In Questo Articolo:

L'assemblea generale di comproprietà è una riunione obbligatoria almeno una volta all'anno. I comproprietari ricevono una convocazione per partecipare alla GA durante la quale vengono discussi e votati tutte le domande che sono incluse nell'agenda.

Quali decisioni vengono prese in case di condominio?

In primo luogo, va notato che l'assemblea generale può essere richiesta dal fiduciario di comproprietà, dal consiglio sindacale o dai comproprietari (a determinate condizioni). Durante questo incontro, la presenza di tutti i comproprietari è altamente raccomandato perché le decisioni chiave sono prese. Questi riguardano il corretto funzionamento della comproprietà e la sua gestione finanziaria: approvazione dei conti, rinnovi, stime di budget... Si può dire che l'assemblea generale prende tutte le decisioni riguardanti la comproprietà.

Chi prende la decisione?

Tutti i comproprietari presenti partecipano al processo decisionale presso l'AG del condominio. I comproprietari potrebbero essere fisicamente presenti o potrebbero esserlo rappresentare da un agente a chi lasciano la loro volontà di votare. L'incontro inizia con nomina del presidente della riunione, generalmente il trustee, e da l'elezione di uno o due scrutatori che assicurano il buon svolgimento dell'incontro.

Comproprietà: processo decisionale

Qualsiasi decisione relativa alla comproprietà deve essere presa in seguito a una votazione che ha luogo durante l'assemblea generale. Tutti i comproprietari che hanno risposto alla convocazione e coloro che sono rappresentati da un agente possono votare. Ognuno di loro ha un numero di voti corrispondente alla sua quota nella comproprietà.

La votazione può essere fatta in due modi: per alzata di mano o per iscritto. Qualunque sia il metodo di voto scelto, è importante identificare gli elettori e contare con precisione i loro voti. Quindi, le condizioni di voto variano a seconda della decisione. Per questioni relative alla manutenzione e all'amministrazione, una maggioranza semplice è richiesto La maggioranza deve essere assoluta per qualsiasi decisione al di fuori della struttura della gestione quotidiana. Se la questione in discussione è più importante, può essere richiesta una doppia maggioranza (o anche l'unanimità).

Come vengono distribuite le voci?

Dovresti sapere che un comproprietario non corrisponde a un voto durante un voto in un'assemblea generale. In effetti il ​​numero di voti è determinato in base alla quota che ciascun comproprietario ha nelle parti comuni e private della comproprietà. Questa azione è calcolata in relazione al valore dei lotti ed è divisa sotto forma di onorari degli amministratori.

Il fiduciario ha un periodo di due mesi per redigere un rapporto di AG in cui troviamo gli argomenti all'ordine del giorno e i risultati dei diversi voti.


Istruzioni Video: