In Questo Articolo:

Simbolo degli anni '50, il motorino, meglio conosciuto sotto il nome di Mobylette, ha ancora i suoi seguaci. È il caso di Serge Kaufman, appassionato di meccanica e occasioni, che ha restaurato un modello leggendario comprato 50 euro!

Restauro di un ciclomotore del 1960

Cinquanta dinamici Serge Kaufman è un meccanico appassionato. Ha restaurato dozzine di ciclomotori, inclusi molti ciclomotori. "Ho iniziato quando avevo 14 anni. Vivevamo davanti alla fabbrica dove lavorava mio padre. Molti dei lavoratori arrivarono su Mobylette. Quando hanno avuto un problema meccanico, mi hanno chiesto di dare un'occhiata. È così che ho imparato a conoscere bene questa macchina. " Essendo diventato un meccanico, Serge Kaufman scoprì in seguito i piaceri della moto: "Ho fatto gare sul circuito, ma come indipendente ero molto costoso. Così ho iniziato a gareggiare e ho iniziato a collezionare mob. Per soddisfare questa passione, assicura Ho avuto una sola soluzione: ripristinare le mie macchine. "

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: cura

Serge Kaufman ha trovato a buon mercato Emmaus questo Mobylette risalente al 1960. Dopo un'ispezione severa, la macchina verrà portata all'officina, dove verrà smantellata e restaurata.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: ciclomotore

Sulla panchina del suo vasto laboratorio, la "folla" viene ispezionata a fondo. Serge inizia smontando le ruote. Quindi "farà cadere" il motore per ripristinarlo completamente.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: cura

Semplice da eseguire, lo smontaggio del motore può, tuttavia, richiedere più tempo se il gruppo è "bloccato" dalla ruggine. Una torcia è quindi molto utile... Ma attenzione: devi scaldare moderatamente.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: ciclomotore

Anche la cintura deve essere sostituita. Questo accessorio funge da "spostamento" (il variatore del "mob"). La sua interruzione arresta immediatamente la macchina... tranne in una discesa!

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: motore

La ruggine ha causato molti danni al motore. Cambierà pistone e segmenti.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: 1960

Primo piano sulla biella durante il rimontaggio. Il motore è stato accuratamente pulito anche se sull'albero motore è ancora visibile della ruggine superficiale.

Scegliere i due ruote a destra

Il primo criterio per selezionare un "mob", chiamato anche "macina", rimane il prezzo di acquisto. "Non deve superare i 50 €, assicura Serge Kaufman. A questo prezzo, è del tutto possibile che il motore sia bloccato, il che non è un problema.
Ma la macchina deve essere ancora completa. Il prossimo passo è quello di smontare completamente la macchina.
Se il motore è bloccato, è sufficiente aprirlo, tenere il blocco motore e sostituire l'albero motore, il pistone e le fasce elastiche. Le ruote possono anche avere "invecchiato" male.
Di nuovo, due possibilità: sostituirli completamente o smontarli e cambiare solo le parti danneggiate. Questo è spesso il caso dei cuscinetti a sfera degli assi delle ruote.
È facile trovare a prezzi ragionevoli nei negozi di biciclette o su Internet: "Alcuni siti di annunci online sono una miniera per gli appassionati come me! ". Se i bordi sono punteggiati, è possibile carteggiare e riprendere (per un lavoro impeccabile, è meglio chiedere un chromor).
Uno o più raggi rotti possono essere facilmente sostituiti per pochi euro.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: restaurato

"Ruote, catene, cinghie, selle... Tutti i pezzi di ricambio sono facilmente utilizzabili, in buone condizioni ea prezzi ragionevoli sul web. Non c'è bisogno di spendere più di 300 €. "

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: 1960

Serge Kaufman è anche in grado di lavorare un pezzo. È qui al comando del suo turno (che di solito usa per riparare vecchie motociclette), non per lavorare su a
"Mola" la cui meccanica è molto più semplice...

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: ciclomotore

Il motore del motorino era bloccato. Serge temeva il peggio e non si sbagliava: la palla, l'albero motore e il pistone devono cambiare. È usando una fiamma ossidrica che il nostro "mob fool" è riuscito ad aprirlo.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: 1960

Prima di rimontare il motore, Serge si gira in aria per verificare che nulla interferisca con il suo corretto funzionamento.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: ciclomotore

Il motore sarà chiuso, un lavoro che richiede cura e pazienza. Serge non ha usato nuove parti ma un albero motore e un albero motore. Se un motore di
"Mob" può sembrare semplice, rimane una meccanica di precisione...

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: motore

Per sostituire uno o più raggi spezzati, è sufficiente montare la ruota su un asse e allungare tutti i raggi nello stesso modo. Una operazione delicata: il bilanciamento di una ruota può richiedere diverse ore di lavoro quando si avvia...

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: cura

Dopo aver sabbiato il telaio (parti grigie), Serge applica una mano di primer che verrà levigato con una carta a grana fine (600 grana) per ottenere una superficie perfetta. Solo dopo questi passaggi il ciclomotore riceverà una vernice arancione, identica a quella originale.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: ciclomotore

I cuscinetti delle ruote sono spesso fuori uso. Vengono quindi cambiati e quindi lubrificati con un prodotto facilmente reperibile nei cicli di produzione di motocicli o supermercati.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: cura

Il motore è stato rifatto. Con uno strumento (chiamato "comparatore"), Serge controlla la corsa del pistone prima di sollevare il bullone. Un'operazione che richiede la conoscenza delle caratteristiche della macchina.

Rimontaggio e pittura

Una volta che le parti sono state cambiate e il motore è in funzione, è necessario prendere in considerazione il rimontaggio. Se il telaio è stato ridipinto, ad esempio, come era di moda negli anni '70 -'80, è meglio optare per la sabbiatura.
Esporrà la cornice ed evidenzierà eventuali difetti strutturali.
Se in questa occasione scoprirai un vero vizio (telaio saldato, tank piercing e tappato...), è meglio cambiare l'oggetto deteriorato (di nuovo disponibile su Internet per poche decine di euro). Se la cornice è in buone condizioni, può iniziare la pittura.
Si tratta di diversi passaggi da eseguire con cura, poiché l'aspetto generale della macchina dipende da questo: "Applichiamo prima uno strato di primer levigato con carta con acqua molto fine. Spesso è necessario passare diversi strati e rinnovare l'operazione di levigatura fino a ottenere una perfetta condizione della superficie. "
In questa fase, il dipinto finale può procedere senza sorpresa.
La cornice e i parafanghi sono verniciati, l'assemblea può iniziare...

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: cura

Il telaio della macchina è sano. È quindi conservato e sarà levigato o levigato. Se la prima soluzione non costa nulla, d'altra parte, il risultato è meno preciso rispetto alla levigatura che fa emergere il meno difetto.

BUONO SAPERE: UN PO 'DI STORIA

Divenne un nome generico per un ciclomotore, "Mobylette" è in origine un marchio registrato da Motobécane (ora MBK quando acquistato da Yamaha nel 1986). Il produttore presenta il primo ciclomotore prodotto nel mondo al Salone di Parigi nel 1949. Il veicolo si evolve nel tempo e il famoso "Blu" (colore originale) è la gioia degli adolescenti degli anni 1970. Molti produttori, tra cui Peugeot e Honda, copia il motorino. Le persone anziane possono ricordare Malagutti, Laverda e altre Flandria che tuonano per le strade! L'ultima "folla" lascia la fabbrica a Saint-Quentin (Aisne) alla fine del 2002. In 53 anni, più di 30 milioni di questi veicoli a due ruote circolavano in tutto il mondo.

Un ciclomotore del 1960 restaurato con cura: 1960

Prima uscita con la nuova attrezzatura!


Istruzioni Video: restauro fiat 500 L del 1969 parte 1°