In Questo Articolo:

Rivestendo il tetto a capanna con un tetto abitabile, questo intonaco a base di calce compone un arredo mediterraneo dove il blu e l'ocra convivono armoniosamente. Il tocco finale è fornito da una cera colorata, applicata a caldo.

Intonaco a cera di calce

Consigli pratici

Tutto per farlo
- Sabbia di granulometria 0/4, 0/3, 0/2 o 0/1: 3,90 € ca. la borsa di 40 kg, mestieri.
- Lime CL 90: da 11 a 13 € la borsa da 35 kg (Balthazar e Cottes, Calcia, Chaubat...).
- Giallo e rosso ocra (decorazioni terrestri) e pigmenti compatibili con calce: giallo e rosso cadmio, giallo e rosso di Marte, giallo dorato (Liberon, Castorama): da 7 a 10 € i 250 g.
- cera d'api naturale: da 10 a 20 € al chilo. Essenza di trementina: 2,20 € ca. la l.
- Utensili: betoniera, trogolo, cazzuole compreso cat-tongue, galleggianti in legno di varie dimensioni, regola mason, livella a bolla + 3 tacchetti da 10 x 20 m sezione.
- Costo complessivo: da 8 a 10 € il m2.

Riscalda la stanza

Nella categoria "deco naturale", la calce merita il premio d'oro! Molto economico, è ideale per lavori strutturali come per la finitura. Nella decorazione, mostra le sue qualità, luminosa ed espressiva. La sua semplicità di implementazione si adatta a tutti i tipi di interni.
Il rivestimento presentato consente diriscaldare la stanza, convertito in una stanza per studenti. Grazie alla calce aerea utilizzata nella sua composizione, offre un refection rispettoso della muratura esistente, il calcare. La sua applicazione viene tradizionalmente eseguita in tre strati, integrati da una calce stagionata con cera d'api.

Passi preliminari

  • Coprire il pavimento e rimuovere il vecchio scalpello friabile o scalpello piatto.
  • Scavare giunti di circa 3 cm di profondità, riempire fessure e fori: per rispettare quello esistente, è consigliabile utilizzare malta di calce e pietre.
  • Spazzolare la muratura per rimuovere i residui. La ferrovia è sconsigliata perché indebolisce i blocchi di calcare attaccando il rottame (ganga protettiva). Inoltre, rimuove la loro bellissima patina.
  • Una volta che il muro è stato spolverato, annaffialo copiosamente il giorno prima del lavoro in modo che si bagni. Passaggio essenziale per evitare che la roccia porosa pompi troppo rapidamente l'acqua contenuta nel rivestimento. Avrebbe seguito un fenomeno di crying (microcracks) e alla fine si sarebbero verificate delle crepe. Effetti in contraddizione con le qualità naturali della calce, la sua flessibilità in particolare, che gli consente di resistere bene alle variazioni climatiche.

Una preparazione nelle regole dell'arte

  • Riavvolgi il muro una o due ore prima dell'avvio.
  • Sottile e fluido, il primo strato (la gobetis) è il collegamento tra supporto e corpo in gesso, applicato successivamente. Consiste di 1 volume di calce CL 90 e 2 di sabbia (granulometria 0/4) intimamente mescolato con acqua. È possibile destinare il 10% del volume di calce all'introduzione di calce idraulica naturale (NHL 2 o 3,5), come i vecchi per rendere il rivestimento più resistente. Gettato grossolanamente con una cazzuola, il gobetis riempie le fughe e copre le pietre con uno spessore compreso tra 0,4 e 0,8 mm.
  • Il corpo di rivestimento (o grezzo) viene fatto "a fresco" (fresco a pagamento), che promuove una asciugatura abbastanza lunga. Composto da 1 volume di calce per 2,5 di sabbia (granulometria 0/3), è temperato per formare una pasta morbida che viene applicata in uno strato spesso (da 10 a 20 mm). Ciò consente di impermeabilizzare il muro, correggendo le disuguaglianze.
  • Dopo aver fissato le stecche di guida, la miscela viene lanciata dalla cazzuola, quindi tirata verso il righello e levigata.
  • Il topcoat è qui implementato sul corpo del rivestimento ancora fresco. Abbastanza sottile, è più ricco di sabbia (3 vol) che in legante (1 vol di lime). La sua applicazione avviene mediante frattazzo o frattazzo, "serraggio", con uno spessore da 0,2 a 0,5 mm. L'aspetto finale, più o meno granulare, dipende dalla finezza della sabbia (dimensione delle particelle da 0/1 a 0/2) e dallo strumento utilizzato. Abbiamo scelto un procedimento piuttosto grezzo ma grezzo, ma sono possibili molti altri processi: finitura spazzolata per un aspetto ruvido ed omogeneo, raschiata con uno speciale pettine, levigata con la cazzuola ricoperta di feltro, punteggiata con la linea zip, ecc.

Tonalità sottili

  • La calce è perfettamente adattata a questo supporto. Composto principalmente da calce aerea, colorante e acqua, è semplice da fabbricare e, di nuovo, molto economico. La sua misura: 1 volume di lime per 3 di acqua. Con 10 litri di miscela, copriamo 15 m2 circa, in tre strati.
  • Versare il lime in acqua sotto la pioggia, quindi impastare con un miscelatore elettrico o una bitta forata. Non dovrebbero esserci grumi.
  • La colorazione richiede prodotti compatibili con le caratteristiche della calce. Le ocre e i motivi forniscono acquerelli (declinazione di giallo, arancione, beige e marrone...). È anche possibile giocare con colori più intensi, basati su ossidi metallici. Da usare comunque con moderazione (non più del 2% del peso del legante secco) perché hanno un forte potere cromatico.
  • Qui, la colorazione è fatta con le ocre, ad una percentuale dal 15 al 25% della miscela. Sono diluiti con acqua molto calda, con poche gocce di detersivo per piatti.
  • Per fissare il colore e garantire la sua longevità, aggiungere alla preparazione, al secchio, una manciata di allume di sale (trovato in farmacia) o due sale grosso. L'aggiunta di un tappo adiuvante (Sikalatex...) ammorbidisce tutto e favorisce l'adesione al substrato.
  • L'applicazione viene eseguita in tre fasi con una spazzola per carta da parati (o un grande spalter) in modo da coprire il rivestimento enfatizzando le sue asperità. Dopo il primo passaggio e 24 ore di asciugatura, misurare il colore. Il secondo e forse il terzo passaggio possono essere più o meno sostenuti.

Effetti decorativi

  • La cera è comunemente usata per pattinare e dare personalità. Può essere fatto con cera d'api naturale (in farmacia o apicoltori). Da preparare a bagnomaria in modo che la fiamma non sia mai in contatto con il preparato, volatile e facilmente infiammabile.
  • Sciogliere 500 g di cera d'api in 75 cl di trementina fino a completa dissoluzione. Per estendere di nuovo con 75 cl di trementina e versare, filtrando, in una pentola di vetro. La pigmentazione (in piccole quantità) avviene appena prima del raffreddamento totale e può cambiare. Fai dei test in un posto poco appariscente, sapendo che su una piccola superficie, gli effetti prodotti sono spesso accentuati.
  • Applicare la preparazione a caldo, dopo aver asciugato completamente il rivestimento. In media sono necessarie due settimane
  • Dividere la pentola di cera in acqua bollente, per liquefare. Spargilo con movimenti circolari con un pennello. La struttura dell'intonaco, liscia o ruvida in alcuni punti, produce gli effetti dell'acquerello. Lasciare agire per un effetto opaco o lucidare con un panno di lana (privo di lanugine) dopo un'ora di asciugatura.

Preparare il muro

Controlla le condizioni del muro per decorare

Il muro da decorare, in pietra calcarea, è in buone condizioni e già quasi nudo. Rimossi i resti di gesso friabile, grandi fori riempiti con blocchi di salvataggio sigillati con malta di calce.

Posizionare i condotti di alimentazione

Incorpora i condotti di alimentazione

Cogliamo l'occasione per incorporare i condotti di alimentazione. Per questo, a volte è necessario rielaborare le pietre per passare i tubi senza danneggiarli.

Spazzolare e inumidire il muro

Irrigazione del muro con uno spruzzatore

Spazzolare la parete dall'alto verso il basso per evitare che gli scarti si riducano sulle parti trattate. Il giorno prima dei lavori, innaffia copiosamente con uno spruzzatore (senza inondare la stanza!).

Progetto gobetis

Proiezione di gobetis con una cazzuola

Rimboccare da una a due ore prima di applicare la gobetis. Quindi preparare la miscela e cazzuola in uno strato sottile, che deve riempire gli spazi e aderire alla muratura in tutti i punti.

Mettere in posizione le guide

Posizionamento delle lamelle di guida

Nei gobetis ancora freschi, incorpora le stecche di guida distanziandole di circa un metro. Assicurati di regolarli a livello l'uno con l'altro e con il muro e tenerli a terra su un letto di malta.

Applicare l'intonaco

Proiezione del rivestimento con una cazzuola sulla parete

Mescolare il corpo di gesso fino ad ottenere una pasta morbida. Mettere piccole quantità su una cazzuola e portarla vicino al muro per cazzuola il composto dal basso verso l'alto. Lavorare da un'estremità all'altra del muro, imballando secondo necessità per consolidare l'abbigliamento.

Smooth the wall

Levigare il muro con un righello per muratore

Utilizzando il righello di un muratore, levigare la superficie, sempre dal basso verso l'alto, stampando i movimenti oscillanti.

Controlla la planarità

Unificare la superficie con una spatola di legno

Controlla la planarità mentre procedi. Colmare le lacune e livellare nuovamente la regola. Nel processo, per rendere la superficie uniforme, passare una spatola di legno.

Rimuovere le lamelle di guida

Rimozione delle lamelle di guida

Attendere alcune ore prima che il rivestimento si imposti prima di rimuovere con cura le lamelle di guida. Utilizzare una cazzuola per mantenere la malta aderente al legno e imballare bene.

Riassumere e equalizzare le cavità

Rientro con il mortaio

Dopo aver riordinato i vuoti e le aree circostanti, sigillare con una malta della stessa consistenza. Stringere con una cazzuola, superando leggermente il livello della superficie già flottante.

Standardizzare la superficie

Talocher gli accessori

Infine, fai fluttuare attentamente i raccordi per renderli invisibili. Se necessario, rewet tutta la parete al fine di sollevare le scorze di calce e, quindi, standardizzarlo.

Armonizza le pietre angolari

Aggiunta di malta nelle articolazioni

Le pietre angolari, all'ingresso della stanza, sono evidenziate. Con la lingua di un gatto, la malta viene inserita nelle articolazioni e quindi levigata, facendo attenzione a terminare con una leggera rotondità.

Spazzola e cancella il muro

Trattare la finitura spazzolando i giunti pietra / gesso

Il finale è fondamentale. Per non lasciare alcuna demarcazione, spazzolare le pietre / gesso delle articolazioni non appena viene presa la presa. Gli arrotondamenti vengono rielaborati per cancellare i blocchi al massimo.

Lay il livello finale

Applicazione dello strato di rivestimento finale

Applicare lo strato finale con una cazzuola, con uno spessore di circa 0,5 mm. Attendere mezz'ora e quindi galleggiare, inumidendo se necessario l'attrezzo, per sollevare l'acqua superficiale per capillarità.

Fai il bucato

Preparazione del lavaggio

Per l'intonaco, versare 1 parte di lime per 3 volumi di acqua. Diluire la tintura con acqua bollente e alcune gocce di detersivo liquido. Aggiungere l'adiuvante, una manciata di sale di allume e mescolare.

Applicare con un pennello

Applicazione della prima mano di calce

Un pennello per carta da parati è l'ideale per l'applicazione di calce. Il primo strato, passato affresco in tutte le direzioni, consente ai pigmenti di impregnare bene il rivestimento creando effetti acquerello.

Fai la patina di finitura

Sciogliere la cera a bagnomaria per preparare la patina di finitura

Mettere 500 g di cera in un contenitore di vetro e 75 cl di trementina. Riscaldare il tutto a bagnomaria, senza contatto con l'acqua e lasciarlo sciogliere.

Allunga la preparazione

Filtrando impurità dalla patina con un collant

Alla fine del calore, allungare la cera sciolta versando altri 75 cl di trementina. Suggerimento: avvolgere la parte superiore del contenitore con un collant per eliminare le impurità.

Completa con il pigmento

Aggiungendo la polvere colorante alla patina

Prima di raffreddare completamente, aggiungere la polvere colorante in ragione di un cucchiaino a 250 g di cera fino ad ottenere un rosa lampone piuttosto brillante. Mescolare bene perché i sedimenti del pigmento.

Applicare la cera colorata a tatto

Applicando la patina con una spazzola

Riscaldare la cera a bagnomaria e applicare con un pennello ciarlatano. Mentre si gelifica a contatto con la parete fredda, è necessario lavorare con rapidi movimenti circolari per penetrare nel rivestimento.


Istruzioni Video: