In Questo Articolo:

La fine delle lampade ad incandescenza ha sconvolto i nostri criteri di scelta. Per confrontare le prestazioni dei modelli che li hanno sostituiti, è ora necessario tenere conto di indici diversi dai watt. Spiegazioni.

scegli le tue lampadine

Nel dicembre 2012, le nostre vecchie lampade a filamento si sono ritirate dopo oltre un secolo di esistenza. Per sostituirli, al momento abbiamo tre tipi di lampade più economiche: alogeni "eco", fluorescente e i led. Il primo, il più energetico dei tre, è destinato a scomparire dagli scaffali nel 2018.

Una lampadina non è una lampada

Nel linguaggio corrente, è consuetudine utilizzare indifferentemente una lampada o una lampadina per designare lo stesso oggetto. In realtà, la lampadina è solo il contenitore di alcuni componenti della lampada. Questo involucro di vetro, di varia forma, racchiude elementi che interagiscono tra loro in un'atmosfera gassosa per produrre il luce artificiale. La lampadina è fissata a un tappo di metallo responsabile per il contatto con la presa elettrica. Oltre alle speciali prese singole o doppie (serie G, GU, GY, R, S...), ciascuna famiglia di lampade offre un'ampia gamma di modelli con viti a baionetta (B22) o di diametro piccolo e largo (E14, E27). ) per il montaggio in apparecchi con presa standard.

Tecnologie a tre lampade disponibili

Lampada alogena

alogeno produrre la luce da incandescente un filamento di tungsteno. Si distinguono dalle tradizionali lampade ad incandescenza (prodotte sotto vuoto) dal gas alogenato (bromo, iodio...) contenuto nel bulbo. Questo gas consente di creare un luce più intensa sottoponendo il filamento a temperature più elevate. Offrono un'eccellente resa cromatica, una buona gamma di potenza ma, dall'altra parte della moneta, solo da 2.000 a 3.000 ore in versione economica; questo è un risparmio energetico del solo 20-30%.

Lampada fluorescente fluorescente o compatta

fluorescente contenere una miscela di gas inerte (argon, kripton, xeno...) e vapori di mercurio, in cui sono immersi elettrodi di tungsteno situati alla base del bulbo. Quest'ultimo ospita anche componenti elettronici (ballast, choke) che gestiscono l'illuminazione in modo continuo. La faccia interna del vetro è ulteriormente rivestita con polvere fluorescente. Come gli alogeni, le lampade fluorescenti offrono una buona scelta di potenze adatte a tutti i tipi di illuminazione interna. Riscaldamento piccolo, durano molto più a lungotra le 6.000 e le 15.000 ore per i migliori risultati con un rendimento medio intorno al 75-80%. In termini di svantaggi, possiamo vedere un ritardo nell'accensione più o meno lungo a seconda delle qualità e dei modelli. Inoltre, le fluorescenti compatte non apprezzano, con poche eccezioni, ripetute accensioni ed estinzioni, oltre a climi umidi e freddi.

come funziona una lampadina fluorescente compatta?

Principio di funzionamento di fluorescenti compatte.

Sotto l'effetto della corrente, gli elettrodi creano un arco elettrico causando uno spostamento di elettroni, che colpiscono gli atomi di mercurio nel passare. Ciò si traduce in un'emissione di ultravioletto che, colpendo lo strato fluorescente, emette luce visibile.

lampadine a risparmio energetico

Lampade a risparmio energetico assumere l'aspetto di lampadine a incandescenza retrò o convenzionali. Offrono anche una vasta gamma di nuove forme, come i LED con geometrie tanto insolite quanto decorative.

Lampada a led

i lED (diodo ad emissione luminosa o diodi ad emissione di luce inglese) sono in procinto di soppiantare la concorrenza. Arrivi recenti nel mercato interno, questi le lampade sono i campioni tutte le categorie di prestazioni. La loro tecnologia si basa su un componente elettronico: un chip semiconduttore che emette luce visibile quando è pilotato da una corrente continua. Pochissimo calore, I LED sono efficienti al 90%, per a vita media di 25.000 a 30.000 ore. Ma alcuni superano felicemente le 50.000 ore (e fino a 100.000 ore ottenute in laboratorio). A differenza delle lampade fluorescenti compatte, i LED raggiungono il loro emissione luminosa ottimale sin dall'inizio. Adattati alla variazione di intensità, sono più solidi e supportano, senza alterazioni, le accensioni e le ripetute estinzioni. Le loro qualità di illuminazione migliorano costantemente, sia in termini di efficienza luminosa, intervallo di temperatura o resa cromatica.

sistema di controllo dell'illuminazione domestica

Il sistema "Lightify" di Osram consente di controllare l'illuminazione della casa da remoto, dal proprio smartphone. Le lampade a led della gamma sono in grado di riprodurre un numero considerevole di colori diversi.

Il parere dell'esperto dell'energia *

"Il continuo calo del prezzo dei LED dovrebbe consentire la loro massiccia penetrazione nel mercato, consentendo ai consumatori europei di beneficiare di una riduzione delle loro bollette energetiche, sfruttando al tempo stesso l'illuminazione di qualità offerta dalle lampadine a LED".
* Henrik Andersen, capodivisione presso l'Agenzia danese per l'energia

led compatibile con un dimmer

Dimmerabile o non dimmerabile?
Per molto tempo, gli alogeni erano le uniche lampade che potevano essere usate con un dimmer.
Oggi sul mercato i LED sono "dimmerabili", cioè compatibili con un drive.

Caratteristiche pulite e nuovi criteri per la scelta delle lampadine

L'imballaggio fornisce informazioni tecniche più o meno completo secondo i marchi. Tra questi sono necessariamente la classe energetica, la potenza, il flusso luminoso e la durata. Il potere assorbito non è più un criterio significativo.
Ciò che conta ora è ilefficienza luminosa in lumen per watt (lm / W) risultante dal rapporto tra il flusso e l'energia elettrica consumata dalla lampada.

Classe energetica
È indicato da una freccia su una scala multicolore che va da A, o A + o A ++ (migliori livelli) a G (il più basso, quindi energivore).
Il flusso luminoso
Corrisponde alla quantità di luce emessa. Espresso in lumen (lm), maggiore è il numero, più generosa è l'illuminazione.
Il potere
Indica l'elettricità consumata in watt (o kWh). A parità di potenza, preferisci la lampada con il maggior numero di lumen, in modo da offrire le migliori prestazioni.
La vita di servizio
È espresso in ore e consente con il flusso luminoso e la potenza di determinare le prestazioni energetiche del bulbo. Il confronto è con le lampade ad incandescenza, che utilizzavano solo il 5-10% dell'energia consumata per l'illuminazione. Morale, hanno riscaldato molto e grigliato dopo poche centinaia di ore di funzionamento. Abbiamo dovuto cambiarli spesso.
La temperatura del colore
È un parametro indispensabile che non viene tuttavia citato sistematicamente. La temperatura del colore viene misurata in gradi Kelvin (K) e viene visualizzata su un grafico che varia dal rosso al blu (dal più caldo al più freddo).
L'indice di resa cromatica
L'IRC in francese (o CRI in inglese) caratterizza la capacità del bulbo di ripristinare i toni naturali. Variabile da 0 a 100 (indice diurno), è giudicato buono oltre 80 e eccellente da 90.

Clicca sull'immagine per ingrandire:

scegli le tue lampadine

Illuminazione fredda, illuminazione calda

La temperatura del colore (espressa in gradi Kelvin) dà sensazioni diverse a seconda che stia tirando verso il caldo o il freddo.

  • Tra 2500 e 2700 K (bianco caldo), è adatto per illuminazione puntuale e intima.
  • Tra 5 000 e 6 500 K (bianco freddo), raggiungiamo un livello di luminosità identico a quello della luce diurna, adattato a a illuminazione generale o funzionale.

Illuminazione: consigli per scegliere le tue lampade: illuminazione

Varie esigenze di luminosità

  • Rimanere: lampadine a spettro completo, che combinano la luce del giorno con il sole di mezzogiorno, forniscono un effetto rilassante. Si consiglia di avere una o due lampade da tavolo con luce calda.
  • cucina: l'illuminazione deve essere abbastanza forte ed essere dotata di lampade "daylight" che forniscono un effetto di amplificazione. Sopra il piano di lavoro, è possibile installare strisce composte da LED per cancellare le ombre.
  • camera: la plafoniera dovrebbe essere piuttosto morbida. Lato notte, l'illuminazione del letto dovrebbe leggere senza disturbare il partner. Per un buon comfort visivo, optiamo per una luce bianca calda: fluorescente o led.
  • bagno: l'illuminazione generale può provenire da una plafoniera o da una lampada da parete. Per applicare il trucco o la barba, le lampade "daylight" all'altezza dello specchio sono l'ideale.

Riciclaggio delle lampade

Collezione di bulbi

Tubi fluorescenti e fluorescenti appartengono alla categoria delle lampade a scarica a bassa pressione.
Arrivi alla fine della vita, l'atteggiamento giusto è depositarli in un punto di raccolta per il riciclaggio.
Solo fiale contrassegnate con a pittogramma che rappresenta un cestino barrato sono preoccupati dal riciclaggio.
Al contrario, gli alogeni usati possono essere utilizzati come rifiuti domestici.


Istruzioni Video: Come illuminare un salone?