In Questo Articolo:

Diretto magistralmente da Patrick PLOYAUD, questa copia ha tutto per sedurre appassionate falegnamerie e amanti del buon arredamento in generale. Realizzato principalmente in massello di rovere, troverà un posto d'elezione in un interno classico.

Un ufficio a gradoni

LIVELLO: avviato.
REALIZZAZIONE: ca. 40 h.
COSTO: 122 €
MINI ATTREZZATURE: combinato con legno, ripper...

Vedi il piano di questa realizzazione (in pdf): Un ufficio di passaggio "Louis-philippe": il piano

Il mobile è costituito da un vassoio sagomato appoggiato su quattro gambe tornite e una cintura che incorpora due cassetti frontali. È sormontato da un fregio a gradini, con una mensola e due piccoli cassetti distanti l'uno dall'altro per formare un armadietto centrale.

■ Per questo tipo di arredamento, la scelta della quercia è ragionevole, ma qualsiasi altra specie nobile può essere adatta. La produzione richiede un legno combinato, il più vantaggioso è ottenere blocchi di segheria per il flusso e la lavorazione delle parti. In caso contrario, acquista tavole piallate più vicine agli spessori indicati. Se non puoi girare, opta per i modelli commerciali o vedi il lato recupero.

i piedi

Gli spazi vuoti sono fatti da travi portati a una sezione di 63 x 63 mm. La svolta avviene tra punti, mantenendo una testa quadrata di 200 mm di altezza: i rulli e le gole sono sagomati con lo scalpello e la sgorbia. Per creare quattro piedini identici, creare una mascherina in compensato dello spessore di 10 mm che sarà spesso presente durante la lavorazione. Se hai una fotocopiatrice, il tuo lavoro sarà notevolmente facilitato.

■ I piedi sono accuratamente levigati sul tornio. Vengono quindi smontati per scavare, su due facce adiacenti della testa quadrata, le mortase corrispondenti ai tenoni degli elementi della cinghia (traversi o longheroni) e le guide laterali dei cassetti.

Girare i piedi tra le punte

Girare i piedi tra le punte

I piedi sono girati tra i punti, con l'aiuto di un modello per ottenere quattro copie identiche. Fare attenzione a rispettare l'altezza delle teste, è quindi necessario scavare le mortase nei punti desiderati, sullo stesso allineamento.

La cintura

Le due traverse sono costituite da una grande tavola (sezione 30 x 190 mm). Il pannello frontale è costituito da due travi longitudinali (30 x 30 e 30 x 60 mm), unite a metà lunghezza dai divisori del cassetto (30 x 54 mm): per l'estetica, quella inferiore ha un taglio curvo. Tracciato con una sagoma in compensato da 10 mm, viene avvicinato con una sega a nastro e rifinito con un cilindro levigatore. Il lato posteriore è progettato sullo stesso principio con due elementi longitudinali di 40 x 40 mm, ma senza apertura curva o montante centrale.

■ Tutti questi elementi sono tenuti a ciascuna estremità. I binari anteriori sono inoltre mortuari vis-à-vis per il montaggio della quantità separativa. Una mortasa viene anche scavata nei due membri longitudinali del fondo (anteriore e posteriore) per accogliere i tenoni della slitta centrale dei cassetti. Questo pezzo è realizzato con una tacchetta da 30 x 50 mm (il condotto) centrata su una tavola da 40 x 90 mm (il cursore), in modo da formare un'ampia scanalatura su entrambi i lati. Le due sponde laterali sono semplicemente assemblate in "L", ma lasciando una tacca che consente il passaggio dei piedi.

■ Prima di incollare, eseguire una modifica vuota per correggere eventuali errori. Allo stesso modo, al router, svuota (su 6 x 6 mm) il fondo delle traverse e il longherone ricurvo per abbellire la struttura di un bordo sottile su tre lati. Suggerimento per rendere quest'ultimo: tagliare tre tavole di 6 mm di spessore (adattandone la lunghezza a quella delle parti da attrezzare) e quindi arrotondare uno dei bordi longitudinali con una punta da 6 mm. Infine, tagliarli alla sega circolare, impostando a 10 mm lo spazio della guida rispetto alla lama. Il bordo così ottenuto sarà incollato e appuntito nelle battute, una volta montato il mobile.

■ Incollare e assemblare separatamente la parte anteriore e posteriore della base e asciugarli tra i morsetti con le gocce interposte. Quindi uniscili con i dormienti: approfitta del tempo di presa della colla per correggere l'ortogonalità misurando le diagonali. La struttura che viene assemblata, solca con il router (e piatta!) Le due facce di fronte dei piedi anteriori, nell'estensione delle battute precedenti. A questo punto, puoi impostare le tre lunghezze del bordo unendole agli angoli.

Montare la base

Montare la base

Dopo aver lavorato i tenoni e le mortase sulle parti corrispondenti, le parti anteriore e posteriore della base sono assemblate e asciugate tra i morsetti, con gocce interposte. Le bave di colla vengono eliminate immediatamente.

Costituisce la struttura

Costituisce la struttura

I due sottogruppi sono collegati dalle fascette per formare la struttura. Questo assemblaggio è fatto aggiungendo le diapositive laterali e centrali. L'ortogonalità viene controllata misurando le diagonali prima di incollarle.

Rafforzare gli assiemi

■ Il bordo è in linea di principio abbastanza sottile per seguire facilmente la curvatura del longherone della facciata. Se resiste, inumidiscilo per ammorbidirlo prima di metterlo giù. Infine, rinforzare tutti i gruppi base con tasselli quadrati da 10 mm, incollati.

Un ufficio a più livelli

Un bordo corre lungo il fondo delle tre facce visibili della struttura. Le sue tre lunghezze sono incollate e puntate in battute o scanalature, a seconda dei casi, tagliandole agli angoli.

Rafforzare le giunzioni

Rafforzare le giunzioni

Quando i collages si sono asciugati, le giunzioni possono essere rinforzate con picchetti quadrati e troncoconici, che vengono venduti in pacchetti in negozi specializzati. Fare attenzione a spingerli in fori leggermente più piccoli della loro sezione.

Altopiano e passo

Il vassoio è realizzato, in base alle larghezze disponibili, da due o tre pannelli di spessore 30 mm, assemblati da scanalature e linguette. Nel formato finale di 630 x 1070 mm, i suoi angoli sono arrotondati con un seghetto e quindi equalizzati al cilindro levigatore. Modellato su tre lati (anteriore e laterale) al router, la piastra viene avvitata alla base mediante staffe 20 x 20 mm incollate sulla faccia interna delle guide, a filo con il bordo superiore.

■ Le parti che costituiscono il backsplash hanno uno spessore di 14 mm. Cantato dopo aver tracciato con i modelli, il retro e le guance sono assemblati con lo scaffale e gli elementi che formano le scatole laterali che ospiteranno i cassetti. Il loro assemblaggio è realizzato contro i bordi con perni incollati di Ø 10 x 30 mm, con l'aiuto di flange di centraggio per localizzare gli assi di perforazione.

■ Dopo una marcatura accurata, il gradino viene montato sul vassoio, a filo con il bordo posteriore. È semplicemente tenuto, su entrambi i lati, da due perni incollati sotto le guance, che lo rende facile da rimuovere.

Un ufficio a più livelli

Gli otto pezzi che costituiscono il gradino sono assemblati con perni Ø 10 x 30 mm. Due perni tengono il set su entrambi i lati, ma
senza incollarli nei fori ciechi del vassoio per consentire un facile smontaggio.

cassetti

cassetti

Sono tutti formati da tre pareti (due lati e uno posteriore) di 15 mm di spessore, una facciata da 30 mm e un compensato di quercia da 5 mm. È intersecato in una scanalatura di 5 x 5 mm, lavorato nella parte inferiore delle facce interne di ciascuna parete, ma fermato davanti.

■ Sul lato dell'assemblaggio, i lati dei cassetti piccoli sono incollati inchiodati in battute da 10 x 10 mm, incavate alle estremità della parte posteriore e anteriore. Quest'ultimo viene spostato a destra o a sinistra, per fermarsi sui bordi della scatola interessata nella posizione chiusa. Nessun sistema di scorrimento, questi cassetti sono tirati e si respingono solo facendo scorrere sulla tavola.

■ I dorsi di grandi cassetti sono semplicemente inseriti tra i lati, la cui lunghezza è calcolata in modo da attestarsi sui binari posteriori. Ciò consente anche alla parte anteriore di lavare la parte anteriore della cintura.

■ Prima del montaggio, le facciate di grandi dimensioni vengono lavorate sul router o sul router per ottenere un effetto di "capo"mentre i piccoli sono appena ammorbiditi attorno alla fresa a quarto di giro. Per evitare che i cassetti grandi si inclinino, assicurati di incollare piccoli spicchi"tacchetti a stecche"sotto il bordo e su uno dei lati.

finiture

L'arredamento è levigato con diverse qualità abrasive di crescente finezza. In questa occasione, tutti gli spigoli sono ammorbiditi. Dopo una buona spolverata, i legni vengono tinti con acqua, poi due strati di dissolvenza, ciascuno seguito da una sgranatura con lana d'acciaio 00. Infine, il tutto è protetto da due strati di aspetto di vernice "legno cerato", intervallati da una sgranatura 000.

■ Resta da avvitare le manopole (qui ottonate) sui frontali dei cassetti e verificare il corretto funzionamento di quest'ultimo. Se necessario, è possibile paraffinare le diapositive per facilitare lo scorrimento.

Proteggi il vassoio con una tavoletta

Fornire una tavoletta per proteggere il vassoio durante la scrittura. Sui mobili antichi, era consuetudine incollare un coupon di pelle (spesso decorato con una treccia d'oro) in una sottile impronta scavata nel formato nel vassoio.


Istruzioni Video: FRANCO TURRA - Non mi passa piu' (LIVE - Scandellara Rock 2000)