In Questo Articolo:

Dal semplice modello di omologazione al dispositivo in grado di riscaldare un'intera casa, la stufa a legna deve essere studiata attentamente. Prima di scegliere un modello, definisci le tue esigenze e assicurati la conformità con l'implementazione.

Riscaldati con una stufa a legna.

Il mondo della stufa a legna include una vasta scelta di modelli che rispondono a diverse realtà in termini di aspetto, comfort di utilizzo, rendimento energetico... A seconda della tecnologia implementata, i rendimenti variano. dal 40 a oltre il 90% per autonomia da 3 a 24 ore. Le caratteristiche delle stufe influenzano anche le condizioni di installazione: vincoli tecnici, regole da rispettare, tempi di installazione... I prezzi vanno da poche centinaia a diverse migliaia di euro, con la possibilità di aiuti finanziari per gli elettrodomestici etichettato Green Flame.

L'etichetta Flamme Verte.

Lo scopo dell'etichetta Flamme Verte è di promuovere l'uso di apparecchi di riscaldamento a legna che soddisfano una carta di qualità esigente (efficienza energetica, emissioni inquinanti, ecc.).
Nota: i dispositivi idonei per il credito d'imposta (30% in condizioni condizionali) devono avere una classe energetica da 5 a 7 stelle.

La stufa a legna, da ieri ad oggi

Gli storici tracciano le origini della stufa di massa (PDM) nei sistemi di riscaldamento a pavimento usati nel mondo antico: cinese (kang), coreano (ondol), romano (ipocausto)... Usando materiali disponibili a livello locale, tecniche la produzione si è evoluta nel tempo adattandosi agli stili di vita delle popolazioni: grundofen tedesco, kakelugn svedese, kalechofen alsaziano, petchka russa, ecc. Fino a poco tempo fa, queste massicce stufe sono state utilizzate sia per il riscaldamento della casa che per la cottura dei cibi. Questo è ancora il caso in alcune regioni e tra gli appassionati di habitat ecologico.

Una stufa a legna in acciaio o ghisa?

il stufe di metallo rappresentano la più grande quota del mercato. Modelli classici, convezione e focolare singolo, aumentare rapidamente la temperatura ma mantenere male le calorie. Per mantenere un calore abbastanza costante, devono funzionare ad alta velocità, il che richiede una ricarica ogni 3-4 ore. Questo concetto obsoleto emette molti inquinanti nell'atmosfera e le rese sono dolorose 50\% nel migliore dei casi.
Viceversa, la stufe a combustione migliorate sono progettati per fornire prestazioni migliori e ridurre le emissioni inquinanti nell'atmosfera. i dispositivi con post o doppia combustione sono i migliori interpreti. Grazie a vari impianti (presa d'aria secondaria, camera di riscaldamento aggiuntiva...), consumano la maggior parte dei gas incombusti prima che i fumi escano attraverso il condotto. Caratterizzato da una resa dal 60 all'80%sono più economici nel legno e offrono almeno il doppio dell'autonomia.
Design più semplice, il stufa turbo migliora la sua combustione grazie ad una scorta di aria secondaria ma con una sola stanza; quindi una resa leggermente inferiore: dal 70 al 75% al massimo

Il parere dell'esperto *
"Il settore edilizio è una delle principali risorse per la riduzione delle emissioni di gas serra. Tenuto conto degli obiettivi che la Francia ha stabilito per lo sviluppo del calore rinnovabile entro il 2020 (33% del consumo finale di calore), è importante aiutare le persone a scegliere energie rinnovabili ancora di più. "
* Jean-Louis Bal, Presidente dell'Unione delle energie rinnovabili (SER).

Via scandinava o lunga inerzia?

il Stufe nordiche combinare i punti di forza di doppia combustione con rivestimento in ceramica o refrattario (pietra ollare, pietra ollare...). Questo processo rafforza la loro inerzia termica e, per effetto delle radiazioni, migliora il comfort degli abitanti. Riduce la sensazione di essiccazione che può causare la conversione di aria calda. Questi dispositivi sono caratterizzati da loro design pulito e loro lineamenti: Opzione di riscaldamento sopra al focolare, forno di cottura con ulteriore porta in vetro, compartimento log, ecc. Varianti moderne di autentiche stufe nordiche, sono relativamente ingombranti ma possono riscaldare grandi volumi. I più avanzati hanno un rendimento più alto di 80\% e un'autonomia da 8 a 10 ore.
il stufe di massa (o PDM), sono realizzati con materiali per accumulatori. Operando secondo il principio di postcombustioneconservano le calorie del fuoco di legna e le restituiscono lentamente per tutto il giorno. A seconda delle dimensioni del caminetto, può essere riscaldato per 12-24 ore consecutive con un unico focolaio da 2 a 4 ore. Emesso da radiazioni, il calore è morbido e regolare, senza l'effetto di aria secca. Viene trasmesso ai corpi circostanti, alle superfici e agli oggetti, ottimizzando il comfort termico. I rendimenti sono calibrati dal 70 a oltre il 90%.

Sfruttare appieno il potenziale energetico del legno.

Il principio della post-combustione
L'aria è l'ossidante essenziale per il fuoco. La fornitura di ossigeno attraverso la griglia del forno è insufficiente per garantire la combustione completa. Per sfruttare appieno il potenziale energetico del legno e quindi ridurre al minimo le emissioni inquinanti, è necessario bruciare la massima quantità di gas dalla combustione primaria. La tecnologia presentata fa emergere parte dell'aria di combustione da una camera di riscaldamento sul retro della stufa. Il calore emesso è sufficiente per innescare una combustione secondaria.
1 ingresso aria
2 Combustione primaria
3 Riscaldare l'aria nella camera di riscaldamento
4 combustione secondaria
5 Deflettore
6 Uscita fumi

Stufa con accumulo.

Stufa a legna
Un'alternativa ai PDM, la stufa di stoccaggio include un grande camino in acciaio o ghisa circondato da materiali refrattari. Più veloce da montare, più leggero e più economico di un PDM, offre una dozzina di ore di autonomia.
1 Ingresso aria primario
2 Impostazione della potenza
3 Registro di funzionamento automatico
4 camino
5 busta ignifuga
6 Uscita fumi
7 Blocco refrattario
8 dispositivo di chiusura a convezione

Prendi in considerazione il peso della stufa a legna

Le stufe di massa pesano poche centinaia di sterline a 4 o 5 tonnellateo più. Garantire la resistenza del pavimento è un prerequisito. Un'installazione a pavimento è generalmente molto complicata... La manifattura artigianale consente una grande libertà di forme e comfort di comfort (fornelli di cottura, banchetti...). Utilizza per la costruzione della casa di materiali in grado di sopportare alte temperature (Da 700 a oltre 900° C) e shock termici ripetuti, come mattoni o cemento refrattario. Il rivestimento è fatto di terracotta compressa (BTC), granito, arenaria, maiolica, ecc.
I PDM industrializzati preferiscono pietre con un alto contenuto di magnesite (steatite...). Conservando il calore più rapidamente del mattone o del cemento refrattario, queste pietre riducono la superficie delle radiazioni e quindi le dimensioni delle stufe. D'altra parte, la loro minore capacità di conservare calorie fa consumare più legna.

Stufa tradizionale in terracotta.

Stufe di terracotta
Le tradizionali stufe di terracotta, o kachelofen, come si trovano nell'est della Francia, sono dotate di un focolare chiuso contemporaneo. La loro resa è dell'85,3%.

Riscaldare una o più stanze con una stufa a legna

Riscaldare una casa con una stufa a legna.

Per riscaldare un'intera casa, la stufa deve avere una potenza adeguata ed essere progettata per un uso permanente.

  • il stufe canalizzabili può riscaldare fino a 4 o 5 pezzi indipendenti gli uni dagli altri Distribuiscono l'aria calda, su un livello e / o sul pavimento, mediante guaine flessibili e bocche di soffiaggio. La loro posizione deve essere il più centrale possibile al fine di limitare la lunghezza dei condotti e assicurare una distribuzione omogenea del calore.
  • il pentole bollenti, chiamato anche idro o termo, funziona come caldaie. Usano l'energia della combustione per riscaldare l'acqua di un circuito di radiatori e / o riscaldamento a pavimento.
  • La posizione centrale di a stufa non canalizzata è possibile nel riscaldamento principale in a apri il volume tipo di loft.

Alcuni punti essenziali da verificare

LA PIASTRA SIGNALITICA
tracciabilità
I produttori sono tenuti a fornire le loro stufe a targhetta di identificazione in conformità con la norma armonizzata NF EN 13240.
leggibilità
Questo piatto deve essere facilmente ricercabile (retro della medicazione, posacenere...) e includere almeno:
- il riferimento alla marca e al modello;
- il tipo di apparecchio (stufa a combustibile solido, ad esempio);
- la natura del combustibile (tronco di legno...);
- operazione (continua o intermittente);
- la potenza nominale in kW;
- la resa e il tasso di emissioni di anidride carbonica (CO);
- la temperatura dei fumi;
- le distanze da rispettare con materiali combustibili attorno al dispositivo.
POTENZA CALORIFICA
kilowatt
Le stufe a legna oa pellet sono definite dalla loro potenza nominale: da 5 a 20 kW, a seconda dei modelli. Occorrono circa 1 kW per riscaldare 10 m2 di spazio abitativo sotto un'altezza del soffitto di 2,50 m. Produttori o distributori spesso indicano i poteri minimi e massimi.
variabili
Le variabili sono valori utili, ma devono essere considerate con cautela. A seconda di diversi parametri (specie legnose, contenuto di umidità, intensità dell'epidemia...), durano solo pochi istanti durante il ciclo di riscaldamento (curva gaussiana cara agli statistici).
SCELTA DEI LOG
capacità
Le dimensioni del camino determinano la lunghezza dei tronchi: 25, 33, 50 cm. Il legno deve avere un contenuto di umidità meno del 20%. Ma più è secco, meglio è. Ciò favorisce la combustione, riducendo al minimo il contenuto di ceneri (circa lo 0,4% idealmente) e le emissioni inquinanti nell'atmosfera.
calorie
La superficie del legno a contatto con il fuoco condiziona la produzione di calore. Concretamente, è meglio bruciare il legno piccolo per ottenere un fuoco veloce e quindi mantenere il fuoco con pezzi più grandi.
LA VISIONE DEL FUOCO
panoramico
La maggior parte delle stufe prodotte oggi ha un porta in vetroceramicaa volte completato con finestre laterali. Più grande è la superficie vetrata, più apprezziamo lo spettacolo della fiamma.
pulizia
Porte con a dispositivo di spazzamento dell'aria fornire un ulteriore vantaggio ritardando l'intasamento del vetro.
IL CANALE DI EVACUAZIONE
manutenzione
A seconda delle possibilità, il collegamento al condotto esistente è sul retro o sopra la stufa. Questo condotto deve essere in perfette condizioni e adattato alla temperatura dei fumi: tra 300 e 450° C per una stufa a legna con combustione singola o doppia. Fornire un involucro, se la casa è dotata di un condotto tradizionale in muratura.
circolazione
Il fumo delle stufe di massa circola in una rete confusa o serpentina, prima di fuggire attraverso le basse prese collegate alla canna fumaria. A questo livello, la loro temperatura è solo da 150 a 200° C e si può fare a meno del budello se il condotto è in stato.

I vantaggi della stufa a doppia alimentazione

Stufa bi-fuel

Questo tipo di dispositivo - funziona con registri e aggregati - dà i benefici di ciascun carburante. L'utente approfitta del funzionamento automatico del pellet nei giorni della settimana, quando è al lavoro o di notte. Ciò mantiene il calore costante alla temperatura desiderata. I focolai di legna da ardere sono riservati per esempio durante i fine settimana e le sere.
Diversi marchi offrono stufe miste (Edilkamin, Invicta, Palazzetti, LaNordica-Extraflame, Rika...) nelle gamme di potenza da 2,5 a 14 kW e una fascia di prezzo da circa 600 a oltre 7000 €, tasse escluse. Per beneficiare degli aiuti pubblici, è richiesta l'installazione da parte di un professionista qualificato.


Istruzioni Video: Loria & MEGLIO CALDAIA A PELLET O STUFA A LEGNA ?