In Questo Articolo:

Accessori per collegamento elettrico

In passato, i conduttori erano collegati l'un l'altro da una giunzione. Questa semplice tecnica consisteva nello spogliare le estremità di due conduttori, torcendoli e quindi ripristinando l'isolamento mediante un nastro adesivo di struttura tessile (chatterton). La debole resistenza meccanica di questo tipo di connessione e in particolare i difetti di isolamento derivanti dalla degradazione del nastro adesivo (il secco chatterton) portò gradualmente al suo abbandono. Oggi totalmente vietato perché all'origine di moltissimi cortocircuiti, le giunzioni vengono sostituite da accessori di connessione meccanica perfettamente affidabili.

Dadi di collegamento elettrico

domino

domino

Chiamato anche domino, il dadi di connessione sono accessori di rilegatura perfettamente sicuri. Sono formati da un condotto metallico (solitamente in rame) incorporato in un materiale isolante (gomma o materiale plastico). Ogni stampo è composto almeno da due condotti, disposti parallelamente tra loro, attraversati perpendicolarmente da ciascuna estremità da una piccola vite per bloccare il cacciavite da infilare. La sezione interna del condotto deve essere in relazione con quella del conduttore che deve essere smontato per una lunghezza sufficiente a consentire il suo bloccaggio durante il serraggio della vite. All'interno del condotto, le due estremità dei conduttori da collegare non devono toccarsi, il condotto è lì per garantire la connessione. Lo stripping deve essere eseguito in modo tale che il nucleo del conduttore sia completamente protetto dalla parte isolante dello stampo di collegamento. I dadi di connessione sono presentati in barre, raccogliendo diversi conduttori (generalmente dieci).

È possibile condividere la barra dividendola con una pinza da taglio o con una sega con denti fini (per le barre di sezione forte). È comune usare un domino a due tubi (per collegare due fili di un circuito monofase); ma una barra multipla può essere utilizzata per la realizzazione di derivazioni (creando collegamenti tramite ponti tra i condotti). Sebbene molto sicuri, i dadi di connessione devono essere protetti da caselle, chiamate connessione o bypass a seconda del loro utilizzo.

Terminali elettrici

barretta per capelli

barretta per capelli

All'interno delle scatole di derivazione si possono trovare misuraformato da a cilindro filettato internamente con una filettatura, consentendo il passaggio di uno o più conduttori. Un bullone con testa tonda divisa (vite) consente il bloccaggio dell'anima metallica dei conduttori, il dispositivo più utilizzato nelle installazioni per garantire i rami necessari alla distribuzione dei circuiti. Esiste un'intera gamma di scatole corrispondenti a diversi tipi di installazione.
Può essere semplice scatole rotonde in plastica grigia (per garage, officina e allegato), scatole rettangolari in plastica bianca, con un coperchio a vite (destinato a essere fissato in un'attrezzatura sotto le aste), alloggiamenti incorporati, con coperchio anche avvitabile, e per ambienti umidi (cantina) o esterni, scatole sigillate di plastica o metallo (fornite in questo caso con un coperchio di tenuta, con orifizio di uscita dotato di pressa -étoupe). Ci sono anche scatole dotate di barre posizionate su binari.
Questi sono costituiti da una serie di dadi ordinari, o dadi speciali, venduti con la scatola.

(foto / grafica: © DIY-Prod, tranne menzione speciale)

Sullo stesso tema

  • Consigli di fai da te
    • Condotte elettriche esposte e incassate
    • Installazione elettrica in tubi di PVC

Questo potrebbe interessarti


Istruzioni Video: Collegare una linea di strip LED da 15mt senza cadute di tensione