In Questo Articolo:

Oggi i serbatoi di acqua calda sono disponibili in molte forme, con volumi che vanno da cinque a diverse centinaia di litri e sistemi di programmazione molto elaborati.

Scaldabagno elettrico

Fu nel 1915 che Frédéric Sauter, un imprenditore svizzero, depositò il brevetto per il primo accumulo di acqua calda "cumulus", collegato al riscaldamento a gas.

L'invenzione dello scaldacqua elettrico risale al 1932. È un eroe tedesco della prima guerra mondiale, il dottor Theodor Stiebel, che ha depositato il primo brevetto. Divenuto ingegnere, perfezionò la prima stufa ad immersione nel 1924 e creò la ditta Stiebel Eltron grazie al sostegno finanziario della sua famiglia. Nel 1932, presenta nella città di Essen diversi modelli di scaldacqua elettrici. Il successo è immediato. Dopo la guerra, il brevetto divenne di dominio pubblico: aziende come Sauter, nel 1945, offrirono i primi palloncini smaltati.

Il primo progresso riguarda le resistenze (direttamente a contatto con l'acqua all'inizio, sono sensibili al ridimensionamento). Successivamente, Fagor (che ha acquistato Sauter e Thermor) o Chaffoteaux moltiplicherà i miglioramenti in termini dirisparmio energetico e le prestazioni per arrivare ai modelli che conosciamo oggi.

Salto in mongolfiera

Le apparenze si chiudono, ma le prestazioni che sono cambiate dal secolo scorso...


Istruzioni Video: La manutenzione dello scaldabagno elettrico - Detto fatto del 07/03/2016