitori sfusi o solfati sono cattivi conduttori. Soprattutto controllare la qualità di messa a terra del cavo negativo (nero).
● Alcuni veicoli hanno ancora trecce di metallo che alla fine si corrodono. Non esitate a sostituirli con quelli nuovi.

Controlla le condizioni della batteria

In condizioni di freddo estremo, la batteria deve produrre molta energia per avviare il motore. Se le batterie nuove o recenti non falliscono, i modelli di tre o quattro anni possono essere riluttanti. Ma prima di accusare la tua di tutte le parole, è meglio controllare la sua condizione. Dal controllo alla forma fisica, ci sono strumenti facili da usare come il multimetro, il tester dell'acido o il caricabatterie.

Controllo in regola

Se si dispone di un multimetro, la verifica viene eseguita direttamente applicando i puntali del dispositivo ai terminali positivo (+) e negativo (-) della batteria. Quando l'accensione è spenta, la tensione dovrebbe essere di circa 12,5 V. Sotto la batteria ovviamente ha bisogno di una carica di mantenimento.
● Se non si dispone di un multimetro, è possibile verificare lo stato di carica misurando la densità del liquido elettrolitico mediante una scala di acidi. Questo è un tipo di pipetta di vetro dotata di un galleggiante interno graduato. Questo tubo è dotato di un bulbo di gomma, che consente di aspirare il liquido, e prolungato nella parte inferiore da una cannula rastremata. Il galleggiante ha tre graduazioni: batteria carica (verde), carica media (bianca) o scarica (rosso).

Manutenzione ordinaria

Le batterie convenzionali hanno piastre di piombo, immerse in una soluzione elettrolitica. Il liquido deve coprire in modo permanente queste piastre di circa 10 mm, pena l'ossidazione irreversibile.
● Riempire il livello con acqua distillata o acqua demineralizzata. Riempi usando un piccolo imbuto o, in alternativa, una scala di gravità.

● Controllare anche i terminali della batteria. È consueto ingrassarli leggermente per evitare la comparsa di solfato. Se sono già coperti con questa polvere biancastra, iniziare sciogliendolo versando su un rivolo di acqua calda (un vecchio trucco da garage). Quindi scollegare la batteria ed estrarla dallo slot per completare la pulizia.
● È sconsigliabile lasciare tracce di solfato nel vano motore poiché potrebbero causare attacchi di ruggine. Una volta estratta la batteria, erogare un piccolo getto d'acqua nella zona del suo supporto per sciogliere le tracce di solfato. Stare da parte per strofinare i terminali con una spazzola metallica: quando si rimontano, ricordarsi di ingrassarli per proteggerli.

A spese!

In media, devi guidare venti chilometri per ricaricare l'energia consumata all'avvio. Per compensare la moltiplicazione dei piccoli viaggi, nulla sostituisce un costo di manutenzione. Utilizzare un caricabatterie di potenza correlata alla batteria. Disconnettilo, quindi rimuovi le spine se si tratta di un modello classico. Quindi collegare il caricabatterie prima di collegarlo alla rete.
● Con le nuove batterie esenti da manutenzione, non è necessario rimuovere una spina. Ma è necessario utilizzare un caricabatterie adattato a questi modelli con il gelo.

Controllo con un multimetro

Controllo con un multimetro

Se si dispone di un multimetro, controllare il livello di carica della batteria per la sua tensione. Posizionare i pin sui terminali rosso (positivo) e nero (negativo). La tensione dovrebbe essere di circa 12,5 V.

Scollegare la batteria

Scollegare la batteria

Per la ricarica, si scollega la batteria. Scollegare prima il negativo, in quanto il contatto accidentale della chiave tra la parte positiva e una parte metallica dell'auto causerebbe una scintilla.

Pulire la piastra di tenuta

Pulire la piastra di tenuta

Una piastra di tenuta spesso accompagna i tappi tradizionali. Sfrutta ciascuna estremità per rilasciarla delicatamente. Quindi controllare il livello dell'elettrolita che dovrebbe coprire le strisce da 10 mm.

Usa una scala acida

Usa una scala acida

La scala dell'acido tradizionale è particolarmente accurata e affidabile. La pera viene utilizzata per disegnare un po 'di liquido e il valore indicato viene visualizzato sulla scala graduata, al livello di galleggiamento.

Aumentare il livello del liquido

Aumentare il livello del liquido

Se il livello del liquido è caduto e le piastre di piombo appaiono, aggiungere acqua demineralizzata. Usa un piccolo imbuto o la scala acida senza il galleggiante, come una siringa.

Collegare il caricabatterie

Collegare il caricabatterie

Quando è richiesta una carica, collegare prima il caricabatterie ai terminali della batteria e quindi alla rete. I caricatori elettronici adattano l'intensità della corrente di carica allo stato della batteria.

Batteria gel

Batteria gel

Esistono batterie convenzionali, chiamate elettrolita libero (piombo) o senza manutenzione, congelamento. Questi ultimi (qui in nero) sono ermetici e richiedono un caricatore adatto.

Controlla il livello di carica

Controlla il livello di carica

Il tester elettronico con diodi consente di verificare il livello di carica (contatto interrotto) e l'efficienza del circuito (alternatore, regolatore), motore in funzione. Si inserisce nella presa dell'accendisigari.


Istruzioni Video: Come ricaricare la batteria dell'auto