In Questo Articolo:

Scopri i pavimenti dei bagni

Generalmente soggetto a forti sollecitazioni, il pavimento del bagno deve affrontare l'usura e la presenza quotidiana di acqua, spruzzi, calore e umidità. Pertanto, la piastrellatura, il pavimento in laminato o il PVC devono essere scelti con cura e secondo criteri specifici.


I criteri di scelta per il pavimento del bagno

I criteri di scelta per il pavimento del bagno

Una delle caratteristiche più importanti per il pavimento del bagno è la sua resistenza. Quindi, deve essere in grado di affrontare l'acqua, ma anche con i compiti pur essendo anti-scivolo. Dobbiamo quindi favorire il mosaico e la piastrellatura, a scapito delle finiture lucide. Inoltre, il rapporto qualità / prezzo deve essere preso in considerazione nella scelta del rivestimento. Per sapere che ci sono tessere molto accessibili. Infine, deve essere presa in considerazione anche la facilità di installazione del rivestimento. Va notato che parquet e piastrelle richiedono un'installazione incollata, mentre il pavimento in PVC in rotolo può essere posato liberamente e che le piastrelle e le lastre in vinile sono autoadesive o clip-on.

le piastrelle

La piastrellatura, compreso il gres porcellanato, è molto popolare nei bagni in cui è ampiamente rappresentata. Economico e di facile manutenzione, offre una vasta gamma di scelte per finitura, stile, colore e forma. Inoltre, questo rivestimento resiste all'usura dell'acqua, alle macchie e agli urti.

i pavimenti dei bagni in pvc

Vale a dire che il suo grado di resistenza è stabilito secondo standard diversi. In particolare, è definito dalla sua resistenza allo scorrimento, classificata da A (più resistente) a C (meno resistente).

PVC

I pavimenti in PVC flessibile hanno il vantaggio di non aver paura dell'umidità mentre resistono all'usura e allo scivolamento. Inoltre, sono facili da pulire. Lo spessore del rivestimento garantisce comfort e isolamento acustico del pavimento. Per quanto riguarda lo spessore dello strato di usura, determina la resistenza del terreno. Inoltre, il PVC offre una vasta scelta in termini di estetica con modelli e imitazioni di tutti i tipi. Può essere imballato in rotolo e può quindi essere installato senza montaggio, ma anche senza colla nella posa libera o solo con biadesivo per grandi superfici. Inoltre, la lastra o la lama in PVC è piacevole al tatto grazie al suo effetto testurizzato e può essere facilmente installata con un sistema autoadesivo o un sistema di ritaglio. Fare attenzione a non confondere PVC con linoleum che non è affatto adatto per il bagno.

Il pavimento in parquet

Il pavimento in legno caldo e robusto trova il suo posto nel bagno, a patto di scegliere la giusta benzina, un modello compatibile con le caratteristiche dell'acqua e aderire alle linee guida di posa specifiche. Così, i legni esotici come il bambù, il teak o il merbau sono ideali per le zone umide. Inoltre, alcuni pavimenti massicci o laminati sono adatti per il bagno. Per quanto riguarda i pavimenti in legno, devono imperativamente essere oliati o vetrificati. Il pavimento in legno può essere incollato direttamente sul suo supporto o tagliato, fluttuante. Infine, si noti che il legno è un materiale vivente, che funziona nel tempo e tende a diventare più leggero alla luce del sole.

Il laminato

Il laminato, pratico e decorativo, offre un eccellente rapporto qualità-prezzo e una lunga durata, purché si scelga un modello adatto al bagno. Inoltre, offre una vasta gamma di scelte in stile (moderno, rustico, classico), finitura (ceruse, patina, invecchiato) e materiali d'imitazione. (legno, metallo, pelle). Facile e veloce da installare, il laminato è interbloccato e può essere posizionato su un supporto già esistente. Attenzione per la posa di una barriera al vapore deve essere previsto l'infiltrazione e un sottofondo protettivo per l'isolamento acustico e l'impermeabilizzazione.


Istruzioni Video: Come pulire e sbiancare le fughe dei pavimenti in un attimo!