In Questo Articolo:

Sentite dei rumori nelle tubature dell'acqua calda? Il calore non è distribuito uniformemente sul tuo radiatore? È probabile che l'aria sia entrata nel circuito: deve essere evacuata. Questo può essere fatto più volte all'anno, ma è importante sfiatare i radiatori almeno una volta prima dell'inverno.

Evacuare l'aria da un radiatore: pochi semplici passaggi

Prima di rimuovere l'aria da un radiatore, assicurarsi di spegnere l'acceleratore della caldaia o di metterlo in posizione estiva. Non deve essere in funzione mentre lavori sui tuoi radiatori.

Per evacuare l'aria, è molto semplice: posiziona un contenitore sotto la vite di spurgo del tuo radiatore, quindi svitalo finché l'aria non fuoriesce. La vite è opposta alla valvola di controllo. Una volta che l'aria è sfuggita, l'acqua inizia a drenare. Quando l'acqua scorre continuamente, chiudi la vite. Ecco, l'aria è stata evacuata! Ripeti sugli altri radiatori.

Dopo aver evacuato l'aria dai radiatori della tua casa, dovrai ripristinare la pressione della caldaia. Versare dell'acqua nella valvola di riempimento finché l'ago della pressione non raggiunge 1 bar. La valvola di riempimento si trova vicino alla caldaia. Chiedi un tecnico in caso di dubbio.

Evacuare l'aria di un radiatore: una necessità

È possibile che l'aria entri nel sistema di circolazione dell'acqua calda. Questo non è molto serio, perché è sufficiente un piccolo gesto di manutenzione per porvi rimedio, ma una bolla d'aria nel circuito può avere conseguenze:

  • Un radiatore che non funziona molto bene, se non del tutto (è caldo ma freddo in alto),
  • Maggiore consumo di energia, proprio a causa della mancanza di prestazioni di cui sopra,
  • Rumore fastidioso nei tubi...

Evacuare l'aria dai tuoi radiatori aiuta a mantenere la tua rete di riscaldamento e assicurarne il funzionamento a lungo termine.


Istruzioni Video: come spurgare aria dai termosifoni