In Questo Articolo:

La smerigliatrice angolare può tagliare, tagliare, tagliare, levigare o levigare materiali diversi come metallo o pietra. Niente lo resiste, purché tu sappia come scegliere il disco giusto.

Scelta di dischi per smerigliatrici angolari

Al momento dell'acquisto, una smerigliatrice angolare viene solitamente consegnata con un minimo di materiali di consumo. Uno o due o nessun disco, che non corrisponde necessariamente alla moltitudine di attività che si intende intraprendere.
In commercio, troviamo diversi dischi per tagliare, tagliare, sbavare, levigare, lucidare... Questi dischi sono di dimensioni, materiali, qualità e prezzo molto variabili. Il che non sempre aiuta a fare la scelta giusta.
Qui eravamo interessati ai consumabili di diametro 125 mm più comunemente usati per la smerigliatrice angolare. Questa macchina è particolarmente apprezzata dai bricolage e dagli artigiani perché è leggera, compatta, facile da trasportare e in grado di intervenire in molti settori come la muratura (taglio di mattoni, pietra, piastrelle...), il fabbro (Salda la sbavatura, l'affilatura, il taglio di acciaio, alluminio, acciaio inossidabile...), anche la carpenteria (levigatura, affioramento...) o il lavoro di materiali sintetici (PVC...).

Record per ogni situazione

A seconda dell'operazione da eseguire (molatura, taglio) e dei materiali da lavorare (metallo o muratura), i dischi hanno il corpo (bordo) e i bordi taglienti adatti a coprire il maggior numero di situazioni. Il cerchio può essere in acciaio (disco diamantato) o composito (fibra di vetro intrecciata), mozzo piatto o offset (disco composito).
I dischi tagliano o macinano i pezzi per abrasione. Il loro bordo o la loro superficie è ricoperta da chicchi naturali o artificiali più o meno grandi a seconda della qualità del lavoro da ottenere: molto duro come il diamante per i dischi d'acciaio, in carburo di silicio (lavorazione della pietra o del calcestruzzo), corindone (metalli), zirconio (acciaio inossidabile) per dischi compositi. Il tutto è agglomerato e incollato sul bordo da una resina sintetica (bachelite o carburo di silicio).

Disco diamantato segmentato, Bordo continuo, Compositi bordo continuo, Compositi lamellari, Superfici

laDiamante segmentato
BDiamante su una tavola continua
CDischi compositi con tavola continua
DDischi compositi con doghe
EDiamante a faccia

I dischi compositi più economici

disco abrasivo per smerigliatrice lamellare

I dischi compositi hanno un bordo continuo per il taglio, la sbavatura o la levigatura o le lamelle per la lucidatura, la levigatura o la pulizia.
I dischi abrasivi sono spessi (tra 4 e 8 mm) per supportare le forze assiali. Sono utilizzati quasi in piano sulla superficie da lavorare con un angolo di 15° a 45°, a seconda della finitura da ottenere.
I dischi da taglio sono più sottili (tra 1 e 4 mm). Questo è il bordo del disco che viene utilizzato, il taglio viene eseguito con lo strumento a 90° rispetto alla superficie da tagliare.
Quelli con le doghe sono progettati per l'affioramento e la finitura del lavoro. Sono piatti o affusolati con lamelle abrasive morbide. Questi ultimi sono composti da diversi grani a seconda dell'uso, corindone per acciaio, rame, plastica o alluminio e zirconio per acciai inossidabili più duri. Per il legno, l'abrasivo è realizzato in nylon per un lavoro più liscio senza sbavature. Le doghe sono disposte in un anello e si sovrappongono sul disco che viene utilizzato piatto sulla faccia da lavorare.
In generale, i dischi compositi sono piuttosto economici (tra 2 e 10 euro per unità) ma si consumano abbastanza rapidamente.
Nella foto: Le lamelle di alcuni dischi abrasivi offrono un'elevata resistenza all'usura. Si sovrappongono e possono essere in ceramica, carburo di silicio o corindone.

disco composito grezzo

I grani di un disco composito sono più grandi o più piccoli. Sono agglomerati con resina su strati successivi di trecce in fibra di vetro. Qui la mola è spessa.

Dischi diamantati per resistere nel tempo

I dischi diamantati sono duri e resistenti. Sono usati solo per il taglio e l'affioramento.
Sono costituiti da polvere di diamante e polvere metallica meccanicamente applicata mediante saldatura laser o per sinterizzazione su acciaio dolce precedentemente aggiunto e saldato sul bordo del disco.
Tagliano materiali da costruzione come pietra, cemento, mattoni, marmo... e la loro durata è pari al loro costo (tra 30 e 130 euro per disco).
I dischi diamantati possono essere lisci o segmentati.
I dischi segmentati sono utilizzati in muratura (mattoni, pietra, blocchi di brezza, calcestruzzo e cemento armato). La segmentazione consente un taglio veloce, ma senza finezza.
I dischi per bordi continui vengono utilizzati per materiali fragili (piastrelle, piastrelle, marmo). Il taglio è più lento, ma le superfici e i bordi sono più nitidi.

Gli standard obbligatori indicati sui dischi delle meleuse

I dischi di qualità hanno uno standard europeo che afferma di avere la forza necessaria per essere usati in sicurezza.
Evitare dischi senza indicazione di uno standard.
Ce ne sono due: lo standard 12413 per gli abrasivi agglomerati e il 13236 per i superabrasivi (dischi diamantati).
Queste informazioni obbligatorie attestano la conformità dei prodotti ai regolamenti e devono apparire sui dischi.
Per maggiori informazioni: legifrance.gouv o snas-abrasifs.com

Termine per l'uso di un disco abrasivo

I dischi abrasivi in ​​fibra, destinati al taglio e alla sbavatura, hanno una data di scadenza. Questa data è indicata sulla confezione o sul bordo del disco. È quindi necessario evitare di utilizzare quest'ultimo oltre questa data. Poiché le resine e i tessuti in fibra perdono la loro elasticità nel tempo, i dischi possono diventare fragili e friabili.
Ma un disco che si rompe a tutta velocità può essere molto pericoloso per le tue mani o il tuo viso. In caso di incidente, potrebbe non essere coperto dalla tua assicurazione se decide di condurre le indagini.
Un consiglio: non comprare i tuoi dischi con troppo anticipo.

Comprendere le informazioni visualizzate su un disco smerigliatrice

I criteri per scegliere i dischi angolari per smerigliatrici: angolari

1Nome del produttore o dell'importatore
2Codice di identificazione e scadenza (nessuna scadenza sul disco diamantato)
3Natura dei materiali lavorabili
4Pictos barrati in rosso: possibili restrizioni d'uso (non utilizzabili con l'acqua, senza macinature...)
5Attrezzatura necessaria per la protezione personale: occhiali, casco e guanti
6Standard di conformità
7Velocità massima in m / s e rpm
8Specificità (escluso disco diamantato)
- A = corindone * (ossido di alluminio)
- 30 = granuli ** S = durezza della mola ***
- BF = legante in bachelite e rinforzo in fibra di vetro
9Dimensioni del disco
* Abrasivi: A = corindone; AC = corindone / carburo di silicio; C = carburo di silicio; CO = grani di ceramica

Z = corindone zirconio; ZA = corindone zirconio / corindone
** Grana larga = da 8 a 24. Grana media = da 30 a 60. Grana fine = da 70 a 220. Grana molto fine = da 240 a 400.
*** I gradi di durezza sono classificati con lettere in ordine alfabetico crescente, dal più morbido al più duro (dalla D alla Z) In generale, si utilizzano ruote morbide per lavorare metalli duri e viceversa.

Alcuni promemoria sull'uso di una smerigliatrice angolare

Metti un disco smerigliatrice in posizione

Il posizionamento del disco sull'asse della smerigliatrice deve essere eseguito con precisione e nella corretta direzione di rotazione, per il corretto funzionamento del disco.

tagliare con una smerigliatrice

I tagli devono essere fatti a 90° rispetto alla superficie del pezzo da tagliare per evitare che il disco sia abbastanza sottile da subire troppe forze assiali.

sbavare alla smerigliatrice angolare

La levigatura e la sbavatura di una saldatura avviene con un disco abbastanza spesso, la macchina inclinata a 45° per la sgrossatura e tra 30° e 15° per una finitura perfetta.


Istruzioni Video: Come scegliere il giusto disco per la flex - Cossio Attilio srl e Brico First Class