In Questo Articolo:

Di fronte a un'offerta molto diversificata, non è sempre facile sostituire le sue finestre. Tra budget, sicurezza, tipo di falegnameria e vetratura, come fare la scelta giusta?

Cambia finestra - Deceuninck

Nuove finestre: economia, sicurezza, comfort acustico

Una sgradevole sensazione di freddo ti invade quando sei seduto in salotto? È tempo di cambiare la tua falegnameria. Oltre a migliorare il tuo comfort, questo lavoro ti farà risparmiare un sacco di soldi. In effetti, le vecchie finestre con vetri singoli e quelle con doppi vetri di prima generazione sono all'origine di perdite importanti.
Secondo uno studio * condotto dalla società di ingegneria indipendente TBC, il risparmio di calore a causa della loro unica sostituzione con modelli più efficienti vanno dall'11 al 55% in case unifamiliari e fino all'80% in appartamenti! In alcuni casi, l'operazione può addirittura eliminare gran parte del fabbisogno di riscaldamento. È anche utile per rafforzare la sicurezza della casa e ottimizzare il comfort acustico.
* Studio condotto nel 2012 a nome dell'Unione dei produttori di falegnameria esterna (UFME) e della Federazione francese degli edifici (FFB), palo per finestre.

Il parere di un esperto *
Una finestra con buone prestazioni termiche e acustiche, è prima una finestra ben posizionata. Unire la falegnameria / il lavoro strutturale, che tiene conto dell'espansione dei materiali, deve essere perfetto per garantire sia la tenuta stagna che l'ermeticità. Prescrizione e valutazione sono quindi cruciali. "
* Philippe Macquart, Delegato generale dell'Unione dei produttori di falegnameria esterna (UFME).

Finestre in PVC e legno: classiche a tutti i prezzi

Per fare la scelta giusta, scegliere soprattutto per una finestra certificata NF o Acotherm (per falegnameria legno e misto alluminio / legno) o NF CSTB (per PVC). Questa certificazione attesta la sua idoneità all'uso (resistenza agli urti, isolamento termico e acustico, prestazioni AEV).
Per quanto riguarda la scelta del materiale, dipende da tre criteri: estetica, il facilità di manutenzione e ovviamente il prezzo.

  • Il PVC non richiede alcuna manutenzione. Nonostante i suoi detrattori (è vietato da alcuni municipi e condomini), rimane il leader sul mercato ed è ora disponibile in modelli colorati o in finto legno.
  • Il legno, nel frattempo, è caldo e la manutenzione molto meno vincolante rispetto a prima (vernice da rinnovare ogni 10 anni, per esempio).

Il parere di un esperto *
L'85-90% della falegnameria in PVC è fabbricato con profili estrusi in Francia in un rigoroso ambiente normativo. I nostri prodotti hanno un livello di qualità superiore a quello richiesto dalla marcatura CE. Tuttavia, le importazioni di falegnamerie CE stanno aumentando. Ma non sono trattati così severamente come quelli certificati NF CSTB. "
* Yann de Benazé, presidente dei gammisti e promozione dell'Unione nazionale dell'estrusione plastica (Snep).

Cambia le finestre: un'applicazione per aiutarti a scegliere

App per bussola di vetro

Per scegliere una vetrata ad alte prestazioni basata sull'orientamento di ciascuna delle vostre finestre, il produttore Saint Gobain Glass ha sviluppato un'applicazione gratuita per tablet e smartphone, che calcola anche i risparmi ottenibili in un anno. "Sgg Glass Compass", disponibile su App Store, Android Market e Internet: glass-compass.com.

Alluminio: per ampie baie

L'alluminio consente a più luce di passare attraverso i suoi profili sottili **. Ma può mostrare prestazioni termiche inferiori rispetto ai suoi concorrenti, tranne quando è dotato di interruttori termici a profilo.

  • È il materiale preferito per le finestre di grande formato, anche se non è più raro vedere porte scorrevoli in PVC e grandi finestre in legno, grazie alla tecnica a colla laminata.
  • La lavorazione del legno mista (legno all'interno e alluminio all'esterno) si sta sviluppando fortemente, perché combinano le qualità di ciascun materiale senza gli svantaggi.
  • Va notato che le finestre in legno o acciaio non sono raccomandate nelle case direttamente di fronte al mare e che alcuni PVC possono soffrire di differenze di temperatura nelle aree montuose.
** Per i vantaggi dell'alluminio per esterni, visitare: snfa.fr

Doppi vetri: gas Argon e bassa emissività

Una finestra non può essere progettata senza doppi vetri efficienti.

  • Si compone di almeno due vetrate (generalmente 4 mm di spessore) separate da un distanziatore, il vuoto (chiamato "lama") è riempito con aria secca o un gas neutro, di solito dal argon che migliora le proprietà isolanti dei doppi vetri.
  • L'isolamento termico è rinforzato da un sottile strato di ossidi metallici, chiamato bassa emissività, depositati all'interno di uno dei vetri. La sua proprietà è di riflettere il calore all'interno dell'abitazione.
  • Quasi tutti i doppi vetri attuali sono gas argon e bassa emissività. La loro durata è di circa 30 anni...
  • Le vetrate possono anche essere utilizzate per migliorare l'isolamento acustico o la sicurezza (ad es. Vetri antiscasso). In questo caso, si compone di due bicchieri di diverso spessore, o un vetro singolo e una vetrata stratificata costituita da due lastre di vetro assemblate insieme mediante distanziali in plastica (PVB), appositamente progettato per migliorare la sicurezza.

Finestre con doppi vetri

Fatto molto raro: il gas contenuto nei doppi vetri fuoriesce e si nota una condensazione tra i due vetri. Devono quindi essere cambiati: la garanzia decennale entra in gioco in caso di installazione da parte di un'azienda.

Cambia le tue finestre: quanto costa

Anche le finestre da tetto con più di vent'anni possono essere modificate per beneficiare di un buon isolamento termico, controllo solare e serramenti estetici che si adattano meglio al tetto.

Come riconoscere un buon professionista

La competenza di un professionista certificato è misurata in base a diversi criteri.

  • Si prende il tempo per notare i bisogni del suo cliente e consigliarlo. Ha campioni di finestre, foto e certificati dei prodotti che offre.
  • Deve eseguire misurazioni rigorose e fornire una stima dettagliata con forniture e installazione separate.
  • Un consiglio: chiedi i dettagli delle persone in cui ha lavorato e controlla!
  • Controlla anche il suo certificato di assicurazione (garanzia di dieci anni) al momento dell'ordine.
  • Richiedi un rapporto di ricevimento. Se ci sono delle riserve, deve essere posto rimedio come parte della garanzia del completamento perfetto.

Cambia le tue finestre: costi ragionevoli

  • Il PVC è il materiale più economico, soprattutto per i modelli entry-level.
  • La natura della vetratura e le dimensioni della finestra (che possono essere fatte su misura, un caso frequente in ristrutturazione) hanno un impatto significativo sul prezzo.
  • Se decidi di affidare la posa a un professionista, puoi beneficiare di aiuti finanziari. L'Unione dei produttori di falegnameria esterna (UFME) stima in media 275 euro TTC, il costo di posa (non fornito) di una finestra di 140 x 140 cm, compresa la rimozione dell'esistente.
  • Per quanto riguarda i vetri con isolamento acustico, sono molto meno costosi di quelli che si immaginano: conteggia un costo extra da 60 a 80 € / m2 per doppi vetri standard (indice di riduzione del rumore Rw: 33 dB) e fino a 300 € / m2o ancora di più per l'isolamento acustico ad alte prestazioni (Rw: 45 dB).

I criteri di scelta:: finestra

Prima di acquistare, imposta le tue priorità e poni le domande giuste.
Per quali ragioni vuoi cambiare le tue finestre: migliorare l'isolamento termico e acustico, la sicurezza, cambiare l'aspetto estetico o valorizzare il tuo patrimonio...

Quale dispositivo fiscale per cambiare le finestre della sua casa?

Date le modifiche periodiche e i numerosi casi speciali, non possiamo elencare qui tutte le condizioni che danno diritto o no agli aiuti o ai ribassi, ma raccomandiamo di leggere quanto segue: "Risparmiare energia: quali attrezzature danno diritto al credito fiscale? " sul sito web del ministero delle Finanze e sulla visita del sito ADEME (Agenzia per la gestione dell'ambiente e dell'energia).
Nota: l'IVA sui lavori di ristrutturazione è del 10% dal 1° gennaio 2014.

Scegliere le finestre

I criteri di scelta:

Isolamento termico delle finestre: quali criteri?

Il coefficiente di trasmissione del calore Ug dipende da due criteri: l'emissività della vetratura e lo spazio tra i due vetri (spessore e tipo di gas). Più basso è il coefficiente, migliore è l'isolamento.
Ug (vetro) esprime la trasmissione termica del vetro e Uw (finestra) traduce la trasmissione termica della finestra.
Una finestra di qualità visualizza un Uw di almeno 1,6.

Nuove finestre, il fattore solare: quali criteri?

Il coefficiente di trasmissione dell'energia (fattore solare) caratterizza la quantità di energia solare trasmessa attraverso la vetratura. È espresso in percentuale e simboleggiato dalla lettera "g" (un basso fattore solare impedisce il surriscaldamento). Il fattore solare della finestra (falegnameria + vetratura) è tradotto da Sw. Ad esempio, per i doppi vetri con fattore solare g = 0.60: Sw = 0.45 su una finestra in alluminio; 0,40 su una finestra in legno e 0,35 su una cornice in PVC di qualità.

La trasmissione della luce delle nuove finestre: quale criterio?

Il "Tlw" è la quantità di luce che passa attraverso i vetri. Più è alto, più aumenta la quantità di luce naturale. Il tasso medio è dell'80% per i doppi vetri e del 70% per i doppi vetri.

Vetri doppi o tripli per le nuove finestre: quali criteri?

Dato il suo alto costo *, i vetri tripli sono di vero interesse per i climi montani. Altrove, anche nel nord della Francia, la questione è discussa. Ma la differenza di prestazioni termiche tra una vetratura a doppia prestazione e una tripla è minima: un serramento in legno massiccio a triplo vetro ha un Uw da 0,9 a 1 W / m² /° C contro 1,4 a 1,6 W / m² /° C per una falegnameria a doppio vetro.
* Secondo uno studio (2010) della ditta Enertech, il costo extra di un serramento con triplo vetro può raggiungere in alcuni casi 450 € / m2. Tuttavia, il suo costo aggiuntivo effettivo, si noti agli esperti, è di circa 60 € / m2... In Austria e Germania, dove i mercati sono stabilizzati, il suo costo aggiuntivo rispetto a un doppio vetro è dell'ordine del 10%.

Classificazione AEV delle finestre: quali criteri?

Indica le prestazioni ermetiche (classi da A1 a A4), l'acqua (da E1 a E9) e il vento (da V1 a V4). Per calcolare la valutazione AEV di cui hai bisogno (per regione, altezza della finestra sopra il pavimento), visita: guide-de-la-fenetre.com/ isolation / classification_aev. Più alto è l'indice, migliore è la carpenteria.

Sicurezza della finestra: quali criteri?

Equipaggiare la falegnameria con una vetrata antieffrazione non è sempre sufficiente. Ci sono finestre dotate di un colpo anti-shake. Una soluzione interessante al piano terra. Per quanto riguarda gli entrebâilleurs, offrono protezione contro le intrusioni e garantiscono la sicurezza dei bambini impedendo loro di aprire la finestra.

Opzioni confortevoli per le nuove finestre: quali criteri?

Conveniente per un accesso difficile, la vetrata autopulente è ideale per finestre da tetto. Quest'ultimo può anche essere dotato di vetri che riduce il rumore della pioggia. Un'altra opzione importante: vetri a controllo solare. Permette di limitare i contributi di calore nella stanza. Ci sono anche vetrate che combinano l'isolamento termico rinforzato (ITR) e il controllo solare.

Bay window _ Atulam

In fase di ristrutturazione, l'installazione di una finestra può essere eseguita in due modi: su quello dormiente esistente (parte fissa del telaio) con falegnamerie specifiche al ribaltamento o dopo la rimozione totale del telaio.

I criteri di scelta:: della

Il dimensionamento del telaio per dormire è un'operazione delicata. Deve essere fatto con precisione per una posa di successo.


Istruzioni Video: licenziamento collettivo, criteri di scelta