In Questo Articolo:

Quando redigi il piano di finanziamento per il tuo progetto immobiliare, definirai quello che viene chiamato contributo personale. Definizione e spiegazioni.

Contributo personale per la costruzione o l'acquisto di beni immobili

Contributo personale per la costruzione o l'acquisto di beni immobili

Definizione: contributo personale

Il contributo personale per la costruzione o per l'acquisto di una proprietà è la somma di cui l'acquirente, cioè il futuro proprietario, deve finanziare una parte del suo progetto immobiliare. Attenzione: questa è la somma che ha senza usare credito o prestito. Il resto dell'importo di acquisizione rappresenta l'importo da prendere in prestito.

Qual è il contributo personale?

Il contributo personale è solitamente costituito

  • dei tuoi risparmi personali. Questi risparmi provengono più frequentemente da un conto di risparmio domestico (CEL) o da un piano di risparmio domestico (PEL). Tuttavia, può essere qualsiasi altra forma di risparmio.
  • un prestito familiare o altro donazione avresti potuto essere un beneficiario
  • un patrimonio
  • partecipazione agli utili o partecipazione agli utili di un'azienda

Da notareAlcune banche considerano prestiti assistiti come il prestito dello 0% come parte del contributo personale. Vedere secondo la banca e in base al progetto immobiliare.

Contributo personale: c'è un minimo da portare?

Il contributo personale di solito rappresenta 10% à 30% il budget complessivo del tuo progetto immobiliare. Di seguito, è ancora possibile prendere in prestito, ma i termini di prestito e i tassi di interesse sono meno vantaggiosi. Maggiore è l'importo del contributo personale, meno si prende in prestito e meno si ripagherà per finanziare il proprio progetto immobiliare.

Alcune banche, se non la maggioranza, offrono ciò che chiamiamo Prestiti al 100%. Queste banche coprono tutti i costi del tuo progetto immobiliare. Le uniche spese a carico dell'utente riguardano le spese accessorie come le spese notarili. Le condizioni per beneficiare del prestito al 100% sono ancora molte: devi ottenere un reddito stabile, essere permanente e avere una certa anzianità nell'azienda in cui lavori. I prestiti del 110% che supportano tutte le spese esistono ma sono più rari.


Istruzioni Video: Contributi a fondo perduto 50% per le aziende agroindustriali in Campania