In Questo Articolo:

La modifica di una comproprietaria è l'oggetto di un protocollo preciso che si adatta in base alle clausole da modificare. La domanda sarà votata dai comproprietari dell'edificio. Per seguire, dettagli e spiegazioni di questi termini.

Votazione per la modifica di uno statuto di comproprietà

In determinate occasioni, la comproprietà di un edificio può essere modificata. Le rettifiche alle quali comunque interverranno l'accordo dei comproprietari.

Il punto di modifica dovrebbe quindi essere l'ordine del giorno di un'assemblea generale, al termine della quale la questione sarà votata dai comproprietari.

I termini di questo voto variano a seconda della modifica desiderata, ad esempio:

  • l'insediamento potrebbe essere troppo vecchio e il suo aggiornamento diventa imperativo. Per modificare le regole di comproprietà per renderlo conforme alle normative vigenti, basta una maggioranza semplice (legge del 10 luglio 1965 - articolo 24).

Modifica della distribuzione delle spese di comproprietà

La ripartizione degli oneri di comproprietà, definiti nello statuto, può in linea di principio essere modificata a condizione che la rettifica sia convalidata all'unanimità dai comproprietari.

L'unanimità tuttavia non è necessaria in caso di modifica apportata a seguito di un voto che consenta di:

  • l'implementazione di opere,
  • acquisto di unità private (acquisto)
  • la vendita di aree comuni
  • il cambio di utilizzo delle unità private

In queste circostanze, la distribuzione delle spese può essere variata dalla stessa maggioranza del lavoro, della vendita o dell'acquisto, o dalla maggioranza assoluta nel caso di un cambio di uso di un'unità.

Modifiche: destinazione dell'edificio e godimento delle parti comuni

L'accordo unanime dei comproprietari è necessario in caso di modifica della destinazione dell'edificio.

esempio: la destinazione di un edificio, fino ad ora esclusivamente riservato agli alloggi borghesi, può essere modificata per ospitare un'attività professionale.

In caso di modifica dei regolamenti di comproprietà riguardanti il ​​godimento, l'uso e / o la gestione delle parti comuni dell'edificio, è richiesta una doppia maggioranza.

Sai che in alcuni casi è possibile contestare una regola di condominio?


Istruzioni Video: Sfratto coatto della famiglia Cesetti del Comune di Anguillara Sabazia (Roma).