In Questo Articolo:

Per costruire o modificare un edificio esistente devi chiedere il permesso per la maggior parte del tempo. A seconda dell'area del pavimento costruita, la procedura differisce.

calcolare l'area di una proprietà per depositare un permesso di costruzione

Richiesto permesso di costruzione

La costruzione di una casa o di qualsiasi edificio indipendente richiede, in linea di massima, di ottenere in anticipo un permesso di costruzione. Tuttavia, sei esonerato da qualsiasi formalità se il tuo progetto riguarda un capanno da giardino di meno di 5 m² o una piscina di meno di 10 m².
Ma sei soggetto alla procedura di permesso di costruzione:

  • se ingrandisci un edificio esistente di oltre 40 m². Se la tua casa non è in un comune con un piano di pianificazione locale (Plu), è necessario richiedere un permesso di costruzione per qualsiasi progetto di ampliamento di oltre 20 m². Per sapere quali sono i regolamenti di pianificazione del tuo terreno, chiedi al tuo municipio.
  • se crei tra 20 e 40 m² in più, porta così la superficie totale della tua casa a più di 170 m².
Da notare: per la costruzione di una casa di oltre 170 m² è necessario ricorrere a un architetto.

Non senza previa dichiarazione

È necessario presentare una dichiarazione preliminare di lavori presso il municipio per:

  • l'estensione di 5 a 40 m² della vostra casa se si trova in un comune con un Plu, da 5 a 20 m² della vostra casa in altre città;
  • opere che modificano l'aspetto esterno della facciata: per esempio il piercing di una finestra;
  • opere che cambiano la funzione dell'edificio: un negozio trasformato in un appartamento per esempio.

Come contare i 20, 40 o 170 m²?

I metri quadrati presi in considerazione sono quelli che costituiscono la "superficie del pavimento" e "lo spazio del pavimento". Nel marzo 2012, questi due concetti hanno sostituito Shon (superficie netta del pavimento) e Shob (superficie lorda del pavimento).

Riferimento alla superficie

Il riferimento alla superficie del pavimento consente di ignorare lo spessore delle pareti esterne. La riforma dei permessi di costruzione del 2012 mirava a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici. In effetti, la considerazione dei muri esterni nelle aree create potrebbe incoraggiare i richiedenti di licenza a optare per muri poco profondi per costruire più metri quadrati "abitabili" senza un permesso di costruzione.
L'area del pavimento è quindi uguale alla somma delle superfici del pavimento di ogni livello racchiuse e coperte calcolate dall'interno nudo delle facciate (escluso lo spessore delle pareti esterne), previa deduzione, per una singola casa:
  • superfici corrispondenti allo spessore delle pareti che circondano l'embrasure di porte e finestre rivolte verso l'esterno;
  • vuoti e tramogge corrispondenti alle scale e agli ascensori;
  • aree del pavimento con altezza del soffitto non superiore a 1,80 metri;
  • superfici del pavimento progettate per il parcheggio di auto e di altri veicoli a motore;
  • aree del piano attico che non possono essere convertite.

impronta

L'impronta è definita come "la proiezione verticale del volume della costruzione, tutti gli strapiombi e gli sbalzi inclusi". Quindi, le gronde del tetto e qualsiasi superficie non chiusa ma coperta (tenda da sole, terrazza coperta...) contano. L'estensione di una casa da una terrazza coperta di oltre 40 m² di impronta, ad esempio, sarà soggetta alla procedura del permesso di costruzione.

Da notare: i testi di riferimento

L'ordinanza n° 2011-1539 del 16 novembre 2011 relativa alla definizione delle superfici del pavimento prese in considerazione nella legge dell'urbanistica (apparso nella Gazzetta ufficiale del 17 novembre 2011)
Il decreto 2011-2054 del 29 dicembre 2011 (pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 29 dicembre 2011) definisce la superficie.
Il decreto 2011-1771 del 5 dicembre 2011 (pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 7 dicembre 2011) definisce le formalità da completare per un progetto di ampliamento di un edificio esistente.
Il decreto n. 2012-677 definisce l'esenzione dal ricorso a un architetto.
Possono essere consultati sul sito Web legifrance.gouv.fr


Istruzioni Video: Permesso di costruire, regole più chiare