In Questo Articolo:

Eco-ready

le banche diventano verdi!

Nella tradizione del Grenelle Environment Forum, il governo annuncia un prestito a tasso zero. Eco-prestito o prestito verde, questo è un credito per il lavoro destinato a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti. Questa misura, proposta lo scorso dicembre, dovrebbe essere messa in atto durante i progetti di legge Grenelle 1 e 2 in programma per la primavera del 2008. Per essere pronti quando sarà il momento, DuitDesign vi invita a scoprire oggi i contorni di questo nuovo tipo di credito.


Eco-prestito, istruzioni per l'uso

Eco-ready: credito

L'eco-prestito, che sia 0% o meno, è basato sul libretto di sviluppo sostenibile. Questo strumento di risparmio che sostituisce il CODEVI consente di investire fino a 6000 euro. Non soggetto a tassazione, questo opuscolo dovrebbe fornire un ulteriore risparmio di 10 miliardi di euro per finanziare prestiti ecologici. Tuttavia, non è necessario disporre di un opuscolo per beneficiare di questo tipo di credito. Progettato per migliorare l'alloggio, i prestiti ecologici sono accessibili a privati, professionisti e condomini nell'ambito di lavori di ristrutturazione in linea con il quadro del credito d'imposta estendendo l'ammissibilità per l'installazione di attrezzature. Un certificato del costruttore o un esperto nella diagnosi immobiliare sarà ancora necessario per la concessione del prestito. Secondo il comitato incaricato dell'attuazione del prestito verde dello 0%: "Il prestito deve essere a lungo termine e corrispondere ai periodi di ritorno stimati per l'ammortamento del lavoro da svolgere, cioè da 15 a 20 anni. dovrebbe essere formattato per finanziare lavori pesanti (da 25.000 a 30000 euro) e potrebbe dare origine, secondo il modello tedesco, ad un bonus non appena saranno raggiunti gli obiettivi prestazionali iniziali. "

Opere eleggibili per eco-prestito

Eco-ready: questo

La maggior parte del lavoro coinvolto in questo prestito è anche ammissibile per il credito d'imposta, anche se le due offerte non saranno cumulabili con il credito dello 0%. Includono l'installazione di apparecchiature per la produzione di energia rinnovabile: solare, eolica, idroelettrica, biomassa, pompa di calore e legno. Aggiunti all'elenco sono le caldaie a bassa temperatura e a condensazione, l'isolamento termico, il recupero dell'acqua piovana, la regolazione del riscaldamento e il collegamento alla rete alimentata da energie rinnovabili. Affinché il file venga accettato, è necessario prima presentarlo alla banca che deciderà se finanziare o meno il progetto. Va notato che sono previste sanzioni in caso di mancato completamento del lavoro.

Prestiti ecologici sul banco di prova

In modo che il costo del tuo credito non riduca l'interesse di questa transazione finanziaria, ADEME ha aderito al sito "testépourvous.com" al fine di stabilire un confronto tra diversi eco-prestiti. Per stabilire questa classifica sono presi in considerazione quattro criteri essenziali: il costo del credito, la durata e l'importo massimo del prestito, la diversità delle spese possibili e la flessibilità del credito (possibilità di posticipare o anticipare i rimborsi).

Con l'imminente arrivo del prestito dello 0%, DuitDesign raccomanda di attendere l'attuazione di questa misura al fine di evitare spese aggiuntive e realizzare risparmi significativi. Resta da vedere se i termini promessi saranno rispettati.


Istruzioni Video: Ekco - READY