In Questo Articolo:

Contrariamente alla credenza popolare, l'aria all'interno delle nostre case è spesso più inquinata dell'aria esterna perché ci sono molte fonti di inquinamento e alcuni sistemi inefficienti. Quali sono le soluzioni per respirare aria sana a casa?

Installare la corretta ventilazione per il suo habitat

La ventilazione rinnova l'aria ambientale, rimuove l'umidità, le sostanze inquinanti e protegge quindi l'edificio. Per essere efficace, deve ventilare tutti gli ambienti della casa e lavorare continuamente in modo che l'aria non ristagni.
Il sistema più efficiente è VMC (ventilazione meccanica controllata) a flusso singolo o doppio. Ma in assenza di soffitte o controsoffitti, l'installazione di condotti non è sempre possibile. Altre soluzioni, più semplici e meno costose, possono quindi essere implementate senza difficoltà nel vecchio.
Pertanto, il VMR (ventilazione meccanica distribuita) è in grado di ventilare efficacemente un intero alloggiamento inserendo aeratori permanenti nelle stanze umide.
Il VMI (ventilazione meccanica intermittente) è costituito da aeratori aggiuntivi, temporizzati o meno, installati in ambienti umidi e avviati su richiesta.
Infine, quando il calore esterno diventa soffocante, l'aerazione e il raffreddamento non sono sufficienti, l'aria condizionata porta all'interno un'atmosfera temperata. I dispositivi hanno fatto enormi progressi (monoblocco, split system, reversibile...). Tanto che, come i vari sistemi VMC, possono essere installati da qualsiasi tuttofare.

Inquinanti dell'aria interna

Inquinanti dell'aria interna

• Formaldeide da materiali da costruzione (colla, vernice, legno, ecc.).
• Umidità, favorevole a muffe e batteri che causano malattie e infezioni.
• Monossido di carbonio da una caldaia mal tenuta.
• Anidride carbonica e biossido di azoto delle automobili.
• Fumo di sigaretta e fumo di canna fumaria.
• Polvere, peli di animali domestici e polline sono le principali cause di allergia.
• Prodotti per la casa.

Aerazione della casa: le chiavi di una buona manutenzione

I filtri delle porte di insufflazione ed estrazione così come quelli dello scambiatore di calore (doppio flusso VMC) o della cassetta di estrazione (VMC single flow) devono essere controllati e cambiati regolarmente (da due a quattro volte l'anno). Lo scambiatore di calore o la scatola devono essere collocati in un luogo accessibile (armadio, garage, soffitta...).
Anche i filtri delle altre unità di trattamento dell'aria (purificatore, umidificatore...) devono essere controllati regolarmente. Nel caso dei CMV, i condotti e i filtri vengono controllati ogni tre anni e cambiati se vengono perforati, frantumati o sporcati. Altrimenti, la filtrazione inefficiente aumenta la proliferazione dei batteri e la concentrazione di sostanze inquinanti.

Il funzionamento di un VMC e l'aria condizionata: ventilazione

Ulteriori informazioni su questo tema?
Trova un file speciale nel sistema D n° 858 (luglio 2017)
Check it out

Edifici a basso consumo energetico

Progettato per rispondere alle sfide del Forum ambientale di Grenelle, le normative termiche si stanno riducendo di anno in anno, arrivando addirittura a richiedere un consumo energetico di nuovi edifici inferiore a 50 kWh / m2 / anno. Da qui l'apparizione della BBC (edifici a basso consumo).
Questi edifici particolarmente ben isolati possono causare problemi di rinnovo dell'aria e quindi di qualità dell'aria interna. È quindi importante scegliere un sistema di ventilazione a flusso singolo o doppio particolarmente efficiente. La ventilazione raccomandata per questo tipo di habitat fa parte dell'approccio HQE (alta qualità ambientale). La cosiddetta ventilazione "eco-responsabile" limita le dispersioni di calore mentre sanifica efficacemente l'aria di casa.

Manutenzione di un VMC

Cosa mantenere in un VMC e quanto spesso?
La risposta di Christian Pessey:
Spolvera e pulisci le bocchette di estrazione ogni tre mesi, quelli della presa d'aria (VMC single flow) ogni annoe sostituisci i filtri (VMC dual flow) ogni sei mesi.
Le guaine, d'altra parte, dovrebbero essere pulite da un professionista ogni dieci anni.

Spegni un VMC

Vale la pena di gestire un VMC in modo permanente? Può essere tagliato quando le finestre sono aperte?
La risposta di Christian Pessey:
Il VMC (Controlled Mechanical Ventilation) è un sistema di estrazione d'aria permanente. La sua azione è per definizione regolamentata e dovrebbe, in linea di principio, mai essere interrotto, soprattutto se è sensibile all'umidità (flusso semplice VMC).
È allettante, naturalmente, fermarlo quando il tempo è bello e caldo; tuttavia, non lo consigliamo perché c'è il rischio di dimenticare di riavviarlo quando si chiudono le finestre. Tuttavia, è possibile smettere di fare una pulizia annuale: spolverare le prese d'aria e le bocche di estrazione, la sostituzione dei filtri, ecc. Ogni due o tre anni al massimo, un professionista dovrà pulire i condotti e la scatola centrale e rivedere il motore.


Istruzioni Video: Installazione di condotti d’aria flessibili KLIMAFLEX SB con ventilazione a recupero di calore.