In Questo Articolo:

Riscalda la casa

Il riscaldamento elettrico fornisce più di un terzo del parco immobiliare francese. Molti dispositivi sono vecchi, di base (convettori) e il loro uso è costoso. In modo che riscaldamento elettrico e rovina di energia non vanno insieme, è necessario scegliere con cura il suo apparecchio di riscaldamento. I modelli recenti sono più efficienti e, se utilizzati, sono più efficienti dal punto di vista energetico rispetto ai loro predecessori.

Nel campo del riscaldamento elettrico, ci sono diverse categorie di elettrodomestici:
- i convettori;
- i radiatori con inerzia (qualche accumulo);
- i pannelli radianti.
In tutti questi modelli, il principio rimane lo stesso: una resistenza trasforma l'energia elettrica in calore. Questo è chiamato ilEffetto Joule. La differenza sta nel modo in cui il calore viene trasmesso e diffuso (in forma liquida o solida) e nel modo in cui il calore viene diffuso nella stanza (per convezione, radiazione o conduzione).

Gli usi del riscaldamento elettrico sono molteplici e possono essere utilizzati per riscaldare un bagno con un termoarredo elettrico o un'intera casa con un pavimento riscaldato. La gamma di prezzi per l'acquisto di riscaldatori elettrici è molto ampia. I convettori sono cattivi studenti: molto economici da acquistare, la loro modalità di funzionamento (un flusso d'aria calda che passa sopra una resistenza aerea), spesso senza una gestione sofisticata, spesso li rende molto costosi da usare.

Scegli il riscaldatore elettrico che soddisfa le tue esigenze in termini di potenza

Prima di decidere su un dispositivo, è necessario iniziare valutando con precisione i suoi bisogni. La potenza di un riscaldatore elettrico è espressa in kilowatt (kW) o watt (W) (1 kW = 1000 W) ed è generalmente proporzionale alla superficie dell'apparecchio. Per scegliere la giusta taglia e potenza per ogni stanza di una casa, usa le seguenti stime:
- in un edificio che soddisfa gli standard di RT 2012 (la regolazione termica ottimale in vigore) conta 60 W / m²;
- in una costruzione ben isolata (tipo RT 2005), i fabbisogni sono stimati a 70 W / m²;
- in abitazioni moderatamente isolateci sono circa 100 W / m².
Queste cifre variano leggermente nel bagno, stanza per la quale è consigliabile basare la stima su un rapporto di 130 W / m².
Altri parametri possono essere presi in considerazione nei calcoli:
- in altitudineaumentare la potenza richiesta per metro quadrato del 10% per 500 m (solo il 5% nelle stanze soleggiate);
- nelle stanze rivolte a nordpossiamo anche aumentare le stime del 10%;
- in stanze molto soleggiate o che beneficiano di un muro comune, si possono diminuire di conseguenza.

Grazie a queste stime, è quindi sufficiente calcolare le esigenze in base alla superficie della stanza. Se la necessità di alimentazione è eccessiva a causa del volume della stanza, è necessario installare uno o più dispositivi aggiuntivi.

I convettori

Sono spesso chiamati "tostapane" a causa della loro forma e del loro principio di funzionamento (diffusione del calore attraverso una griglia nella parte superiore del dispositivo). La loro modalità di funzionamento lo rende un tipo di riscaldamento che è allo stesso tempo scomodo e costoso. Sono costituiti da:
- di una carcassa di metallo aperto alla base e in alto (con griglia);
- uno o più resistori;
- regolazione termostatica spesso molto elementare.
L'aria, spostata dalla convezione naturale, si scalda a contatto con le resistenze e alza la temperatura dell'aria della stanza salendo fino al soffitto.
L'operazione "Tutto o niente" rende l'uso di questo tipo di dispositivo costoso come la modalità di riscaldamento principale. Il suo utilizzo può essere giustificato come riscaldamento ausiliario o occasionale, ad esempio in una seconda casa poco utilizzata. In questo caso, sarà possibile utilizzare apparecchi di recente produzione con un termostato elettronico di fine-tuning associato alla programmazione termostatica centralizzata.

Radiatori ad inerzia

In termini di radiatore con inerzia, esistono due tipi di apparecchi:
- quelli la cui resistenza elettrica è immersa in un liquido (acqua, glicole o olio), è chiamato radiatore elettrico con inerzia del fluido o liquido termovettore;
- quelli la cui resistenza è in contatto diretto con un materiale conduttivo asciutto (come ghisa, ceramica, pietra lavica, mattoni refrattari o steatite).
Il principio rimane lo stesso: si accende il radiatore che accumula calore, quindi lo ripristina, anche una volta interrotto l'alimentazione:
- per radiazione (l'infrarosso emesso dal dispositivo si irradia nella stanza e riscalda gli elementi con cui vengono a contatto);
- per convezione (L'unità riscalda l'aria con cui è in contatto).

Offrono un buon comfort termico con poche sbalzi di temperatura e sono compatti. Il loro prezzo di acquisto li colloca nel mezzo della fascia di prezzo.
Gli scaldasalviette sono generalmente radiatori verticali con inerzia, fluido termovettore, appositamente progettati per il bagno (aumento rapido della temperatura e ottimo isolamento dell'umidità). Assicurati di isolare il muro dietro di loro: tendono a perdere calore da dietro. Alcuni modelli hanno un soffiatore che accelera la convezione per un rapido aumento della temperatura ambiente.
Di solito beneficiano'Controllo e programmazione sofisticati, direttamente sul dispositivo o remoto tramite un termostato programmabile. La trasmissione degli ordini avviene in diversi modi:
- dal pilota di filo;
- da powerline online (CPL)
- per radio.
gli ordini
Vengono assegnati automaticamente in base a programmi prestabiliti, ma possono anche tenere conto delle variazioni della temperatura interna o esterna, tramite i rilevatori. Possono anche provenire da un telecomando o anche da una scatola controllata da uno smartphone.
Queste possibilità di gestione spesso molto fini consentono un'economia di funzionamento netta.
Le innovazioni includono:
- Dispositivi di rilevamento di presenza che interrompe automaticamente l'alimentazione quando nessuno è nella stanza;
- aprendo i sistemi di percezione falegnameria (porte, finestre e finestre francesi) che tagliano l'apparecchio quando sono aperti;
- componenti del tipo di intelligenza artificiale, che modulano il funzionamento del riscaldamento secondo le abitudini di vita degli abitanti.

Il dolce calore
Questo nome, diffuso, ha un carattere commerciale che non garantisce le prestazioni del dispositivo. È un modo per designare i dispositivi combinare l'inerzia interna del dispositivo con una facciata radiante a bassa temperatura chi ha la sua resistenza. Hanno il vantaggio di offrire un rapido aumento della temperatura e, per alcuni elettrodomestici recenti, la possibilità di un inizio in offset della resistenza interna ed esterna: è solo quando la facciata è insufficiente per riscaldare da sola che il la resistenza interna si accende.

Riscaldatori di stoccaggio

Si basano su un semplice principio: accumulare calore in materiali refrattari che resistono molto bene alle alte temperature durante le ore in cui l'elettricità è la meno costosa (ore non di punta, di notte) e quindi tornare il giorno senza il dispositivo ha bisogno di energia. Il calore accumulato durante la notte viene rilasciato nella stanza per convezione, con l'aiuto di un ventilatore. Molto pesanti, voluminosi, senza flessibilità, non sono più rilevanti.

Pannelli radianti

Sono spesso usati in stanze con soffitti alti o il cui volume è importante, a causa della grande superficie riscaldata della piastra frontale. Offrono un rapido aumento della temperatura il cui effetto viene immediatamente percepito. Affinché il calore si diffonda correttamente, nessun ostacolo (mobili, ad esempio) deve essere collocato tra l'apparecchio e le persone nella stanza. Questi non sono i dispositivi più costosi da acquistare, ma possono essere costosi da usare.

Sullo stesso tema

  • Consigli di fai da te
    • Come proteggersi dal freddo in una casa?
    • Scelta e funzionamento delle pareti riscaldanti
    • Criteri di scelta per il riscaldamento a soffitto
    • Riscaldamento a pavimento, a parete, a soffitto: come scegliere?
    • I diversi tipi di riscaldamento elettrico
    • Convettore elettronico
    • Come funziona il pannello radiante elettrico?
    • Accumulatore di riscaldamento elettrico
    • Come funziona un pavimento radiante elettrico?
    • Collegamento di un radiatore di trasferimento del calore
    • Regolare il riscaldamento elettrico
  • Domande / Risposte
    • Aggiungi un radiatore elettrico in un bagno
    • Come scegliere un sistema di riscaldamento?
    • I pannelli radianti dovrebbero essere sostituiti da riscaldatori?
    • Dobbiamo pagare un extra per il massetto del riscaldamento?
    • Come mettere un riscaldamento a pavimento elettrico per un bagno?
    • Qual è il riscaldamento più economico?

Questo potrebbe interessarti


Istruzioni Video: Riscaldamento PORTATILE elettrico BASSO CONSUMO tipo svedese