In Questo Articolo:

Un erede nominato per legge o per volontà ha il diritto di accettare o rinunciare alla sua eredità. Questa è chiamata la rinuncia alla successione. In queste circostanze, si può rifiutare un patrimonio immobiliare? Gli elementi di risposta da scoprire in questo articolo.

Negare un'eredità immobiliare: rinunciare alla successione

  • Una persona rinunciare alla successione è considerato non essere mai stato erede. Nel caso del patrimonio immobiliare, non è possibile trasmettere ad esso beni immobili inclusi nella successione.

Da notaregli ascendenti e i discendenti che rinunciano alla successione dei genitori deceduti devono, tuttavia, partecipare alle spese del suo funerale.

  • Per rinunciare al suo patrimonio immobiliare, l'erede fa un dichiarazione di rinuncia al registro del Tribunal de Grande Instance da cui dipende il domicilio del defunto.
  • Il rinunciante può, tuttavia, torna indietro sulla sua decisione finché nessun altro erede accetta la proprietà (entro un limite di 10 anni).

In tal caso rifiutare un patrimonio immobiliare?

Generalmente, gli eredi che rinunciano all'eredità desiderano soprattutto di sottrarsi al pagamento dei debiti del defunto. Rifiutare un'eredità immobiliare evita di dover accontentare i prestiti immobiliari in corso.

Inoltre, la rinuncia a una proprietà consente di beneficiare benefici fiscali. I discendenti che non hanno un reale bisogno di questa eredità possono favorire i propri figli rinunciandoli. Pertanto, la proprietà del defunto è direttamente raccolta dai suoi nipoti, riducendo così i costi di trasmissione.

Nota: In tutti i casi, gli eredi non sono tenuti a giustificare la loro rinuncia alla proprietà.

Rifiutare un'eredità immobiliare: le scadenze per la rinuncia

L'erede haun periodo di 4 mesi dall'apertura della tenuta per scegliere di accettare o rinunciare al suo patrimonio immobiliare.

Dopo questo periodo, il creditore, gli altri eredi o lo Stato potrebbero richiederlo di decidere.

  • Se interviene uno di questi partiti, l'erede ha ancora 2 mesi prima di prendere la sua decisione.
  • È anche possibile per lui cogliere la giustizia per chiedere un ulteriore periodo di riflessione.

Quando nessuno vuole costringere l'erede a fare la sua scelta, il tempo massimo per la riflessione è 10 anni. Oltre a questo, la rinuncia è automatica.


Istruzioni Video: Come un testamento scritto bene può aiutare la tua famiglia: #001 click giuridico