In Questo Articolo:

I professionisti oggi usano maschere di saldatura piene di tecnologia: sensori, schermi LED, dispositivi di regolazione per adattare il casco alla saldatrice e il tipo di saldatura...

Maschera saldatore

Queste potenti protezioni sono l'eredità di un'evoluzione che inizia nel 1881, quando la saldatura ad arco elettrico (con elettrodi di carbonio) è sviluppata dal russo Nikolay Benardos e dal polacco Stanislaw Olszewski. Nel 1900, gli elettrodi di metallo sostituirono quelli di carbonio e la torcia di acetilene fu sviluppata, aprendo la porta a nuovi tipi di saldatura.

Questo progresso è legato alla rivoluzione industriale e al crescente uso di metalli negli edifici e nei trasporti (barche, treni e automobili). I primi occhiali protettivi compaiono nel diciannovesimo secolo: semplici vetri spessi e una cornice di cuoio li costituiscono. Durante le due guerre mondiali, vengono sviluppate protezioni più complete, sempre in pelle. Il primo casco per saldatura sembra essere stato rilasciato dalla società Wilson negli Stati Uniti nel 1937.

Dal 1945, la protezione dei saldatori progredisce contemporaneamente ai processi di saldatura e tutte le principali ditte (Varan, Sodisarc...) uniscono le due. Il vetro temperato, la fibra di carbonio e i sistemi di ventilazione assistita riducono al minimo il rischio di incidenti.


Istruzioni Video: Saldare per passione con la maschera 3M 9002NC