In Questo Articolo:

Tutto su pavimenti in vinile.

Il vinile, economico e pratico è un pavimento moderno che è in linea con i tempi. Facile da vivere e da posare, il vinile non dimentica di essere estetico. Offre una vasta scelta di colori e modelli per imitare alla perfezione molti materiali come il legno o le piastrelle. Per essere posato in tutta la casa, il vinile è un materiale confortevole e una buona composizione che merita il plauso.


Il criterio di scelta.

I criteri per la scelta di un pavimento in vinile

Se l'estetica è un criterio decisivo di scelta, la pavimentazione deve anche essere adattata all'uso che ne fate. Pertanto, lo spessore dello strato di usura influisce direttamente sulla resistenza del terreno deve essere scelto in base alla stanza per cui è destinato. Quindi, per garantire un buon isolamento acustico, è consigliabile optare per una cartella in feltro o schiuma, il più spessa possibile. I pavimenti in vinile si arrotolano facilmente, in piedi liberamente fino a 25 me adesivi biadesivi per aree ampie. Le lame e le lastre sono adesive o autofilettanti. Per i bagni, è consigliabile optare per un rivestimento antiscivolo e controllare che lo schienale sia compatibile con le stanze umide. Quindi, per una facile manutenzione, la maggior parte dei pavimenti in vinile sono trattati con macchie. Infine, se vuoi mettere un pavimento in vinile in un luogo destinato ad uso pubblico, devi essere vigile sulla classificazione del fuoco.

Stili decorativi

Formati e punte di rottura di un pavimento in vinile

I pavimenti in vinile sono apprezzati per la diversità della loro gamma decorativa. Ad esempio, i pavimenti in vinile semplici o monocolore sono disponibili in un'ampia gamma di colori. Tonalità pastello, medie o vivaci: per ambienti classici e coccole. Inoltre, le imitazioni materiali riproducono effetti tridimensionali molto realistici.

Nuove tecniche (graining, goffratura) possono riprodurre qualsiasi materiale come il legno massello (bambù, rovere, merbau, noce, pino, teak...), piastrelle (piastrelle provenzali, piastrelle bicolori, cabochon), pietra naturale (ardesia, granito, marmo...), cemento lucidato o metallo.

I criteri per la scelta di un pavimento in vinile

I pavimenti in vinile sono confezionati in rotoli di 5 dimensioni diverse da 1 a 5 metri, lama o lastra. I rulli possono essere incollati con un tappetino in PVC, o semi-free: con biadesivo o con strisce di velcro, o liberi: senza incollaggio per rivestimenti pesanti e spessi in piccole parti.

Inoltre, lame e lastre sono molto più facili da trasportare, conservare e installare. Autoadesivi, sono sottili e quindi adatti per la ristrutturazione dove possono essere facilmente aggiunti sopra il rivestimento esistente. Possono essere quadrati o rettangolari, piccoli, medi o grandi. Ci sono anche lame in rotolo e anche un mini-rotolo di vinile autoadesivo (larghezza di 22 cm, spessore di 2,6 mm) confezionato in una piccola scatola che funge da svolgitore e da modello di taglio. Infine, se l'installazione di un pavimento in vinile richiede pochissimi strumenti, il supporto deve essere asciutto, pulito e il più piatto possibile.

Attenzione, i pavimenti in vinile non devono essere confusi con il linoleum, un terreno con caratteristiche molto diverse.


Istruzioni Video: Come installare il pavimento in vinile Quick Step