In Questo Articolo:

Pensavi di aver trovato la casa o l'appartamento dei tuoi sogni? Ma dopo aver riflettuto, ti rendi conto che la realtà non corrisponde ai tuoi desideri... Eppure sicuro di te, hai fatto una promessa di vendita con il venditore. Come annullare questa promessa di vendita?

Cosa e chi commette una promessa di vendita?

La promessa di vendita lega solo il venditore del bene. A differenza dell'accordo di vendita che lega entrambe le parti (venditore e acquirente), la promessa di vendita è un pre-contratto unilaterale.
Con questo atto che può essere un atto privato o un atto notarile, il venditore lo farà prenotare la proprietà ad un prezzo e entro un tempo concordato. Non può offrire la sua proprietà a un altro acquirente. È un po 'come " opzione di acquisto esclusiva ».

Si noti che è passata una promessa di vendita firma privata (cioè passato tra le parti senza l'assistenza di un notaio e spesso redatto poi da un agente immobiliare) deve essere registrato presso il centro fiscale entro 10 giorni dalla firma a pena di annullamento.
Il costo della registrazione è di cento euro.

In cambio dell'impegno del venditore, l'acquirente paga un assegno di capitale che rappresenta tra il 5 e il 10% del prezzo di vendita. Ha quindi il tempo previsto nella promessa di vendita di acquistare o meno la proprietà.
La vendita diventa definitiva solo dietro firma dell'autentico atto di vendita obbligatoriamente passata prima del notaio. L'importo della franchigia di immobilizzazione verrà quindi detratto dal prezzo totale.

Il periodo di sospensione di una promessa di vendita

Come tutti i contratti relativi all'acquisto di beni immobili, l'acquirente non professionale ha un periodo di recesso di 10 giorni dal giorno successivo alla prima presentazione della lettera che lo notifica all'atto (articolo L 271.1 del codice). costruzione e alloggio).

Ma nell'ambito di una promessa di vendita, in questa scadenza legale di 10 giorni, viene aggiunto il ritardo per sollevare l'opzione di acquisto prevista dal contratto stesso. Legalmente, non vi è alcun ritardo minimo o massimo. Questo è alla comodità delle parti. Generalmente, ha 3 mesi.
Durante questo periodo, l'acquirente può rinunciare in qualsiasi momento all'acquisto senza fornire alcuna giustificazione. L'importo dell'indennità per gli utenti deve quindi essere rimborsato integralmente.

Annulla una promessa di vendere oltre il periodo di opzione

Oltre il periodo di sospensione, è sempre possibile annullare la promessa di vendere ma in questo caso, l'indennità di immobilizzazione non deve essere restituita. Resta acquisito al venditore che può quindi disporre liberamente della sua proprietà.
Tuttavia, se l'annullamento della promessa di vendita da parte dell'acquirente è giustificato dal mancato rispetto di una clausola sospensiva prevista nel contratto, egli ha il diritto di recuperare l'indennità di immobilizzazione nella sua interezza.

Questo è il motivo per cui è molto importante al momento della firma di una promessa di vendita di fornire in dettaglio clausole sospensive: Ottenere un prestito o l'assicurazione di un prestito, un certificato di pianificazione o un permesso di costruzione, ecc.

Buono a sapersi: In tutti i casi, la cancellazione di una promessa di vendita deve essere effettuata con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.


Istruzioni Video: Il recesso del consumatore