In Questo Articolo:

In attesa di un innesto, è necessario posizionare gli innesti in calibro, per mantenere la loro vitalità.

In attesa di un innesto, è necessario posizionare gli innesti in calibro, per mantenere la loro vitalità.

il innesto è attualmente l'unica tecnica di allevamento dei cespugli di rose utilizzata dai professionisti, per la sua affidabilità. In effetti, le rose ottenute sono rigorosamente in linea con quelle dell'arbusto su cui è stato prelevato l'innesto. Non bisogna dimenticare che l'innesto rimane una tecnica delicata e il suo successo è tutt'altro che garantito per coloro che non hanno pratica. Tuttavia, è molto spettacolare: è sempre sorprendente, ad esempio, vedere lo sviluppo di bellissimi fiori solitari su una piccola rosa botanica modesta, o anche su una rosa canina selvatica.
Va notato, di passaggio, che questa tecnica consente la riproduzione fedele di tutte le grandi varietà di rose prodotte da allevatori licenza. I rosai che potresti acquisire in alcuni di loro sono il risultato di una lunga ricerca, che rappresenta per i professionisti un investimento reale. Le grandi varietà, depositate allo stesso modo dei brevetti industriali, sono quindi soggette a protezione legale mediante un marchio (R, in un cerchio, di inglese registrato). La riproduzione per scopi di marketing è quindi severamente vietata.

I passaggi

  1. Principio di innesto
  2. L'innesto
  3. in erba
  4. Quando innestare?

Principio di innesto

Gli innesti sono presi dal soggetto i cui personaggi devono essere fedelmente riprodotti.

Gli innesti sono presi dal soggetto i cui personaggi devono essere fedelmente riprodotti.

• L'innesto consiste nell'unire due piante, moltiplicare una di esse riproducendo le proprie caratteristiche (qualità di fiori o frutti, ad esempio), mentre beneficia del vigore dell'altro. Affinché l'innesto sia possibile, è necessaria una buona affinità tra i due soggetti (si parla di innesto e portainnesto), solo in grado di garantire la saldatura dei tessuti vegetali messi a contatto.

Al momento dell'innesto, strappare gli innesti. Scegli i rami più sani, dai quali prenderai i distintivi.

Al momento dell'innesto, strappare gli innesti. Scegli i rami più sani, dai quali prenderai i distintivi.

• L'innesto è particolarmente interessante nel caso di piante come le rose contemporanee: risultanti da molte ibridazioni artificiali, esse non possono riprodursi fedelmente con la semina. Una volta ottenuto l'ibrido desiderato, è importante riprodurlo per innesto, che consente di risolverlo in modo permanente.

• Il successo dell'innesto dipende dal grado di affinità delle piante innestate, dal livello di vegetazione dei soggetti, dall'abilità del giardiniere e dalla cura data alla pianta dopo l'innesto.

Il portainnesto

Il portainnesto può essere una rosa già innestata (qui) o una rosa canina.

Il portainnesto può essere una rosa già innestata (qui) o una rosa canina.

L'affinità tra portinnesto e innesto, come abbiamo visto, rimane una delle condizioni essenziali per l'innesto di successo. Il caso delle rose è specifico poiché non è né più né meno innestare una rosa su un'altra rosa, mentre con altre piante spesso associamo specie vicine ma molto diverse (ad esempio l'acero e il platano).
Poiché l'innesto non ha altro scopo se non quello di fissare l'ibrido ottenuto, l'innesto viene quindi effettuato su quella che può essere definita una rosa "primaria", in crescita o cresciuta spontaneamente: può atto di Rosa multiflora o Rosa canina, meglio conosciuto comeerica.
Se sei in campagna, non avrai problemi a trovare una rosa canina selvatica nelle siepi lungo i sentieri o separare i campi del boschetto. Con l'autorizzazione del proprietario, prendi con uno spade uno di questi eglantier, spesso molto volubile, e ripiantalo in un angolo del giardino. Permette di prendere ogni anno quanti tagli necessari per costruire un portainnesto dritto.
Se sei paziente, nulla ti impedisce di lasciare che le tue rose arrivino alla maturità o che raccolga cinorrodi selvatici per la semina. I soggetti così ottenuti sono anche portainnesto eccellente.
Il giardiniere intelligente può trarre vantaggio dall'aspetto di un pollone su un gambo di rosaio per portare rapidamente in azione un portainnesto... Ma il giardiniere serio, per non dire professionale, ordina semplicemente piantine. Rosa canina o Rosa multiflora, che emetterà spontaneamente molti polloni che costituiscono il miglior portinnesto.

L'innesto

Usando un innesto, prendi una cresta, al tallone abbastanza per garantire il recupero.

Usando un innesto, prendi una cresta, al tallone abbastanza per garantire il recupero.

L'innesto è il parte aerea prelevata dalla pianta le cui qualità devono essere riprodottee che, a questo scopo, è associato al portainnesto. I diversi tipi di innesto corrispondono a una particolare tecnica di associazione dei tessuti vegetali.
Per il rosaio, usa come innesto, l'occhio vale a dire, la piccola gemma visibile sullo stelo, da cui poi si sviluppa un nuovo ramo. La sua rimozione consente di ottenere una sorta di scudo, da cui il nome, la tecnica di innesto utilizzata. "erba”.
Per prendere il distintivo, utilizzare un innesto, non un coltello come si fa troppo spesso. Questo strumento, noto anche come scudo, consiste in una lama corta, molto affilata, e una spatola per sollevare la corteccia senza danneggiare il legno (operazione impossibile da eseguire con la lama di un coltello).
Per prendere uno scudo, per prima cosa taglia il ramo (s) su cui saranno presi i bocchettoni.
Per comodità, rimuovere le spine e potare i gambi. Fai un'incisione trasversale nel ramo, da uno a due centimetri sopra l'occhio. Adescare la tacca da uno a due centimetri sotto l'occhio, procedendo come per "sbucciare" la corteccia del cespuglio di rose. Unisciti all'incisione trasversale praticata sopra; fare un taglio netto. Evitare di attaccare il legno: la cresta deve essere costituita esclusivamente dalla corteccia, dal punto vegetativo che costituisce la parte interna dell'occhio e dal picciolo posto appena sotto la piccola gemma. Se rimane un piccolo pezzo di legno, raschia delicatamente, facendo attenzione a non svuotare l'occhio.

Moltiplicazione di un cespuglio di rose per innesto: moltiplicazione

Per preparare il germogliare, incidere sotto l'innesto a T con la lama dell'innesto. Il taglio non deve rompere il palissandro.

Moltiplicazione di un cespuglio di rose per innesto: cespuglio

Usando la spatola dell'innesto, solleva le labbra del taglio e posiziona lo scudo.

Moltiplicazione di un cespuglio di rose per innesto: innesto

Una legatura professionale è fatta di stoffa; ma il dilettante userà invece la rafia.

Moltiplicazione di un cespuglio di rose per innesto: rose

Non appena l'occhio riprende, puoi tagliare appena sotto il vecchio innesto. Dopo alcune settimane, la nuova rosa cresce.

in erba

Vedi la struttura dello scudo. Puoi distinguere un piccolo legno al centro.

Vedi la struttura dello scudo. Puoi distinguere un piccolo legno al centro.

  • Consiste nel contattare i tessuti vegetali del portainnesto situato sotto la corteccia e quelli della cresta sottostante all'occhio che consente il rivestimento dei due soggetti; il portainnesto ora alimenta la linfa che può crescere. Ricco di cambi, queste cellule non sono lente da saldare.

Con lo scudo in posizione, legare con rafia. Inizia sempre dal basso.

Con lo scudo in posizione, legare con rafia. Inizia sempre dal basso.

  • Una volta che la cresta è stata rimossa, la corteccia del portainnesto deve essere tagliata. Per una rosa cespuglio, è necessario operare il più vicino possibile al colletto. Per un cespuglio di rose, l'innesto viene coltivato all'altezza desiderata, su un ramoscello dritto del portainnesto. La corteccia del portainnesto deve essere tagliata a T con la lama dell'innesto. Quindi sollevare le labbra della corteccia usando la spatola dell'innesto, facendo attenzione a non danneggiare il legno del portainnesto. In effetti, il minimo graffio può compromettere l'unione dei tessuti vegetali.

Legare verso l'alto senza strangolare l'innesto. Tirare la rafia con una mano e allungare la legatura con un dito sull'altra mano.

Legare verso l'alto senza strangolare l'innesto. Tirare la rafia con una mano e allungare la legatura con un dito sull'altra mano.

  • Inserisci lo scudo nel taglio appena creato. Scivola su e giù e spingi profondamente senza aprire ulteriormente l'incisione. Assicurarsi che i tessuti siano in contatto, quindi legare l'innesto con rafia o, in caso contrario, un filo. Non aspettarti rafia o stucco in lana di stoffa o cicatrici bomba: l'innesto di cerotto, a differenza di altri, non si blocca mai. Un trapianto di successo riprende molto rapidamente. Se, dopo una quindicina di giorni, l'occhio rimane verde, di solito significa che l'innesto è ricominciato. Il fatto che il picciolo cada, abbastanza normale, non significa che il trapianto sia mancato.

Alla fine della legatura, annodare un nodo, senza stringere troppo strettamente per evitare di mangiare il legno.

Alla fine della legatura, annodare un nodo, senza stringere troppo strettamente per evitare di mangiare il legno.

  • Allentare le legature quando l'innesto è ricominciato, per evitare lo strangolamento del portainnesto.

Quando innestare?

Un cespuglio di rose dovrebbe essere innestato alla testa. Per questo, pratica un innesto di corona.

Un cespuglio di rose dovrebbe essere innestato alla testa. Per questo, pratica un innesto di corona.

Il momento migliore per innestare un cespuglio di rose sembra essere in estateda metà luglio a settembre, durante il quale il flusso di linfa sta rallentando. I rami selezionati per la raccolta degli scudi sono quindi "augusti", vale a dire ben lignificati. Le riserve nutritive, accumulate nelle cellule e in particolare in quelle degli occhi, permettono al bosco di trascorrere l'inverno. Viene detto un innesto eseguito in questo momento "Occhio inattivo" : il germoglio non si sviluppa fino alla primavera successiva.
Nelle regioni con clima molto mite e particolarmente regolare, è possibile innestare molto prima, quando inizia la vegetazione. L'occhio si sviluppa durante la primavera e l'estate successiva al trapianto "Spingendo gli occhi". Quando l'innesto è stato prelevato e dall'occhio innestato si sta sviluppando un ramo, è possibile piegare verso il basso, vale a dire tagliare l'impianto aria del portainnesto a pochi centimetri sopra l'innesto.

In contrasto con l'innesto di cerotto, l'innesto di corona deve essere incollato con uno speciale stucco dopo la legatura con rafia.

In contrasto con l'innesto di cerotto, l'innesto di corona deve essere incollato con uno speciale stucco dopo la legatura con rafia.

Nel caso di un trapianto dormiente, questa operazione si svolge in primavera dopo la data dell'innesto. Per promuovere la ramificazione del ramo nato dall'innesto, pizzicarlo sopra la seconda o terza foglia, una volta che i germogli sono ben sviluppati.
I rosai innestano in modo sostanzialmente identico, ma all'altezza dello stelo desiderata. La gestione del portainnesto deve essere effettuata in modo da ottenere, mediante la soppressione dei rami laterali, un gambo perfettamente dritto. È necessario innestare da due a quattro scudi, distribuiti attorno allo stelo, alla stessa altezza, per ottenere non appena l'innesto dei soggetti trapiantati armonicamente. La stessa tecnica è adatta per creare rose piangenti, innestando rose su una rosa canina.

Questo potrebbe interessarti


Istruzioni Video: RIPRODURRE LA ROSA PER TALEA IL MIO SEGRETO PER FARLA RADICARE PRIMA