In Questo Articolo:

La rivendita di una proprietà di solito induce un valore in eccesso, a condizione che venga rivenduta più costosa di quella che è stata acquistata. Questi guadagni immobiliari sono tassabili, sebbene possano essere spesso esentati. Definizione, tassazione ed esenzioni di guadagni immobiliari.

Che guadagno immobiliare?

Un valore aggiunto è a "guadagno in conto capitale", in contrasto con il deprezzamento che rappresenta una perdita di valore reale e monetaria sulla rivendita di un bene.

Il guadagno in conto capitale immobiliare rappresenta quindi la differenza tra il prezzo di acquisto degli immobili e il prezzo di rivendita. In effetti, quando si rivendita una proprietà (casa, appartamento, terreno), l'obiettivo è raggiungere il miglior valore possibile.

Nota: i guadagni immobiliari devono essere dichiarati alle autorità fiscali, in relazione all'imposta sul reddito. Ma in un contesto politico che vuole promuovere la ripresa del settore immobiliare, la loro tassazione è ora più moderata.

Tassazione sui guadagni immobiliari

I guadagni immobiliari sono soggetto all'imposta sul reddito (IR) per:

  • qualsiasi vendita di beni immobili e diritti annessi agli immobili;
  • scambio di merci, condivisione o contributo alla società.

Da notare: L'IR si applica anche alle vendite effettuate tramite SCI o REIT.

Aliquote fiscali e indennità dal 1° febbraio 2012:

Abbattimento per ogni anno di detenzione2% dopo il quinto anno4% dopo il 17° anno8% dopo il 24esimo anno
Dopo l'abbattimentoAliquota fiscale del 19% + Contributi previdenziali del 13,5%
= 32,5%.
esenzioneDopo il 30° anno

Guadagni immobiliari ed esenzioni fiscali

Un valore aggiunto sulla vendita di una residenza principale e dei suoi annessi è sempre esente da imposta. Lo stesso vale per la prima vendita di abitazioni, quella di una proprietà tenuta per più di 30 anni e che è stata realizzata a beneficio dell'abitazione sociale.

Le esenzioni sono anche:

  • un diritto di elevazione;
  • una proprietà espropriata;
  • un buon scambio durante le operazioni di consolidamento;
  • una proprietà il cui prezzo di vendita è inferiore a € 15.000.

L'esenzione si estende agli anziani (coloro che detengono una pensione di vecchiaia o che occupano un alloggio sociale) e ai disabili.


Istruzioni Video: Due modi per guadagnare con le case