In Questo Articolo:

Nuova installazione o ristrutturazione di un vecchio circuito per portarlo allo standard, tutto inizia con l'installazione della scheda di distribuzione. Distribuisce energia ai punti di utilizzo garantendo la protezione dei circuiti e la sicurezza delle persone.

Testo e foto C. Petitjean

Consigli pratici

● Non confondere le dimensioni e la sensibilità dell'interruttore differenziale. Il calibro definisce l'intensità massima che l'interruttore può passare in base agli usi, qui 40 A. La sensibilità definisce il valore limite della corrente di dispersione che innesca l'interruttore, qui 30 mA.
● Per garantire il corretto funzionamento dell'interruttore differenziale, attivarlo una volta al mese premendo il piccolo pulsante "test". Ripristina con il pulsante Off-On.

Alimenta i diversi dispositivi

L'installazione di questo tavolo che serve uno studio, permetterà di alimentare, nonostante le ridotte dimensioni del luogo: uno scaldabagno da 2 kW, un termoventilatore da 1, 5 kW, un piano cottura da 1 kW, una TV, un frigorifero e due punti luminosi. A seguito di una modifica della posizione del misuratore, EDF ha installato e lasciato una scatola contenente il contatore elettronico, seguito dall'interruttore di circuito di derivazione della sensibilità da 500 mA. Questa ristrutturazione ha permesso di partire su base salutare.

La posa

In vista dei circuiti da proteggere, la scelta del tavolo si è basata su un modello orizzontale con una capacità di dieci moduli. L'instradamento delle linee verso il soffitto rende necessario posizionare il dipinto in posizione elevata. Svantaggi, il telaio non può essere applicato direttamente sul muro a causa della presenza dello scivolo centrale che conduce i cavi di alimentazione. Per compensare questa discrepanza, barre di legno spesse 12 mm sono state avvitate e ancorate sotto le gambe della suola.

Il cablaggio

L'interruttore differenziale di sensibilità 40 A, 30 mA è posizionato in testa alla guida. Viene agganciato tirando la linguetta di blocco con una lama per cacciavite. Agganciare anche i sei interruttori di circuito. Le loro voci sono differenziate: L o niente per la fase, N per il neutro.

● Preparare due pettini: il nero accoppia tutti gli ingressi di fase, blu tutti gli ingressi neutri. I denti di ciascun pettine si innestano nei sei morsetti in cui sono saldamente avvitati
● Quindi collegare due fili di sezione da 10 mm2 ai terminali di ingresso dell'interruttore differenziale. Passali dietro il tabellone per lasciarli in attesa. Unire altri due fili da 10 mm2 all'uscita dell'interruttore differenziale ai due pettini. Il filo rosso (fase) porta al pettine nero, il filo blu (neutro) al pettine blu. Le connessioni vengono effettuate alla morsettiera di ingresso divisionale più vicina, bloccando insieme il filo nudo e un dente del pettine. In alcune scatole più grandi vengono utilizzati terminali speciali.
● Ogni potere divisionale e protegge un circuito indipendente. I quattro interruttori automatici da 20 A sono dedicati allo scaldabagno, al riscaldamento, alla cottura, a tutte e cinque le uscite; il 16 A protegge una presa isolata e la 10 A è utilizzata per l'illuminazione. Raccogliere la massa dell'alloggiamento dalla morsettiera speciale e i conduttori verde-giallo da ciascun punto di utilizzo. Infine, collegare ai terminali di uscita dell'interruttore EDF i due fili rimasti in attesa.

Installa il supporto del modulo

Installa il supporto del modulo

Posizionare il supporto del modulo vicino all'armadietto EDF. Dopo aver forato il muro e ancorato, avvitare il telaio in due punti posizionando delle zeppe di legno sotto le gambe.

Agganciare l'interruttore differenziale

Agganciare l'interruttore differenziale

Sulla guida, agganciare l'interruttore differenziale con una sensibilità di 30 mA premendo la linguetta sul cacciavite. Ha lo scopo di proteggere le persone e di inciampare in caso di dispersione di corrente.

Divisori clip

Divisori clip

Agganciare i divisionari alla guida. Con il cavo 10mm2, collegare l'ingresso differenziale e lasciarlo in standby sul retro. Collegare due fili della stessa sezione come output.

Collegare i fili

Collegare i fili

Collega questi due fili ai pettini: il rosso con il pettine nero che raccoglie tutti gli ingressi di fase dei divisionari, il blu con il pettine blu che accoppia tutti i loro ingressi N (neutro).

Raggruppa i driver

Raggruppa i driver

Collegare i fili di fase e neutro di ciascun circuito alle prese divisionali. Raggruppare i diversi conduttori di terra sulla morsettiera speciale. Stringere saldamente le viti.

Cablage della scheda modulare

Cablage della scheda modulare

Il cablaggio della scheda modulare è completo. Le partenze per gli usi sono state raggruppate in basso. Sulla morsettiera laterale sono uniti la terra dell'alloggiamento e quelli dei circuiti.

Collegare l'uscita dell'interruttore automatico

Collegare l'uscita dell'interruttore automatico

Con la corrente ancora spenta, collegare i due cavi da 10 mm2 rimasti in standby dall'ingresso differenziale all'uscita dell'interruttore di derivazione. Presta attenzione alla polarità!

Rimontare e bloccare i coperchi dell'interruttore automatico

Rimontare e bloccare i coperchi dell'interruttore automatico

Rimontare e bloccare l'interruttore automatico e i coperchi dell'interruttore. Gli elementi modulari si adattano alla finestra e vengono fornite delle cache per gli spazi non occupati.


Istruzioni Video: Quadro elettrico..com'è fatto e come collegarlo