In Questo Articolo:

Proprio come si beve e si mangia, anche il prato che si vive ha bisogno di bere e mangiare regolarmente. E proprio come te, i suoi requisiti sono specifici. E il suo cibo si chiama fertilizzante per il prato. Troverete diversi tipi di fertilizzanti per prati sul mercato. Scegliere il fertilizzante giusto per diffonderlo al momento giusto è la garanzia di erba ben nutrita, molto spessa e verde.

Fertilizzanti

Fertilizzanti

Concimi minerali: concime NPK

Consiste dei 3 elementi chimici di base di cui una pianta ha bisogno:

  • Azoto (simbolo chimico N)
  • Fosforo (simbolo chimico P)
  • Potassio (simbolo chimico K)

Secondo la formula, il fertilizzante integra questi elementi in proporzioni variabili. La codifica internazionale consente di scegliere il giusto dosaggio. Le iniziali NPK sono sempre seguite da 3 cifre che indicano la composizione esatta. Ad esempio NKP 16-5-5 indica un concime contenente il 16% di azoto (N), il 5% di fosforo (P) e il 5% di potassio (K).
A questi componenti di base, è spesso altri nutrienti come il calcio (C), il magnesio (M), lo zolfo (S) o altri oligoelementi. Per un'azione completa, puoi anche trovarlo associato ad un diserbante o ad un anti schiuma.

Fertilizzanti organici

Questi sono fertilizzanti di origine animale o vegetale:

  • Origini animali: Polvere di ossa o di pesce, sangue secco, corno tritato, guano.
  • Origine vegetale: Alghe, ortica o letame, ceneri, residui di barbabietola da zucchero, ecc.

Questi fertilizzanti non sono direttamente assimilabili dalle piante. Sono i batteri presenti nel terreno che li trasformano in ioni minerali assimilabili. Sono quindi fertilizzanti di fondo ad azione lenta.

Fertilizzante o fertilizzante

A seconda della formulazione o della composizione del concime minerale o organico, l'azione sarà diversa. Distinguiamo il fertilizzante dal fondo della frusta del fertilizzante.

  • Lo sfondo del fertilizzante: Viene utilizzato prima della semina del prato e in autunno. Nutre l'erba in profondità garantendo il buon sviluppo delle radici. È lui che dà vigore al tappeto erboso per resistere alle malattie o ai parassiti. Deve essere un concime bilanciato del tipo NPK 10-10-10, tromba a terra, guano.
  • Il concime di colpo di frusta: Viene utilizzato in primavera (uno o due che si espandono in base allo stato del prato). Dopo l'inverno, risveglierà l'erba, stimolerà la crescita e intensificherà il suo colore. Per questo deve essere ricco di azoto (NPK 17-6-5 o NPK 16-5-5 - sangue secco, guano)

Sparga il fertilizzante preferibilmente quando il terreno è bagnato, assorbirà il fertilizzante più facilmente.

Casi speciali di letame, compost e compost

Questi sono entrambi emendamenti e fertilizzanti. Un emendamento è un prodotto misto sul terreno per migliorarlo.

  • letame: Come fertilizzante, non dovrebbe mai essere usato fresco. Inoltre, il letame dei mammiferi non è molto equilibrato. È meglio compostarlo prima di usarlo. Come emendamento, porta molto humus e migliora la vita del suolo.
  • concime: Deriva dalla trasformazione dei rifiuti verdi provenienti dal giardino o dalla casa da microrganismi o lombrichi. Oltre al suo eco responsabile, è un eccellente fertilizzante equilibrato e alleggerisce la terra.
  • Il terriccio: È composto da terriccio arricchito con materiali di decomposizione come letame o detriti vegetali. Esistono diverse qualità del suolo a seconda del pH, del contenuto di sostanza organica e dell'azoto.

L'azione di spargere compost o compost sul tuo prato è chiamata topdressing. Distribuite nello strato sottile, porteranno tutta la materia organica necessaria per la vitalità del vostro prato. Ricorda che un manto ben nutrito è molto più efficace nella difesa da malattie, parassiti o stress climatici.


Istruzioni Video: Perchè i fertilizzanti contenenti azoto sono i più utilizzati in agricoltura?