In Questo Articolo:

Il ringiovanimento del viso è un obbligo che ogni proprietario deve rispettare. Secondo i regolamenti, una pulizia deve essere effettuata almeno una volta ogni dieci anni. Obbedendo a un obiettivo sia estetico che sicuro, questa operazione non dovrebbe essere trascurata sotto la pena di essere oggetto di procedimenti di ingiunzione avviati dal municipio.

La procedura di ingiunzione per il lifting facciale di una facciata, che cos'è?

La procedura di ingiunzione del municipio inghiottire una facciata viene attivato nel caso in cui un edificio non è stato ristrutturato da allora un periodo superiore a 10 anni (Articolo L132-1 del codice dell'edilizia e delle abitazioni).
L'obiettivo è quindi quello di incoraggiare il proprietario o il comproprietario a intraprendere il lavoro in questione. Al ricevimento dell'ingiunzione, i funzionari devono prendere l'azione richiesta. Se necessario, un'altra procedura può essere avviata dal municipio con sanzioni alla chiave.

Come si svolge un'ingiunzione?

L'ordine di ristrutturazione della facciata è inviato al proprietario o al fiduciario, per iniziativa del sindaco. Nel caso di una comproprietà, il trustee è tenuto a informare i comproprietari della situazione tramite una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. Qualsiasi decisione relativa a questa ingiunzione deve, successivamente, essere presa nel quadro di una AG di comproprietà (assemblea generale).

Il proprietario o il fiduciario ha quindi un periodo di sei mesi per reagire e prendere le misure necessarie. Se non viene fatto nulla durante questo periodo, può essere emesso un regolamento per lo scopo di ordinare nuovamente la rimozione. I manager vengono quindi avvisati e convocati per eseguire il lavoro richiesto. Il decreto in questione include le scadenze da rispettare (non oltre un anno). Va notato che questa disposizione può anche applicarsi nel caso di lavori eseguiti entro 6 mesi dall'ingiunzione, ma che è rimasta incompiuta per un periodo di un anno.

Se l'esecuzione dei lavori non è efficace entro i termini, il proprietario o la comproprietà possono essere concessi una multa di € 3.750 (Articolo L152-11 Codice di costruzione e alloggi).

Esecuzione d'ufficio

Oltre alla multa, può essere ordinata un'esecuzione d'ufficio anche se la rimozione non è stata completata in tempo. L'autorizzazione necessaria per questo è quindi emessa dal presidente del tribunal de grande instance. In termini concreti, i lavori di ristrutturazione sono ordinati. È il comune che anticipa i costi sostenuti, ma sarà soggetto al rimborso da parte del proprietario o della comproprietà.

In un caso estremo, e se il municipio dichiara compromettendo l'edificio Che può portare a rischi per la sicurezza e insalubrità quindi c'è una soluzione di emergenza: il piano di backup.


Istruzioni Video: Consiglio Comunale del 10 ottobre 2013 - Preliminari