In Questo Articolo:

Tasso fisso, tasso variabile, tasso variabile limitato o tasso misto... le formule di prestito ipotecario sono numerose e il calcolo delle tariffe varia. Come mantenere la calma e negoziare la tariffa più adatta a te?

Principali categorie di tariffe

Il tasso fisso rimane lo stesso dall'inizio alla fine del tuo credito, indipendentemente dai movimenti dei tassi di interesse. Hai un orario rivenditore pagamenti mensili, il tasso e la data di scadenza del credito. Non rischierai brutte sorprese. Ciò non esclude una certa flessibilità, dal momento che si sceglie di ridurre o aumentare l'importo dei pagamenti mensili per allungare o diminuire la durata del credito.

Il tasso rivedibile è sempre inferiore a un tasso fisso, ma non lo è non definitivo. Varia secondo l'evoluzione dell'indice su cui si basa. Le revisioni dei tassi vengono generalmente effettuate alla data di anniversario dell'abbonamento al prestito. Non puoi sapere in anticipo quale sarà il costo del tuo credito o il tasso effettivo finale (TAEG). Tuttavia, è possibile anticipare il rimborso del credito senza penali o convertirlo in un tasso fisso. Il tasso variabile è raccomandato per crediti a breve termine (da 5 a 7 anni)

Il tasso rivedibile è limitato non può superare una certa soglia. Un tasso del 3% con limite + 1 significa che la tua tariffa non può mai superare il 4%. Sicuramente una sicurezza, ma il suo tasso di partenza è sempre superiore a un tasso rivedibile non stoppato.

Il tasso misto consente di combinare un tasso fisso su un determinato periodo, ad esempio 5 anni e di passare a un tasso rivedibile limitato fino alla scadenza del prestito. Puoi approfittare di un possibile calo dei tassi entro il limite di capitalizzazione selezionato. Inoltre, sei protetto in caso di aumenti dei tassi, dallo stesso massimale.

Quali argomenti per negoziare un tasso di interesse?

Innanzitutto, non esitare a consultare diverse banche studiare ogni proposta, attentamente. Puoi anche chiamare i broker specializzati che faranno il confronto per te.

Per abbassare i tassi gli argomenti da proporre:

  • Un basso rapporto debito / PIL tra il 10 e il 15%
  • Un "resto da vivere" quindi: alto stipendio e / o patrimonio
  • Contributi esterni

L'eredità futura
Aumento di premio o di stipendio
Prestito familiare
Prestito di azioni abitative
Prestito di un fondo di mutua o pensione
Prestito a tasso zero
Prestito regionale


Istruzioni Video: Le trappole nascoste dietro i tassi dei mutui