In Questo Articolo:

Dalle pareti del tetto ai pavimenti, le strutture pronte per l'installazione sono legion! Come trovare tra sistemi costruttivi, elementi in kit, prezzo, prestazioni? Panoramica...

rinnovare la sua casa con materiali pref

Per molti anni, i produttori di materiali sono stati in competizione con l'immaginazione e l'innovazione per offrire elementi prefabbricati che facilitano l'implementazione pur mostrando qualità e prestazioni in conformità con le normative vigenti. Che si tratti di calcestruzzo tradizionale, cellulare o isolante (pomice, lastra espansa...), argilla o calcare frantumato, questi elementi sono fabbricati in serie.
Vengono in quattro "grandi famiglie": prodotti per la muratura (blocchi di calcestruzzo standard o tecnici, cemento cellulare...); opere strutturali (pavimenti per travi, scale...); pietra ricostituita per decorare e decorare la casa e il giardino (rivestimenti, lastre, pietre da pavimentazione...); pannelli del tetto "tre in uno" (scatole stagionate, pannelli sandwich...).

Blocco o blocco rettificato

Forma regolare, resistente, manuportable e molto conveniente (da 1 a 2 € per unità), il blocco della brezza, solitamente cavo, è il materiale più comune nella costruzione. D'altra parte, è il meno isolante (R = 0,23 m².k / W). I blocchi (l 50 x L 20 x 10, 15 o 20 cm) sono disposti in file con giunture incrociate.

Ma al costo di un consumo significativo di malta (80 kg / m2 circa con fughe da 1 a 1,5 cm di spessore). Inoltre, le pareti devono essere isolate con isolamento dall'esterno o dall'interno.
Per rimediare allo svantaggio di questa installazione "tradizionale" (quantità di cemento da smaltire), gli industriali hanno progettato un blocco con giunti sottili (prodotto in un approccio di Alta Qualità Ambientale), semplice da implementare, con un consumo di malta che scende a 8 kg / m². Ma la prima fila deve essere montata perfettamente in piano e in piombo (non è possibile recuperare).
È un blocco i cui volti sono rettificati meccanicamente con una tolleranza dimensionale dell'ordine di un millimetro. La sua perfetta planarità consente una posa orizzontale su una colla legante depositata con l'applicatore a rullo (più bisogno di betoniera), mentre i giunti verticali si adattano all'asciutto grazie ad un sistema di scanalature e linguette. Pertanto, l'orizzontalità e il piombo del muro si ottengono automaticamente. La rapida installazione di questo sistema costruttivo offre un risparmio di tempo dal 30% al 40%.

Pavimenti con travi o solette: isolamento obbligatorio

Le soluzioni per pavimenti tradizionali con travi e travetti sono varie, ma difficili da implementare. Ecco perché i pavimenti prefabbricati sono stati a lungo popolari.

Molto utilizzato in edilizia come in ristrutturazione, il pavimento con travi e lastre di cemento è formato da tralicci in cemento armato (rinforzi accoppiati a metallo rovesciato V), o precompressi (cosiddetti ferri d'armatura), in I o T invertito.
Molto spesso, il divario è riempito con blocchi di cemento (chiamati "lastre" o "cassaforma inferiore"), prima di fondere una lastra di compressione. Il peso ridotto degli elementi non richiede grandi mezzi di sollevamento, né un'elevata qualificazione e il costo (50 € / m2 circa) è interessante. Il rovescio della medaglia: la gamma limitata di raggi (da 4,8 a 5 m), la necessità di utilizzare oggetti di scena e la creazione di punti di appoggio (muri di divisione).
Per non parlare dell'assenza di isolamento acustico e termico. Ma per ovviare a questo, sono preferiti i polistirene espanso (EPS) espanso "intervoso". Leggere, si adattano facilmente tra le travi (portata fino a 6,2 m) e sono completate da "interruttori" che forniscono una pausa termica tra il pavimento e le pareti portanti. Gli interruttori "longitudinali" sono disposti parallelamente alle pareti anteriori, mentre i "trasversali" isolano le pareti della divisione.
Una formula ideale per creare un pavimento su un vespaio, ventilato e isolato, che consuma meno energia in riscaldamento rispetto alla lastra versata sulla lastra. Per risolvere il problema delle lunghe campate, gli elementi ritmici rettangolari di recessi (celle longitudinali) di calcestruzzo precompresso da fili di acciaio tesi, offrono fino a 15 m di portata per una larghezza corrente di 1,20 m. Spessi (da 16 a 35 cm), hanno una resistenza strutturale da 230 a 500 kg / m2 e un isolamento acustico, con un peso significativo. Questo tipo di "floorec" è particolarmente popolare nel collettivo. Ospita molte case in grandi aree.
Dopo il sollevamento, le lastre vengono posate in modo contiguo sulle pareti portanti (profondità di appoggio minima da 3 a 6 cm a seconda dei materiali) e assemblate con una chiavetta di cemento, formando il pavimento finito. L'installazione viene eseguita senza puntellamento (perso il cassero) ed è soddisfatta con un massetto di equalizzazione.

Pietra ricostituita: più reale della natura

Rivestimenti, lastre di pietra, lastricati, bordi della piscina, pilastri di recinzione... pavimenti alle pareti, dalla casa al giardino, la pietra ricomposta non lascia alcun marmo.
Il motivo? Se il fascino della pietra da taglio è innegabile, è costoso (estrazione, dimensione, posa...).

La pietra ricostituita, più economica, viene fabbricata sotto forma di pasta (da roccia frantumata, calce, cemento bianco, resine, pigmenti e acqua), quindi gettata in stampi di elastomero ottenuti da impronte ricavate da vecchi materiali regionali.
Può quindi riprodurre un gran numero di aspetti e materiali (calcare, scisto, pietra a secco, mattoni, ciottoli e persino legno). Unico vincolo, l'applicazione di un trattamento idro-oleorepellente per affrontare il rischio di macchie.

Tetti e coperture: stile rispettato, isolamento integrato

Piastrelle porose, tornitura deformata, lampeggio difettoso... non appena compaiono segni di cedimento, è necessario un restyling.
Soprattutto perché un tetto scarsamente isolato rappresenta il 30% delle perdite di calore.

Se il tetto deve essere completamente rinnovato, dopo la sua rimozione (piastrelle, listelli e travi), l'obiettivo non è più quello di separare i diversi elementi, ma di utilizzare ad esempio "pannelli sandwich" o "scatole stagionate" ( processo di isolamento dall'esterno). Allo stesso tempo supporto di copertura, isolamento e impiallacciatura decorativa interna, queste scatole racchiudono l'isolamento termico (EPS, poliuretano espanso, lana minerale...) racchiuso tra un lato decorativo (cartongesso, pannelli, impiallacciature... ) e un rivestimento esterno resistente all'acqua a cui saranno attaccati i supporti del tetto. Alcuni sono addirittura incorniciati da due rinforzi che, come i galloni laterali, sono pronti a ricevere le stecche.
L'assenza di ponti termici grazie all'isolamento continuo (spessore da 9 a 19 cm), il volume massimo abitabile e la superficie sottostante pronti per dipingere o decorare sono i vantaggi di questo processo "tutto in uno". Specifico per i tetti sormontati da tegole rotonde, i fogli ondulati (fibre cellulosiche) sono fissati direttamente sugli arcarecci del telaio e facilitano l'incuneamento del canale di piastrelle.
Possiamo preferire i pannelli ondulatori isolanti che garantiscono un ulteriore isolamento dall'esterno. Sono costituiti da un'anima (schiuma di poliuretano), presa tra un pannello di cartongesso (supporto decorativo a tutto sesto) e un fibrocemento in lamiera grecata (rivestimento esterno).

Il parere dell'esperto *
"È innegabile, gli elementi prefabbricati della costruzione offrono un risparmio di tempo grazie alla loro facilità di implementazione e quindi sono aperti ad un pubblico più ampio. Nonostante un costo aggiuntivo del 16% per una nuova casa che incontra la RT 2012, la le vendite di blocchi isolanti sono aumentate in modo significativo. "
* Christian Lejet, direttore della divisione Point P.

blocco con struttura a nido d'ape in calcestruzzo pomice

Questo blocco a nido d'ape in calcestruzzo pomice garantisce una buona resistenza termica grazie alle bolle d'aria che contiene. Pareti e blocchi d'angolo sono armati di ferri e ferri curvi, poi incassati per ricevere il calcestruzzo.

blocco di cemento rettificato

Resistente, questo blocco di calcestruzzo rettificato deve essere associato ad un isolatore da 12 cm, interruttori termici e ponti anti-termici (roccia vulcanica e schiuma di poliuretano), per soddisfare la RT 2012.

Planelle

Il risultato della combinazione di pareti Granulex e isolamento in grafite di polistirolo, questo planelle di ultima generazione evita l'uso di interruttori termici.

hourdis in PSE

Sposando i travetti, le lastre in EPS (polistirolo espanso) aiutano a limitare la perdita di calore. Associato agli interruttori periferici, questo tipo di sistema corregge i ponti termici.

Prestazioni di diversi materiali da costruzione

Blocco di roccia vulcanica

Blocco di roccia vulcanica

Con le sue celle riempite di EPS (polistirolo espanso), il blocco "Comfort +" di Alkern offre un'elevata resistenza termica (R = 2,01 m².K / W) e ha una buona presa del rivestimento (50 x 25 x spessore 20 cm, 12 kg il blocco).

Cemento pomice

Cemento pomice

Il blocco "Fabtherm" di FabemiIl combina facilità di installazione (consumo di colla: da 1,6 a 2,6 kg / m2) e prestazione termica (R = 1,04 m)2.K / W). L'isolamento riportato con cartongesso (spessore 13,5 cm) è giustificato per ottenere un R ≥ 5 m2.K / W (50 x 20 x 20 cm, peso 16 kg, 8 blocchi / m2).

Blocco di pomice

Blocco di pomice

Grazie alle sue celle verticali, il blocco di pietra pomice Cogetherm offre isolamento termico / inerzia in grado di immagazzinare il guadagno solare invernale e contenere il calore estivo. È composto per il 92% da pomice, ossido di ferro, clinker e calce (49 x 19 x spessore da 20 a 25 cm, R = da 1,3 a 1,35 m2.W / K, da 16 a 17 kg il blocco ).

Blocco di cemento e ardesia

Blocco di cemento e ardesia

Sulla base dell'ardesia espansa, il blocco "Easytherm" di Perin & Cie combina un'elevata resistenza meccanica (L 60) e prestazioni termiche (R = 1.27 m².K / W), è soddisfatto con un rivestimento RT3 a strato singolo. Il blocco d'angolo per la catena evita i tagli (da 50 x 20 x 20 a 25 cm, da 12,5 a 16 kg del blocco).

blocco di cemento cellulare

Blocco di cemento cellulare

Muratura con giunti sfalsati con malta adesiva, i blocchi "Thermopierre" di Xella si incastrano per solco e linguetta. (62,5 x 25 x spessore 25, 30, 36,5 o 50 cm, R = da 2,58 a 5,3 m². K / W, da 350 a 550 kg / m²).

Mattone isolante distribuito

Mattone con "isolamento distribuito"

Autoportante e autolimitante, il mattone "Climamur" di Porotherm-Wienerberger incorpora lana di roccia nelle sue cavità. Completato con blocchi per incatenamento, architravi, davanzali..., incontra il RT 2012 (24,8 xh 24,9 x 36,5 o 42,5 cm, R = 4,66 o 5,5 m².K / W, da 14,7 a 17 kg del blocco).

davanzale di cemento cellulare

Barriera contro aria e acqua, davanzali in calcestruzzo cellulare avere una buona isoterma Si adattano, inoltre, a tutti i modi costruttivi.

pannelli sandwich non stagionati

Realizzato con un isolamento con una stretta barriera al vapore tra un lato decorativo e un rivestimento esterno di pannelli di particelle impermeabili, questi pannelli sandwich non stagionati sono dotati di due contréliteaux.
Si alzano in direzione del pendio o della sua perpendicolare.

piastre di supporto per piastrelle

Veloce da implementare, piastre di supporto per piastrelle garantire una sigillatura rinforzata del tetto. Resistono ai venti forti e vengono utilizzati dal 9% della pendenza.

Più isolante, meno resistente

Il risparmio energetico e la concorrenza degli ecomateriali obbliga, i sistemi costruttivi associano la leggerezza, la posa incollata e l'isolamento termico. Alcuni sono di tipo "monomur" con spessori notevoli (da 30 a 45 cm). Come il mattone all-in-one o il cemento cellulare, hanno i loro limiti: lo spessore riduce lo spazio abitativo, le prestazioni termiche sono inferiori alla RT 2012 rendendo necessario un isolamento segnalato. Infine, la loro resistenza meccanica limita l'altezza delle strutture, ad eccezione del blocco di ardesia espansa.

doppia spugna prefabbricata

il doppia fila di spugna prefabbricata evoca la tradizionale architettura provenzale evitando la presenza di una grondaia.

rivestimento murale

questo rivestimento murale ripristina la grana del calcare, mentre sul terreno un pavimento lascia che la luce giochi sull'irregolarità della sua superficie.

RT 2012: la caccia ai rifiuti

RT 2012 mira a dividere per tre il consumo di energia di nuovi edifici. La bolletta del riscaldamento può andare da 250 € / anno per una casa "basso consumo" a 1.800 € per una casa poco isolata.
Per ottenere ciò, non dovrebbe esserci alcun ponte termico sui pavimenti. Essenziale, il piano basso sul vespaio deve garantire una continuità totale dell'isolamento, scollegando la lastra delle pareti periferiche e dei poggiapiedi.
In termini di materiali, la soluzione più comune utilizza interruttori termici, interstizi e abutment realizzati in polistirene espanso, blocchi di calcestruzzo e piani isolanti conformi a RT 2012.

struttura del portale con kit di pietre ricostituite

Per incorniciare il portale, kit in pietra ricostituitacomposto da bushel e capitelli, imita pietra naturale o mattone offrendo un autentico aspetto minerale.

salire una scala con moduli

L'assemblaggio di questa scala consiste nell'impilare i moduli che formano l'albero centrale e, in parallelo, per montare i gradini (rispetto all'albero) incollati con un mastice polimerico. La fine dei gradini è supportata mentre l'albero centrale è raschiato e riempito di cemento.

scala della colonna vertebrale

"Spine" di questo soggiorno, questa scala a chiocciola è modellata in cemento (calcare frantumato, cemento bianco, pigmenti...).

Le scale

I modelli di scale prefabbricate sono divisi in due categorie. "Monoblocks", che vengono trasportati su camion e posizionati mediante un paranco. E il "kit" di scale basato su passi sovrapposti, che ammontano a due giorni al massimo. È sufficiente sovrapporre blocchi di massi per formare un barile in cui il calcestruzzo verrà versato dopo il rinforzo. I gradini sono incassati a sbalzo nella prenotazione di ciascun elemento della canna. Il calcestruzzo può essere lasciato grezzo, trattato (liscio, lucidato, cerato...) o ricevere vari rivestimenti per pavimenti (pietra naturale, cotto...).

Due materiali da costruzione sotto una lente d'ingrandimento

mattone monomur

Calcestruzzo cellulare:

molti vantaggi Cemento cellulare leggero ma resistente costituito da sabbia asciutta, calce, cemento, gesso e alluminio, quindi cotto sotto pressione a 190° C. Cinque volte più leggero del calcestruzzo, è facile da maneggiare e facile da installare. Grazie alle microbolle d'aria che contiene, è un buon isolante (conducibilità L = 0,09 W / m.K in 25 cm di spessore), la cui inerzia attenua le differenze di temperatura. Tuttavia, l'evoluzione degli stress termici (RT 2012) richiede la costruzione di blocchi con uno spessore di 50 cm (R = 5,5 m2.K / W) o fornire un isolamento aggiuntivo (blocco da 25 cm + complesso termoacustico). Aggiungi la necessità di rivestire l'intera parete.

Il mattone monomur:

lo spessore di isolamento integrato di 37,5, 42,5 o anche 50 cm, il mattone monomero accumula il calore del giorno per ripristinarlo di notte. Cattura l'aria ambientale grazie a una rete di celle verticali. La temperatura rimane fresca d'estate e stabile in inverno grazie alla sua alta inerzia. La costruzione delle pareti (che esclude qualsiasi isolamento segnalato) viene eseguita in un'unica operazione. Nidificato a secco, la sua installazione è fatta con una colla per malta. Gli svantaggi di questo mattone sono le sue prestazioni termiche che non soddisfano più i requisiti di RT 2012. La sua resistenza (R) è 4 m2.K / W per uno spessore di 42,5 cm. Cosa c'è sotto R = 5 m2.K / W richiesto in nuova costruzione. Inoltre, il suo peso (da 250 a 320 kg / m2 a seconda dello spessore) richiede solide fondamenta e collegamenti concreti che pesino sul conto. Inoltre, i produttori propongono mattoni le cui celle incorporano un isolamento che soddisfa la RT 2012.


Istruzioni Video: I Do... Until I Don't