In Questo Articolo:

Potatura: i tuoi diritti e i tuoi compiti

Mentre l'estate volge al termine, è tempo di potare gli alberi caduti nel giardino per rimuovere i rami morti o quelli che sono dannosi per la loro crescita. Tuttavia, quando si tratta di tagliare piantagioni adiacenti e oltre i vostri vicini o sulla vostra proprietà, dobbiamo prendere in considerazione le normative in vigore. Altrimenti, probabilmente ti troverai nei guai, specialmente se non sei d'accordo con l'ambiente riguardo al mantenimento di questa vegetazione.


I tuoi diritti e doveri relativi alla potatura

Se la tua suddivisione o comune non regola le dimensioni degli alberi, devi rispettare il codice civile. Quindi, ogni proprietario è obbligato a tagliare i rami dei suoi alberi che superano i suoi vicini, al livello del limite di separazione. Tuttavia, il vicino non ha il diritto di tagliare lui stesso i rami sporgenti. D'altra parte, ha il diritto assoluto di esigere che vengano tagliati al livello del limite di separazione, anche se è probabile che la potatura causi la morte dell'albero. Vale a dire che nel contesto di un noleggio, i costi di manutenzione e potatura sono a carico dell'inquilino. Infine, l'obbligo di dimensionare una siepe può essere rinviato a una data successiva, per eseguire quest'ultima in un periodo favorevole, ad esempio durante l'aumento della linfa.

Precauzioni per potare i tuoi alberi

Potatura: i tuoi diritti e i tuoi compiti: potatura

Per evitare incidenti, è meglio usare un professionista qualificato per potare i tuoi alberi. Cioè, le normative richiedono equipaggiamento protettivo personale compreso abbigliamento resistente al taglio, un casco per potare, occhiali, uno schermo, protezioni per l'udito e un'imbracatura. Pertanto, se si decide di eseguire il proprio lavoro di potatura, si consiglia vivamente di ottenere questa stessa attrezzatura. Infine, non dimenticare di prendere in considerazione le normative in materia di rumore e l'uso di strumenti rumorosi, che sono generalmente autorizzati nei giorni lavorativi dalle 8:30 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 19:30, il sabato dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 19h e domenica dalle 10h a mezzogiorno.

Cosa fare in caso di disturbo del vicinato?

In caso di disaccordo su un problema di potatura, è meglio trovare un terreno comune parlando con i vicini. Tuttavia, se questo non è possibile o se la discussione non porta a nulla, sono disponibili altri rimedi per costringere il tuo vicino a tagliare rami oltre la tua proprietà. In primo luogo, invierai una lettera raccomandata per costringerlo a potare. Se questo non è sufficiente per convincerlo, puoi entrare gratuitamente nella Commissione di riconciliazione dipartimentale. trovare una soluzione amichevole Se ancora non funziona, l'ultima risorsa è quella di andare in tribunale. In caso di danni, come crepe in un muro o infiltrazioni, hai anche il diritto di richiedere il risarcimento. Infine, se sei un inquilino, spetta al padrone di casa assegnare il prossimo.

Per concludere questo sondaggio e aiutarti nei tuoi passi, HandymakerDuanche ti informa che vi sono anche (tranne che nell'isola di Francia) dei regolamenti che specificano la distanza minima di semina dal limite della proprietà vicina. Pertanto, secondo gli articoli da 671 a 673 del codice civile: le piantagioni di altezza inferiore a 2 metri non devono essere installate a più di cinquanta centimetri dal limite di separazione e a 2 metri di distanza per le piantagioni di più di due metri di altezza. Vale a dire, questa distanza è misurata dal centro del tronco dell'albero e l'altezza dal livello del terreno dove l'albero è piantato, fino al punto. Infine, se non conosci i limiti esatti della tua proprietà, allora puoi avere i suoi confini.


Istruzioni Video: