In Questo Articolo:

Il libro di manutenzione degli edifici condominiali è obbligatorio dagli anni 2000. Questo documento, accessibile a tutti i comproprietari, attuali e futuri, elenca una serie di informazioni relative alla manutenzione dell'edificio. Le spiegazioni dettagliate per trovare in questo articolo.

Il libro di manutenzione dell'edificio

Il libro di manutenzione dell'edificio

Qual è il programma di manutenzione per un condominio?

Ogni edificio condominiale deve avere il proprio libretto di manutenzione aggiornato, reso obbligatorio dal 2000 dal Legge SRU.

Una sorta di inventario tecnico di manutenzione e lavoro svolto sull'edificio, questo documento informa del buon comportamento del condominio o, al contrario, riflette la sua scarsa manutenzione.

La gestione della comproprietà dovrebbe apparire più trasparente, soprattutto per i futuri acquirenti che hanno le informazioni necessarie per la loro scelta di impegnarsi o meno nel condominio.

  • Il libretto di manutenzione è redatto e conservato dal fiduciario di comproprietà, che è anche responsabile per i suoi aggiornamenti.
  • Si può accedere da tutti i comproprietari o futuro acquirente, su semplice richiesta al trustee. I comproprietari possono anche richiedere una copia.

Da notare: Una comproprietà ha un solo libretto di manutenzione, anche se è composto da diversi edifici. Tuttavia, ogni edificio deve essere oggetto di un capitolo separato.

Quali informazioni dovrebbero contenere il libro di manutenzione degli edifici?

Il libretto di manutenzione di un edificio condominiale deve imperativamente apparire nei suoi contenuti le seguenti informazioni obbligatorie:

  • l'indirizzo dell'edificio
  • l'identificazione del sindacato condominiale
  • i riferimenti delle assicurazioni sottoscritte e le loro date di scadenza.

Altre informazioni utili ma non obbligatorie:

  • le date di realizzazione dei principali lavori, come ad esempio: un rinnovamento, un cambio di caldaia o ascensore, un lifting, una modifica dei tubi, ecc.
  • le note legali delle varie società incaricate dei lavori,
  • il riferimento di qualsiasi assicurazione-danno-lavori in corso,
  • i riferimenti dei vari contratti di manutenzione assegnati alle attrezzature collettive e le relative date di scadenza,
  • un programma di possibili lavori futuri, già votati dall'assemblea generale dei comproprietari.

Da notare: qualsiasi informazione aggiuntiva richiesta dall'assemblea generale dei comproprietari (che sarà stata votata a maggioranza semplice) deve essere obbligatoriamente inclusa nel libretto di manutenzione dell'edificio.


Istruzioni Video: D.P.R. 74/2013 - Esercizio e controlli su impianti termici