In Questo Articolo:

Il decespugliatore fa parte della solita panoplia del giardiniere. Aiuta a superare i rovi più spessi e serve anche a ottenere bordi affilati. Ma da dove viene e chi l'ha inventata?

Quando è stato il primo decespugliatore a filo?

L'antenato del decespugliatore a filo: una testa di taglio metallica montata su un palo. (Stihl)

I primi modelli sono stati prodotti negli Stati Uniti negli anni '50, allo stesso tempo, società svedesi (Huqsvarna), ceche (Vari), giapponesi (Echo, Maruyama), tedesche (Stihl) vendono prodotti simili alla testa taglio del metallo su un palo a volte doppio dotato di un motore elettrico o termico.

L'invenzione della testa filo è George Charles Ballas, Houston, USA. Nel 1971, notando l'efficacia del movimento rotatorio delle spazzole per il lavaggio delle auto, installò delle lenze da pesca in nylon su una scatola di popcorn traforata e sostituì con questo dispositivo la testa del proprio decespugliatore.
Ha creato Weed Eater Corporation per commercializzare la sua invenzione e, grazie alla televisione, ha attirato l'attenzione di una grande azienda di hardware, Emerson Electric.

I progressi tecnici realizzati da allora sono molto numerosi. Oltre al recente utilizzo di batterie al litio molto potenti e intercambiabili tra gli strumenti della stessa gamma, lo sforzo si è incentrato sulla sicurezza, potenza e facilità d'uso. Come lo shockwinding, adottato da diverse società alla fine degli anni '80.


Istruzioni Video: PASSIONE con Namura e Liam