In Questo Articolo:

Il mantenimento delle parti comuni riguarda il mantenimento della buona conservazione degli spazi collettivi della comproprietà. Chi conduce questa intervista? Quali sono gli spazi mantenuti e come? Chi paga per piccoli e grandi lavori di manutenzione? Le risposte a tutte queste domande, da seguire in questo articolo.

Parti comuni in comproprietà, cosa mantenere?

Gli spazi comuni sono gli spazi di un edificio condominiale il cui utilizzo è condiviso da tutti i comproprietari. Pertanto, gli interventi di manutenzione avranno luogo in ciascuna di queste aree.

manutenzione:

  • piani del condominio
  • spazi di comunità all'aperto (cortili, parchi o giardini),
  • strade di accesso all'edificio
  • grandi opere dell'edificio (muri, tetti, ecc.),
  • elementi di equipaggiamenti collettivi (ascensori, caldaia collettiva, ecc.),
  • condotti e comignoli (se ce n'è uno),
  • varie condotte,
  • reti idriche ed elettriche.

Chi fa la manutenzione delle parti comuni di un condominio?

La gestione delle parti comuni di una comproprietà fa parte delle missioni del suo fiduciario. Quest'ultimo è quindi responsabile per garantire il mantenimento delle aree comuni, al fine di mantenere la buona conservazione dell'edificio.

Ma se alcuni piccoli lavori vengono lasciati all'iniziativa dell'unione, il più pesante sarà soggetto a un voto in assemblea generale.

  • La manutenzione giornaliera degli spazi non richiede l'ottenimento di un'autorizzazione da parte dei comproprietari. Esempio: la sostituzione di una lampadina bruciata.
  • Ma se l'intervento va oltre la cornice di questo tipo di piccole riparazioni, l'assemblea generale deve essere consultata. Esempio: una riparazione del tetto.

Manutenzione delle parti comuni, chi paga?

Il mantenimento delle parti comuni rimane a spese dei proprietari di casema anche inquilini dell'edificio.

Ognuno ha l'obbligo di partecipare ai costi di manutenzione che pagano con addebiti mensili o trimestrali.
Si tratta di spese generali (manutenzione e amministrazione di parti comuni) e oneri speciali (manutenzione di strutture pubbliche).

L'altezza di questi carichi è qui proporzionale ai direttori occupato dagli abitanti. I canoni sono calcolati in base a:

  • disposizioni dell'appartamento occupato,
  • della sua area
  • della sua situazione nell'edificio (piano, orientamento, vista...)
  • strutture collettive disponibili (ascensore, giardino, terrazza...).


Istruzioni Video: FCG in un minuto: MANUTENZIONI CONDOMINIALI